Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mio......
Se...
LUCE CHE MI TOCCA...
Sera...
A Firenze...
Al pianoforte...
Sbrigati ad amare...
Foglia d'autunno...
PRIMAVERA D'AUTUNNO...
Time out...
CANTO D'AMORE...
Questa fu missione d...
C'era una volta la m...
Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

per un sì

Era maggio ed io ricordo
la mattina di quel dì.
Ero incredulo all’evento
ma ero l’uomo più felice
per aver sentito un sì.
Era maggio ed io ricordo:
era il giorno lunedì.
Mi sentivo innamorato
di un amore appena nato
perché mi dicesti: sì.
Ti sentii (che bella voce),
mi fermai e sospirai;
mi sentii colpito al cuore.
Era un colpo troppo forte,
ho rischiato di morir.
Mi tremavano le gambe,
non riuscivo a stare in piedi.
Ti volevo stretta al petto
(tanto più per non cadere).
Ero l’uomo più felice,
per avermi detto: sì.
Ti guardai (ma che bel viso),
mi fissai ad ammirarti
e da solo mi chiedevo:
sono sveglio o dormo ancor?
Ti parlai (che voce fine),
mi pareva un usignolo
ch’ era pronto al cinguettio.
Lì, rimasi imbambolato,
non sapevo cosa dire,
- sono troppo innamorato -
solamente, sussurrai.
Era maggio quel bel dì
quando il mondo si fermò
per aver sentito un sì.
Ti toccai (e quasi svenni),
mi pareva d’impazzire.
Mi sembrava tutto un sogno
quello che mi succedeva.
Ti baciai? (or non ricordo)
Mi sembrò forse di sì.
Fu qualcosa d’irreale
non sembrava realtà.
Son passati tanti anni
da quel dì meraviglioso
e io so che t’amo ancora
e quel forte batticuore
provo adesso come allora.
Ed a maggio nel ricordo
e a memoria di quel dì
io ringrazio il mio Signore
per aver sentito un sì.


Share |


Poesia scritta il 20/05/2013 - 13:07
Da Luigi Bellotta
Letta n.534 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?