Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

NATALE...
urlo muto...
L’ARENA DEL TORERO E...
Verso l'onerosa cata...
Vorrei...
Siamo creature in ca...
Sei acqua...
Un amore speciale...
Femme fatale...
La voce del silenzio...
Da Lui mi aspetto qu...
NELL'EMOZIONE... UN ...
essentia...
Nell'immensità del m...
A mio padre...
BUON NATALE...
volo libero...
Talvolta...
Mezzogiorno d'invern...
Vigilia di Natale...
E' così vicino il ci...
A Babbo Natale...
Serata in auto con u...
FRAGILE Mistero...
Rivivo la notte in s...
Accenti d'inverno...
Il faro....
ARIA CHE MANCA...
Falsi amori...
Mare in tempesta....
pensieri dicembrini...
LUPO SOLITARIO...
nella tela del ragno...
TORNERANNO...
....CRISTIANO sul...
quella sera...
Senza luce...
La terra è pronta...
INCHIOSTRO ROSSO...
Il Santo...
Un giorno speciale...
Cànone inverso...
NATALE S’AVVICINA d...
Il gioco dei dadi...
Insonnia...
Se avessi un francob...
Caspita!...
SOLO L'AMORE E' COMP...
Gerusalemme...
STORIE DEL FIRMA...
Buon NATALE...
Voglio essere fragil...
Raggio di sole...
Il Sonnambulo...
Il mio regalo...
Silenzio...
Spegni la luce...
ACCENDERÒ LA NOTTE...
IL tuo pezzo di mond...
Custodi di sentiment...
Space Invaders...
Natale...
La nostra vita segre...
AMICO CARO...
Grigio ore 12,00...
In quel sogno reale...
Brrrr... che freddo!...
Un presepe speciale...
L'uomo più Felice...
Abissi...
TORNA...
Ci sono ore...
Gesù di quercia...
L\\'ALBA DEL RISVEGL...
Ce ne siamo fregati...
Tra 100 o 1000 anni,...
Buono e Cattivo...
Un piccolo grande ba...
A volte per essere f...
Vera...
- Haiku - Tocco luna...
Immagine Marina...
Per te...
Verrò....
DOLCE TORMENTO...
L’innocenza del carn...
Le burla di Cappucce...
In paradiso...
un guizzo…....
IL CAPRO ESPIATORIO ...
Io e il blu...
Troppi anni dopo......
Nevica...
Le lune di Dalla...
RIFLESSIONE - ORME F...
DONARE SE STESSI...
oasi...
Il destino del però...
Dove sei ora...
SARO' PER TE ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Cum Quibus

Ha il profumo della follia.
Vile denaro.
Strani diamanti sulla fronte
rubano la luce del sole.


Seduto come un Dio,
non sente il suono delle lire.
Danzatori dalle gambe lisce come gazzelle.
Labbra scarlatte
strappano l'anima.


E' così lontano il Paradiso?
Polvere d'oro lungo il sentiero.
Cenere e poi cenere.
Carbone e sabbia sotto i piedi.


Basterebbe una ninna nanna
dal suono d'argento.
La mente scuote i suoi ninnoli
preferiti.


Superficiale, sporco denaro.
Sibili sogni possibili.
Illudi con specchi invisibili.


Guance scavate come teschi perfetti.
Quale veleno scorre nelle vene?


Seducenti serpenti
dalla pelle opalescente.
Ho bisogno di credere in qualcosa
di bellissimo.


Non ho voglia di trascinare oltre,
le mie ossa di bronzo.
Mi lascerai morire mentre pesti i piedi
sui resti di me stesso.



Share |


Poesia scritta il 16/11/2017 - 13:43
Da Gianny Mirra
Letta n.88 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Lasciarsi morire sotto i passi pestati su se stesso, è la chiusa triste ma congrua con la poesia che hai scritto. Molto bella. Giulio Soro

Giulio Soro 16/11/2017 - 18:16

--------------------------------------

Già il vile denaro che corrompe...immagini molto belle...Sei davvero bravo

Sabry L. 16/11/2017 - 18:08

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?