Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Baciami ancora...
IL TEMPO DEI RICORDI...
Pensieri...
L'istante...
L'uomo e il progress...
Riprendo la strada...
Sorrido...
Eventi...
Maschio …,Maschio???...
la divina arte di mi...
Sete di pace...
Ti porterò con me...
Ispirata dai salmi...
Ardente...
Sbagliare...
TU CHE NE SAI...
Momenti...
Naufragi...
inverno nel cuore...
Tempesta...
Lucida follia...
POMERIGGIO DI PULIZ...
Ritrovarsi...
COME CURVE DI SERPEN...
Per Leonie...
Impegnarsi ad odiare...
Se un giorno viagger...
Nei tuoi pensieri...
Non giudicarmi...
Riceverai mille vite...
AMARE PER POTER...
Il Supercomputer...
sorella lacrima...
A te!...
PREMORTEM di Enio 2...
Chi ti vuol bene no...
La memoria ferro...
COSTRUIRE...
L'album dei ricordi...
Sorbole!...
Numeri....
Sinfonia...
La casa del serpente...
LA FANCIULLA DEL VEZ...
Ritorno alla Bicicle...
TEMA DI SCRITTURA CR...
Dal figlio s’impara...
Venere in versi...
Sottinteso...
Frusciante...
Ermetico...
Naufraghi...
I GIORNI DELL'AMORE...
Ti ho visto piangere...
ISTANTI...
Una carezza della qu...
Autunno - cuore in l...
Afflato di luna...
Non ti lascerò...
Vulnerabile(C)...
addio......
Caffè a tempo indete...
C'est moi....
il canto delle stell...
Senza te...
Sensibilità...
In vino veritas...
NOSTALGICAMENTE AFRI...
PALESTRE di VITA (se...
È nelle questioni ev...
So che mi guardi...
Che ne sarà di noi?...
Se la primavera dell...
Breve racconto di vi...
Alla fine...
SONATA FOLLE AI MIEI...
Pace...
C'E' LA RIPRESA (per...
IL MIO METICCIO...
È lei, una rosa selv...
Chi sono io?...
Lumache...
Oceani...
Cascate d'armonia...
Breccia...
La poesia rotolante...
Divina...
ESCALATION DEL NON E...
Liberati donna...
Plié d'amore...
DOLCE RISVEGLIO...
Foglio bianco...
Credere a volte. E ...
Quello che avevo spe...
Colori d'autunno...
Laggiù...
Colora le stagioni...
EMOZIONI SENSAZIONI...
Nella terra di nessu...
Rinuncia...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Sipario sulla notte

Alzo i finestrini, è finita anche questa
notte… e mi sento quasi vile,
tolgo le chiavi dal quadro e non
riesco nemmeno ad alzarmi dal sedile.
Credo che la faccia distrutta,
a pezzi che vedo nel vetro
è solo uno dei tanti fantasmi
che vorrei lasciarmi dietro.
E se non cattura più il mio sguardo
la cassetta della posta
non è per come mi sento, ma
per quanto mi costa
pensare di dirti come stanno davvero le cose
-prima dovrei centrare però la serratura-
…che non riesco a guardarti in viso,
che adesso sto male e ho quasi paura.
Non delle sue lettere, poco
mi importa che arrivino o meno
ma di rendermi conto che per me
sei quel tanto nominato ultimo treno,
davanti a questi occhi, così piccoli, che si
liberano in qualche modo delle lenti a contatto
e davanti alle scuse che mi devo per
quello che senza usare il buon senso ho fatto.
Guidando come un folle perché sono
in balia di te che mi hai appena congedato
da un’interminabile sera trascorsa a bere
pensando ad altro… ma non mi ha aiutato.
Io, l’ amico che non c’è bisogno di dirlo, che
mi vuoi bene anche se son solo con questo caffè
…e tu, che è difficile dire che mi raggeli
i polsi, che mi sto innamorando di te.
Chissà quante notti verranno ancora, e quanto
mi potrai bastare, e i respiri interrotti.
Ora che si è chiuso il sipario su questa
notte, e chissà su quante altre notti.


Share |


Poesia scritta il 21/10/2017 - 17:25
Da MastroPoeta 75
Letta n.265 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Dolcissima
Una lettera d'amore
Lei, che ti fa gelate i polsi

laisa azzurra 22/10/2017 - 12:12

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?