Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Corruzione nel creat...
Il vuoto...
SIAMO PIRATI...
tic toc...
L'albero della vita...
Non è stata una vera...
La nuova Alba...
Una musa per noi...
Per amore...
Alienazione di un po...
Sciopero a singhiozz...
Notte...
Francesco Papa...
Questa sei te: Sp...
Poesia su Rita Levi ...
Vorrei che il genio ...
MAGIE...
Nel fremito di vita...
Il mondo è fatto di ...
Lo Spettro Del Nostr...
C'ERA UNA VOLTA UN B...
IL SORRISO Il sor...
Un infinito amore...
acqua...
Anche l'inferno ti s...
GOCCE...
Un breve istante, un...
vorrei sparire......
vorrei cadere...
La camicia a quadri...
Voglia di sale...
Sotto il faro spento...
'Na cosetta...
Il giorno non sempre...
Freddo(C)...
L'odore del mare...
L\'anima gemella...
LA VITA E' SOG...
Il puzzle...
Impotenza....
L'età: Il tempo la ...
SCHELETRI di Enio 2...
Il richiamo della ge...
eterno gelo...
Finchè avrà voglia d...
Il suono del vento...
Oltre ai giochi otti...
IL BOSCO...
La terra dei sogni...
S.Francesco....
Il desiderio inconsc...
Lultimo calzolaio...
Mimmo...
Un nuovo martire - G...
Io ti appartengo...
Non ci riesco....
La vita è come il ci...
Un giorno di notte...
lo ha riposto lì...
Consolazione...
Quel venticello...
Gli strani animali d...
Non servono parole...
Insonnia...
Purtroppo non è poss...
OGNUNO IL SUO MESTIE...
Ciò che voglio....
ciò trovo nel vagare...
Lettera ad Alex...
TU LE STAGIONI ...
che importa...
Il Perché...
Lacrima d'amore...
Profilo migliore...
UNA NOTTE FORSE......
IL COLORE DELLE FAVO...
Via vai...
Ho visto anni passar...
Tu sei la primavera...
Ricordi 2...
A volte... non lega...
Angelo della Notte....
Buongiorno...
La forza degli alber...
Non puoi generare su...
L'universo...
Appiglio...
Quell'attimo sublime...
ANIME IN VOLO...
Primavera sulle lame...
Fascino Veneficium...
Fragili promesse...
immigrato...
E poi…....
Fateve 'na risata !...
La frutta...
LA PORTA...
Come un fior di ninf...
Risoluzioni...
Pulcini...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Palcoscenico Diabolico

Mi fermai a contemplare il flusso delle cose umane
Di ciò che mi si poneva immediatamente dinanzi, constatabile.
Vidi lo scorrere delle macchine su ruote,
le immagini confortanti sugli schermi comunicanti, tascabili,
che utilizziamo come protesi per il nostro intelletto atrofizzato,
per la nostra solitudine ripudiata.
Vidi gli sguardi torvi di chi in questa quotidiana follia ha imparato a ben recitare, ma occhio non inganna aimè.
Le piccole e grandi squadre da divano davanti una scatola parlante che dispensa piccole e mirate pillole di terrore consumistico
Vidi la sacralità della Famiglia che dissacra l'Uomo.
Quando vidi ciò,
capii che una prima, terribile,
(o magnifica) bozza dell'inferno era pronta. E di un'architettura così sublime da poter essere quasi apprezzabile.
Rullo di tamburi,
il futuro computabile.


Share |


Poesia scritta il 12/01/2018 - 11:51
Da Alex Favretto
Letta n.138 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Grazie davvero per i commenti.

Alex Favretto 13/01/2018 - 17:52

--------------------------------------

Ma che bella poesia....scritta bene...riflessiva.... interessante....

Yasmine S. 13/01/2018 - 17:25

--------------------------------------

La tua poesia fa riflettere
su tutto ciò di cui siamo circondati

Complimenti Alex profonda riflessione questa tua


Maria Cimino 12/01/2018 - 23:11

--------------------------------------

ALEX....Ci stiamo iscatolando in scatole sempre più piccole simili a matriosche. Chiusi nel nostro piccolo inferno che ci sembrerà accettabile rispetto a quello che c'è fuori. Credo che dovremo accettarlo cosi com'è.....

mirella narducci 12/01/2018 - 23:06

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?