Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...
Il giardino di famig...
...vedi tesoro mio, ...
La madre di tutti...
AMORE AMORE... AMORE...
Tre Hayku per Sun La...
Il disegno di coppia...
Lei era vento!...
Par di vederti...
Intorno ai girasoli...
Aurelia...
In flessuosa danza...
Judo...
In quei giorni...
Notte d'estate...
Emozione pura...
Momenti...
A ricordo di un amic...
SILENZIO TOMBALE...
Piu del cielo Più d...
destino...
Il mio primo passo d...
C'è un limite...
Baldanza....
La bella rosa...
UNA NUOVA STORIA...
la domenica...
TU...
Tra vermiglio cammin...
PURA PASSIONE...
Il mago di Froc...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Ardente

Condanna
Insaziabilità d'animo
l'ebbero chiamata
quell'arma che di me fece
viandante
che di me
disse come d'uomo ardente.
E ardevo
Sissignori
Quanto alto era il monte
su cui veloce
m'aizzavo
tanto più ardere
il cor'mio
sentivo.
E instancabile
col sudore che
con le lagrime mie
faceva l'amore
seppi per i campi andare
e il dirupo
e l'oscuro tramonto,
l'urlo d'aiuto
gli amanti nell'atto
veloce com'un ratto
m'aggiravo per i vicoli d'un mondo
fuggitivo,sempre pronto
al cambiamento ed
io
in preda allo sgomento
m'accasciai al suolo
venerando
quell'impavido cambiamento che
incessante fece di me
quell'assurdo di cui,
fu detto tutto
pazzo stupido e viandante.
Fame e ancora fame
insaziabile
e poi l'amore;
l'odio l'urlo
lo sfogo
di chi tutto prova
e niente sente, o poco..
Assente,impavido
inerme
seppi stare avanti al cielo
alla tempesta
alla serpe
assaporando l'suo veleno.
Non ebbi paura e non provai stupore
fu solo lui,
O ardore
a farmi camminare,
incessantemente andare,
e Signori ,
che non fu forse questo il senso
ch'ebbi dato al mio essere sorgivo
e non scelsi d'aprir gl'occhi
ma volli andare correndo
o a piccoli tocchi
e con lo sguardo seguire
quello che del mondo fu lo splendido avvenire.
E vivo mi sentii nell'attimo
tra l' tocco del cielo
la paura del baratro,
la dove non poss'essere solo scheletro
e carne putrefatta,
così ardente
ov'io poss'essere principio
mai più accidente
viandante,
o insolito passante.
Incredibilmente
Incredulamente,
vivo e
dell'amore per la vita
coraggioso mandante


Share |


Poesia scritta il 19/11/2017 - 21:57
Da Ludovica Gabbiani
Letta n.231 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


bella opera brava

GIANCARLO POETA DELL'AMORE 20/11/2017 - 18:19

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?