Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

NEVICA...
Angoli...
I Colori dell'Anima....
L'incantesimo della ...
LA STORIA...
Il rumore dell\'alba...
Curiosa luna...
Giovani...
ACQUA 3 acrostici di...
IL SEGRETO DELL' AMO...
MERIGGIO AL MARE...
È l'amore...
Dolce silenzio...
Artiom...
uno sguardo fisso ne...
Piccolo...
La crociera...
Tutti noi siamo mend...
per sentirti mia...
Di silenzi ho riemp...
SIAMO, NON SIAMO...
In questo spazio vuo...
FALSI PROBLEMI...
Una sferzata...
Il mio Dio...
L'età...
Inverno ai Colli...
FESTA SIMPATICA...
L’ora scendeva lenta...
tieneme stritto -(ti...
Il silenzio... Poesi...
L'amore...
Serenità...
PER UN MONDO MIGLIOR...
PIOVE IN PERIFERIA...
IL PARADOSSO DELL'UT...
Ricorda...
Selenite angosciante...
Invernale...
Dall'alba al tramont...
Piazzale Loreto...
ERA AMORE...
Umano...
IL tuo amore assassi...
Haiku Sussulto...
Sorriso...
Ho perso un fratello...
L'inverno e il vorti...
CAMMINANDO...
Aria di primavera...
Incantevole percezio...
TI AMO PERCHÉ...
Vita...
L’ÒMO E LA CACCA di ...
Ogni notte di luna...
TU PRENDI...
PANE ANCORA...
Un fuoco sbagliato...
Una piccola esplosio...
Un raggio di sole...
GIADA- Seconda Parte...
Se fossi chi non son...
AVATAR...
Caro me...
33 versi...
Tabù...
Eterei amanti di pen...
L'Ultimo Anno...
SUSSULTO...
Nella notte che non ...
Confidenze...
Polvere...
SAPPIMI DIRE...
Il filo rosso...
Puoi....
Una cenetta a due...
Una preghiera...
Quo vadis...
LA MACCHINA DEL TEMP...
Le melodie dell\'arp...
ali....
Stile Libero...
L’uomo del faro....
Serenamente...
....tu, annusa...
Lei...
Se una canzone fossi...
BUONE COSE...
Nero grafene...
DIFFICILE ETA'...
Non siamo niente di ...
LA MUSA ISPIRATRICE ...
Brezza primaverile...
Sepoltura...
DOVE SEI...
L'anno nuovo...
100% cuore...
Comprensione...
LACRIME NASCOSTE...
LA MIA VITA CON LE D...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'immaginazione cos'è

Ah,s'avessi potuto
quella sera,
scegliere d'andare
oltre la ringhiera
ove ampie vedute s'affacciavano
e timide,la ringhiera
mai oltrepassavano.
Ah s'avessi,
s'avessi potuto
udire quel canto
quell'urlo d'aiuto
certo la ringhiera
sarebbe stata forse meno rigida
palpabile,scia aerea.
E s'avessi saputo
andare oltre quell'urlo
intrepido,a tratti muto
avrei forse visto in faccia il dolore
O mi si sarebbe aperto un nuovo cielo
Orizzonte astrale.
E invece rimasi chiusa
schiacciata
in quel piccolo angolo
O terra recintata
ove se per caso
provavo ad andare oltre
mi veniva precluso quello
quell'e quell'altro sentiero.
Vidi e non riuscii a vedere
e quel canto parve sempre più lontano
impossibile da udire.
E che strano poi pensai
sentir volare rondini
e pensarsi lontano dai guaji;
che strano per chi
quella rondine non ebbe visto volare
e quel giorno,quel giorno
la udì.
E La chiamai prigione d'anima
O ancora gabbia
posto gelido,a tratti impavida
però seppi andar oltre un recinto
in quel troppo lontano
per due piedi pesanti e sì
forse occhi dormienti ma tu,
tu O mio cuore dal sapore amaro
stanco d'un mondo sì grigio
e poi troppo stretto,da queste nuvole
il nostro cielo fu coperto
e non ti bastò quel recinto
sapesti andar oltre
e quel dì,ebbi vinto.
O libertà,mio anelito dolce
se non t'ebbi toccato con mano
tu ,lentamente
dalle lagrime mie uscisti poi
a gocce.
E non basta sentirsi prigionieri
se a vedere poi,
in un cielo grigio inesistenti sentieri
ci si sente dell'esistenza,liberi e fieri.


Share |


Poesia scritta il 22/10/2017 - 21:29
Da Ludovica Gabbiani
Letta n.158 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Sarà che ho fumato troppo, ma questa poesia non mi piace. Non mi piace com'è scritta, troppe rime forzate, troppe parole messe lì perchè "suonano bene". Eppure, quanto mi ci rivedo nei sentimenti che hai messo, nelle domande e nel grigiore...Ti continuerò a leggere.
E.E.

Ernest Eden 23/10/2017 - 00:05

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?