Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

dei ciclamini bianch...
Mio...
Pensiero....
LA PORTA DEI RICORDI...
Sul Finir del giorno...
NEVICA...
Angoli...
I Colori dell'Anima....
L'incantesimo della ...
LA STORIA...
Il rumore dell\'alba...
Curiosa luna...
Giovani...
ACQUA 3 acrostici di...
IL SEGRETO DELL' AMO...
MERIGGIO AL MARE...
È l'amore...
Dolce silenzio...
Artiom...
uno sguardo fisso ne...
Piccolo...
La crociera...
Tutti noi siamo mend...
per sentirti mia...
Di silenzi ho riemp...
SIAMO, NON SIAMO...
In questo spazio vuo...
FALSI PROBLEMI...
Una sferzata...
Il mio Dio...
L'età...
Inverno ai Colli...
FESTA SIMPATICA...
L’ora scendeva lenta...
tieneme stritto -(ti...
Il silenzio... Poesi...
L'amore...
Serenità...
PER UN MONDO MIGLIOR...
PIOVE IN PERIFERIA...
IL PARADOSSO DELL'UT...
Ricorda...
Selenite angosciante...
Invernale...
Dall'alba al tramont...
Piazzale Loreto...
ERA AMORE...
Umano...
IL tuo amore assassi...
Haiku Sussulto...
Sorriso...
Ho perso un fratello...
L'inverno e il vorti...
CAMMINANDO...
Aria di primavera...
Incantevole percezio...
TI AMO PERCHÉ...
Vita...
L’ÒMO E LA CACCA di ...
Ogni notte di luna...
TU PRENDI...
PANE ANCORA...
Un fuoco sbagliato...
Una piccola esplosio...
Un raggio di sole...
GIADA- Seconda Parte...
Se fossi chi non son...
AVATAR...
Caro me...
33 versi...
Tabù...
Eterei amanti di pen...
L'Ultimo Anno...
SUSSULTO...
Nella notte che non ...
Confidenze...
Polvere...
SAPPIMI DIRE...
Il filo rosso...
Puoi....
Una cenetta a due...
Una preghiera...
Quo vadis...
LA MACCHINA DEL TEMP...
Le melodie dell\'arp...
ali....
Stile Libero...
L’uomo del faro....
Serenamente...
....tu, annusa...
Lei...
Se una canzone fossi...
BUONE COSE...
Nero grafene...
DIFFICILE ETA'...
Non siamo niente di ...
LA MUSA ISPIRATRICE ...
Brezza primaverile...
Sepoltura...
DOVE SEI...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



IL CUORE E L' ANIMA

Seduta come una regina
nella mia immaginazione
l'anima con eleganza
voleva interrogarmi.
Chiedeva se capivo
il limite di sicurezza
che divide la morte dalla vita.
Improvvisa mi colse
una bambinesca allegria
non posso sapere
dove tutto finisce
e dove tutto inizia!
Anima mia quel che mi chiedi
mi lascia muta e interdetta
è un gioco misterioso l'esistenza.
Nascosta dalla notte impudente
parli e fai domande mentre il letto
reclama le mie ossa.
Onorata della tua presenza
vorrei che ti facessi corpo
per ritrarti ma non saprei dove iniziare.
Sei qui cucita nel cuore
fatta di tante verità sovrapposte.
Anima mia sei l'arroganza del sole
e la timidezza della luna
completamente sconosciuta
ma sempre regina del mio cuore.



Mirella Narducci



Share |


Poesia scritta il 20/10/2017 - 11:57
Da mirella narducci
Letta n.207 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


non capisco Mirella se scrivi con l'anima, con il cuore o forse con tutte e due
************************

enio2 orsuni 22/10/2017 - 16:59

--------------------------------------

Mirella
hai un'anima che fa domande impertinenti
un'anima intelligente e curiosa
dì al tuo cuore di risponderle, semplicemente, che al momento dovrà accontentarsi di godersi la vita perchè "del doman non v'è certezza"
estremamente profonda, complimenti

laisa azzurra 21/10/2017 - 19:33

--------------------------------------

...resta un mistero...
riflessiva, molto bella

Grazia Giuliani 20/10/2017 - 20:44

--------------------------------------

Molto bella questa poesia, foriera di molti interrogativi e riflessioni, sul rapporto tra anima e mente, tra sentimento e raziocinio. Giulio Soro

Giulio Soro 20/10/2017 - 18:27

--------------------------------------

Nessun limite di sicurezza tra la vita e la morte, perché, appunto, non possiamo conoscere quando, pur sapendo, dalla nascita, che comunque accadrà. Ed allora, viviamola interamente questa vita, viviamola con l’anima e con il cuore, viviamola per non avere rimpianti. *****

Ken Hutchinson 20/10/2017 - 18:11

--------------------------------------

Bella riflessione, il cuore e l'anima..

Salvatore Rastelli 20/10/2017 - 16:01

--------------------------------------

Molto bella questa poesia, che pone domande sull'esistente ...Domande che certo ci siamo poste tante volte e a cui non abbiamo saputo dare una risposta.A formularle poi, tu immagini sia l'anima... immortale, che mai saprà i patimenti del corpo....vive nel cuore..di cui é regina. E certamente lei saprebbe dire dov'è l'inizio e dove la fine ...Bellissima.

Teresa Peluso 20/10/2017 - 15:43

--------------------------------------

MIRELLA carissima, vedo che siamo sintonizzati sulla stessa frequenza e che ci poniamo gli stessi interrogativi, difficili di avere risposte; ma il fatto stesso che ce li poniamo vuol dire che pratichiamo le vie interiori, percorsi difficili ma affascinanti. Nella tua poe molto suggestiva viene fuori questo dialogo tra anima e corpo in cui l'anima si erge a docente ponendo determinate domande sui confini dell'esistenza, certo Lei da immortale esercita le sue domande dal punto divista privilegiato diversamente dal suo interlocutore.....Ottima riflessione che faccio mia, ciao

Francesco Scolaro 20/10/2017 - 14:43

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?