Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Scorie di città....
L'Airone sul filo...
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
A PROPOSITO DI BACI...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...
Il giardino di famig...
...vedi tesoro mio, ...
La madre di tutti...
AMORE AMORE... AMORE...
Tre Hayku per Sun La...
Il disegno di coppia...
Lei era vento!...
Par di vederti...
Intorno ai girasoli...
Aurelia...
In flessuosa danza...
Judo...
In quei giorni...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Tarassaco

Eri andata a cogliere il tarassaco giù nel campo,
risplendente d’aurora e irrorato dalla rugiada,
con le mani svellevi le piante e le portavi con te;
mi preparerai una tisana stasera, sì una tisana di tarassaco.


Stamane ti fissavo la schiena nuda che irradiava luce attraverso la finestra.
La linea della schiena era sghemba, leggermente arcuata,
ho allungato le mani sulle tue spalle, ma ti sei ritratta,
il sole non era ancora salito nel cielo.


Così l’ombra scura di una defenestrazione stazionava di sotto,
perenni nevi di ghiacciai si scioglievano al sole,
aerei dalle carlinghe affusolate solcavano i cieli.
Ma tu eri ancora lì a estirpare il tarassaco.


Spillare codardia da botti di rovere e evitare il boma che ti spacca la testa.
Passare vicino vicino alla superficie dell’acqua
è poca cosa se paragonato alle imprese che tu sei in grado di compiere.
Intanto i morti vengono portati fuori.


Ti ho visto arrivare col tuo fagotto bello gonfio,
ne hai raccolto parecchio, è andata bene la ricerca,
e di nuovo sono lì a toccarti le spalle e quella linea della schiena così curva;
no, non me ne andrò stasera, aspetterò che la notte venga a piangere sulla mia spalla.



Share |


Poesia scritta il 29/07/2017 - 20:24
Da Giulio Soro
Letta n.270 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


bella poesia e sono d'accordo con Mirella ognuno di noi ha una sua interpretazione di quello che legge,stupenda,ciao

andrea sergi 31/07/2017 - 10:24

--------------------------------------

GIULIO SORO...Tarassaco una pianta curativa viene raccolta penso con molto sforzo in quanto curva la schiena...qui forse non c'è niente di straordinario MA LA CHIUSA E' SPETTACOLARE...sicuramente ha un senso molto profondo, che non ho colto!Perdonami delle volte le poesie sono come delle tele astratte si cerca di interpretarle, solo l'autore ne conosce il significato. 5*****

mirella narducci 31/07/2017 - 00:42

--------------------------------------

Poesia sconvolgente, nel significato originario del termine. Immagini mescolate a sensazioni forti...reale ed immaginario( la schiena nuda) che si fondono per unirsi in una chiusa che sbalordisce( la notte che verrà a piangere sulla spalla del poeta)... che dire, unica! ciaociao

Spartaco Messina 30/07/2017 - 13:18

--------------------------------------

Poesia lievemente malinconica, ma molto bella. Lodi e complimenti e buona domenica.

Paolo Ciraolo 30/07/2017 - 12:28

--------------------------------------

Bellissima soprattutto la chiusa!
Complimenti poeta malinconico!
Nicol
5 stelline tutte per te

Nicol Marcier 30/07/2017 - 11:11

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?