Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Sindrome di Stendhal...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...
Riflesso d\'Argento...
In Questo Confuso An...
Il MIO NOME È LiBERT...
Canzone per un'amica...
Tutti siamo stati ba...
La stagione dell'amo...
Canto del vento sull...
Mio Padre...
Senza tempo...
Il silenzio della ne...
Un altro whiskey...
NE UCCIDE PIU LA LIN...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



I giorni passati

Capita di pensare
alla vita che scorre, onda su onda,
mentre si mischia ai ricordi
dei giorni passati.
C’erano, e ci sono, i giorni della fatica
e del riscatto, spesi a rincorrere
un sogno di libertà…
talvolta con il fiato corto,
nei labirinti d’asfalto e cemento.
L’idea di costruire qualcosa di buono
non si è arresa, nemmeno di fronte
ai muri delle ingiustizie.
Ho le cicatrici, ma quelle…
sono solo un segno distintivo.


Sono più difficili da sopportare
il vuoto e il silenzio
dei giorni perduti…
Mai esistiti.


E’ il tempo per me
di tornare, e rimanere più a lungo,
sulla montagna…
ad ascoltare la saggezza
delle pietre antiche,
da tenere un po’,
tra le mani.
E là vedrò i colori caldi,
tra gli alberi e il vento,
su onde e onde
di giorni…
veramente vissuti.



Share |


Poesia scritta il 27/07/2017 - 07:14
Da Francesco Gentile
Letta n.233 volte.
Voto:
su 10 votanti


Commenti


Il richiamo alla natura che distingue ogni tua poesia e quella sensazione di appartenenza alla terra e in questo caso alla montagna...che rende i tuoi versi veri e sublimi e condivisi. Bellissima Francesco

margherita pisano 28/07/2017 - 22:20

--------------------------------------

Già, tornare sulla montagna... ma per la verità non sono mai andato via. Ci sono rimasto incollato, praticamente da sempre, o almeno idealmente. Credo si tratti del bisogno di interiorità. Vale a dire il bisogno di energie nuove. E poi c'è la motivazione a scrivere che pure deve spingere dal profondo. Guardandomi, penso di sentire acora questo bisogno, e per questo mi vedrete ancora tra i vostri piedi.. eh ah ah Uhm.. vabbè diciamo tra le vostre righe, con qualche sporadico commento..

Francesco Gentile 28/07/2017 - 18:59

--------------------------------------

il vuoto e il silenzio dei giorni perduti
la nostra storia, la nostra vita, la magia che resta in noi
perché quell'attimo, nell'attimo in cui l'abbiamo vissuto, è apparso insignificante...ma poi, torna...tutto torna...
Stupenda Francesco, stupenda
l'ho letta con il cuore

laisa azzurra 28/07/2017 - 13:03

--------------------------------------

Come un saggio della montagna ti esprimi con questi splendidi versi.

antonio girardi 28/07/2017 - 10:37

--------------------------------------

Splendidamente malinconica ma colma di tenerezza e quell'amore incondizionato per la tua montagna.... Complimenti! *****

ANNA BAGLIONI 27/07/2017 - 22:05

--------------------------------------

Qualsiasi richiamo naturale fa scattare in noi la molla del riflettere e ricordare ogni passo compiuto....
Mi lascio spesso anch'io sopraffare da tutto questo vortice semplicemente vedendo o annusando qualcosa che abbia un significato particolare e poi la malinconia prende il suo corso....
Condivido questa simbiosi con determinati paesaggi per riavvolgere il nastro del vissuto e delle mancate occasioni, dei pianti e dei sorrisi... del fatto o rimasto in sospeso...e rivivere tutto lasciandosi scaldare dal fascino di ciò che ci circonda per tentare di ritrovare le dolcissime emozioni appartenuteci..!

Splendida rievocazione intensamente riflessiva in un'atmosfera di calmante tranquillità!
Mi rivedo anch'io così......


Alessia Torres 27/07/2017 - 21:58

--------------------------------------

Tutto riconduce alla natura, alla vita nonostante i sacrifici e le batoste, la bellezza vince su tutto, bellissima un bel messaggio

genoveffa frau 27/07/2017 - 18:49

--------------------------------------

FRANCESCO G. è bellissima ogni tuo verso è un richiamo alla natura, alle cose buone, è vero la montagna ti da la pace che su questa terra sembra non esistere più. Ciao felice serata

mirella narducci 27/07/2017 - 18:46

--------------------------------------

UNA MONTAGNA DA SCALARE... PER RITROVARSI NELLA SAGGEZZA.
LIETO MERIGGIO.
*****

Rocco Michele LETTINI 27/07/2017 - 16:21

--------------------------------------

Fanno male i giorni mai veramente vissuti, come un dono che abbiamo sprecato mentre forse eravamo distratti dalla vita stessa...

Mimmi Due 27/07/2017 - 16:11

--------------------------------------

molto bella malinconicamente amorosa

GIANCARLO "LUPO" POETA DELL 27/07/2017 - 15:59

--------------------------------------

È nel silenzio della natura che si riesce a cogliere il senso della vita e del nostro affannarci, forse perché ci si sente in armonia con le leggi naturali che regolano l'avvicendarsi degli esseri viventi tutti e delle loro esistenze.

Giulia Bellucci 27/07/2017 - 15:16

--------------------------------------

Bella, molto. Quella dolce e trsite malinconia dei luoghi d'origine, l'introspezione dei giorni passati, onda su onda, e la consapevolezza di avere ancora qualcosa di buono da fare, o da dire, come questa poesia. Complimenti e 5 stelle. ciaociao.

Spartaco Messina 27/07/2017 - 15:16

--------------------------------------

Splendide immagini e densa di significati questa tua poesia. Giulio Soro

Giulio Soro 27/07/2017 - 12:29

--------------------------------------

Ma è splendida!!!!
Mi è piaciuta moltissimo
C"è tutta la tua dolce malinconia e l'amore per la montagna che ti caratterizza. È molto tuo questa, c"è tutto il tuo mondo!
Buona giornata
Nicol
5 stelle

Nicol Marcier 27/07/2017 - 10:44

--------------------------------------

Il detto di ritirarsi sull'Aventino, fa parte della saggezza antica. Ma deve essere un momento di pausa temporanea, una pausa di riflessione.
Ma il mondo ha bisogno di tutte le voci, per sentire più forte il grido di protesta, di tutte le mani operose, per esprimere capacità.
Versi molto belli.

ALFONSO BORDONARO 27/07/2017 - 09:41

--------------------------------------

anch'io vorrei venire su quella montagna ad ascoltare la saggezza,bellissima Francesco,ciao.

andrea sergi 27/07/2017 - 08:39

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?