Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Vendetta

Perché madre,
mi trovo attorniata da queste tre teste ovali
fatte d'aria adombrata


(così che io non possa vederle)


e che mi spiano giorno e notte
e mi sussurrano parole angosciose
soffiando lame sulla mia pelle candida e fredda?


Ti sei mai sentito chiuso in un bozzolo,
senza poterne uscire,
pur cercando di tirare le fila di quella
che avrebbe potuto diventare una meravigliosa farfalla?


Chiusa, lastricata
una strada d'asfalto piena di larve
che si nutrono delle mie amare maree
centocinquanta colpi di sparo,
e io che afferro la ruggine con le mie labbra,
sapore metallico di sangue.


Tu osservi senza sapere
che sei poggiato sulla mensola dei miei nervi
e intessi filamenti di pastura vorace
per attaccare la mia freschezza,
per rendermi vuota e spenta...


L'immagine del tuo volto è impresso
nella memoria,
perché mi sei così vicino?
Allontanati, lasciami respirare
finché respiro fuoco!


Ti infiammo con la mia lingua di drago,
balugine di ventri pieni
uteri strappati dalla donna nascosta,
io sono donna
io sono nascosta.



Share |


Poesia scritta il 20/10/2013 - 21:24
Da Giorgia Deidda
Letta n.405 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?