Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Monito della terra

Ti ho dato alberi
e tu ne hai fatto
legna da ardere.
Ti ho dato frutta
e tu lasciandola
cadere dai rami,
hai permesso che
se ne cibassero i
vermi.
Ti ho dato fiori
e tu li hai calpestati.
Ti ho dato
acqua limpida e chiara
di sorgente
e tu l'hai tinta di rosso.
Ti ho dato il cielo
azzurro
e tu lo hai ricoperto
di nuvole nere.
Ti ho dato l'aria e
l'hai riempita di gas.
Ti ho dato la pioggia
per irrigare i campi
e tu l'hai ammorbata
di pesticidi.
Ti ho dato  il cinguettio
degli uccelli,
la voce del vento
nelle foglie, il canto
delle sirene nelle onde
del mare e tu ne hai
fatto banale rumore.
Ti ho dato i più bei colori,
per farti dipingere di bello
il mondo e tu hai
adoperato solo il grigio.
Ho cosparso i cielo
di diamanti, perchè
tu potessi
indossarli come preziosi
abiti e tu hai preferito
ricoprirti con le solite
misere vesti.
Ti ho dato la notte
per farti
rinascere ogni giorno
e tu hai preferito
il letargo.
Ti ho dato
l'amore e tu ne hai fatto
odio. Ti ho dato la vita
e tu ne hai fatto morte.
Ti ho dato la luna
per farti innamorare,
il sole per farti riscaldare
e tu di tutto questo ne
ne hai fatto ghiaccio.
Ti ho donato il meglio
che avevo e tu
non hai saputo fare
altro che trasformare
il tuo paradiso
in un inferno.
Avevi tutto quello che
ti serviva per diventare
uomo, ma hai preferito
mescolare il fango
al pianto. Sarò
ancora indulgente
con te, ma ti
confesso
che non so
se riuscirò mai
a perdonarti...


Share |


Poesia scritta il 14/07/2017 - 14:22
Da Giovanna Balsamo
Letta n.126 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


La terra massacrata da tanta cattiveria...
e l'uomo poco evoluto nella sua coscienza ha deluso, ma, ci sono ancora speranze non tutto è perduto...una nuova Era sta nascendo, ancora non si vede, ma la sua luce comincia a risplendere di bontà!
Intensamente bella!

margherita pisano 14/07/2017 - 22:44

--------------------------------------

Assolutamente straordinaria poesia, Dio ci ha dato tutti gli elementi possibili e immaginabili per realizzare il sogno dell'uomo; l'essere umano, in generale, ha fatto della luce tenebra. Ma non bisogna dimenticare le persone buone e giuste che non solo hanno apprezzato della realtà il lato migliore, ma hanno fatto il possibile per farsi perdonare e meritare l'indulgenza. Complimenti e lodi infinite per versi meravigliosi e perfettamente veri!

Paolo Ciraolo 14/07/2017 - 22:25

--------------------------------------

Come condivido questa tua poesia che più che poesia...è un amara realtà...
l'uomo ha sempre saputo distruggere


Poesia di grande riflessione

Ciao Giovanna cara


Maria Cimino 14/07/2017 - 22:10

--------------------------------------

chi non ha peccato ...,comunque vera.Bella,ciao

andrea sergi 14/07/2017 - 19:40

--------------------------------------

il peccato non è dell'uomo ma del libero arbitrio... chi ce lo avrà dato poi? boh
la triste realtà tutta umana.
il lamento della terra violentata gran bella poesia*****+

enio2 orsuni 14/07/2017 - 16:52

--------------------------------------

stupenda hai menzionato ciò che ci è stato regalato e noi ne abbiamo fatto scempio stupenda

GIANCARLO "LUPO" POETA DELL 14/07/2017 - 15:37

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?