Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Baciami ancora...
IL TEMPO DEI RICORDI...
Pensieri...
L'istante...
L'uomo e il progress...
Riprendo la strada...
Sorrido...
Eventi...
Maschio …,Maschio???...
la divina arte di mi...
Sete di pace...
Ti porterò con me...
Ispirata dai salmi...
Ardente...
Sbagliare...
TU CHE NE SAI...
Momenti...
Naufragi...
inverno nel cuore...
Tempesta...
Lucida follia...
POMERIGGIO DI PULIZ...
Ritrovarsi...
COME CURVE DI SERPEN...
Per Leonie...
Impegnarsi ad odiare...
Se un giorno viagger...
Nei tuoi pensieri...
Non giudicarmi...
Riceverai mille vite...
AMARE PER POTER...
Il Supercomputer...
sorella lacrima...
A te!...
PREMORTEM di Enio 2...
Chi ti vuol bene no...
La memoria ferro...
COSTRUIRE...
L'album dei ricordi...
Sorbole!...
Numeri....
Sinfonia...
La casa del serpente...
LA FANCIULLA DEL VEZ...
Ritorno alla Bicicle...
TEMA DI SCRITTURA CR...
Dal figlio s’impara...
Venere in versi...
Sottinteso...
Frusciante...
Ermetico...
Naufraghi...
I GIORNI DELL'AMORE...
Ti ho visto piangere...
ISTANTI...
Una carezza della qu...
Autunno - cuore in l...
Afflato di luna...
Non ti lascerò...
Vulnerabile(C)...
addio......
Caffè a tempo indete...
C'est moi....
il canto delle stell...
Senza te...
Sensibilità...
In vino veritas...
NOSTALGICAMENTE AFRI...
PALESTRE di VITA (se...
È nelle questioni ev...
So che mi guardi...
Che ne sarà di noi?...
Se la primavera dell...
Breve racconto di vi...
Alla fine...
SONATA FOLLE AI MIEI...
Pace...
C'E' LA RIPRESA (per...
IL MIO METICCIO...
È lei, una rosa selv...
Chi sono io?...
Lumache...
Oceani...
Cascate d'armonia...
Breccia...
La poesia rotolante...
Divina...
ESCALATION DEL NON E...
Liberati donna...
Plié d'amore...
DOLCE RISVEGLIO...
Foglio bianco...
Credere a volte. E ...
Quello che avevo spe...
Colori d'autunno...
Laggiù...
Colora le stagioni...
EMOZIONI SENSAZIONI...
Nella terra di nessu...
Rinuncia...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Pirchì scappi?

Litigi tra fidanzatini. Brano in dialetto siciliano.


(Parla lui)
Pirchì scappi amurusa mia quannu mi vidi caminari?
Ti vo forsi fari assicutari?


Prima mi talì
e mi fai u signali cu sta vucca russa china di russettu.
T’ammucci e poi nesci fora a farimi ogni dispettu.


Ni certi mumenti, diventi camurriusa e stravaganti.
L’amuri tò pari seriu,
ma inveci è sempri cangianti.


Di chè ca sì seria veramenti…
pocu dopu, m’arridi, fai a scialusa
e diventi puri indisponenti.


Prima m’addumanni milli carizzi…
e poi fai scorbutica comu s’havissi setti biddizzi.


Di che pi nenti ti mostri gilusa,
poi cangi e divinti ruvida e spinusa.


Mi vo diri tu, c’haiu a fari pi tiniriti tranquilla?
Cu tia, mancu ci po’, na forti tisana di camomilla.


Beddamatri!
Ora ti lassu e nun ti vogghiu vidiri chiù!
Vidi ca sugnu seriu!
Staiu giurannu dinanzi a Gisù.


Mi ni vaiu na vota pi sempri.
Daccussì impari ad amarimi veramenti.
(Risponde lei)


Avati, amuri miu!
Ora facemu a santa paci
e a to vuccuzza ci vogghiu dari millli vasi.


N’autri milli, ci dugnu a sti capiddi gialli di frummentu,
e milli ancora, a st’occi ca insegunu stu ventu.


Dicu sempri … milli voti ca ti vulissi lassari …
Pi to capricci … tu mi fa addannari.


Eppuri, nun pozzu fari a menu du to caluri.
Fussi comu l’api senza nu beddu sciuri.


L’api ca suca u meli pi campari
e iu ca speru ca ti pozzi cummugghiari.


Amuruzzu miu!
Sciatuzzu du me cori
talia chi ti purtai dintra chista manu ginirusa!


È l’acqua du mari sciavurusa.
È chidda ca ti fa bedda sta facciuzza
tunna, carnusa, pulita e amurusa.

(Brano tratto dal libro dello stesso autore: “Filastrocche magiche e disincantate, con dipinti e personaggi d’autore. Volume 4” Ediz. Youcanprint self publishing. Settembre 2015)



Share |


Poesia scritta il 19/10/2017 - 13:29
Da Vincenzo Scuderi
Letta n.74 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?