Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

SCENA INVERNALE...
Disilluso...
POETI DELL' AMOR...
Quel rio argentato...
ETA' CHE VA...
Il dispiacere è al...
PICCOLO GRANDE BOSS...
Perdere niente...
Lacrime...
Una strana partita a...
Poesia, essenza linf...
Nel mondo c'è molto ...
La luce nei tuoi occ...
Il Papa nero....
A mia figlia...
Notte...
Eccentrico silenzio...
Domenica di pioggia...
Riflessioni...
Sadness....
Mostro implacabile...
L'armonia delle brac...
La magia delle mani...
IL PARADISO...
Echi lontani...
vortice...
Solo....
Il mio mare...
Leggere è come aprir...
E' vita vera...
Piccole azioni corag...
IL MAESTRO...
Silenzio......
Valori...
Cicatrici...
An electric air from...
ER BACICCIA (la bann...
Tanka...
Il corpo racconta...
Non ricordo...
Amata mia...
Le Fiamme del Peccat...
Rivoluzione...
La mia odissea...
Con la forza dei ram...
SIMPATICA SORPRESA...
Deriva delle anime...
Vaso...
Dimenticarsi...
Naufrago...
Amore...
Odore di uno spettro...
IL GERME DELLA ...
Sceriffo...
Le note del tempo...
Il caro estinto...
La felicità...
L'assente...
ALLA GUIDA DELLA VIT...
ossuta resilienza...
Eppur sorridi...
Ridere...
Orme future...
Deluso...
Nel fruscio della vi...
Occhi chiusi...
Le mie gambe...
Miraggio di una infa...
UN RESPIRO....
ODE...
ALLE PORTE DEL SOGNO...
Notti magiche !...
D'inverno...
VENICE...
L'ultima gara....
Amantes...
Così poco...
l'armonia...
Il fischio del vento...
Mi hai cambiata...
TELEGRAMMA POETICO...
Tu, pallida Luna...
questi occhi...
Dove abita Amore...
la Givacchi...che st...
Gocce di pianto...
OGGI...
La carità non la con...
La croce...
Anatomia di un bacio...
Orme...
Fare breccia in un m...
Società:...
Canto di un appassio...
Lembo di blu...
Che sapore ha il mal...
Questo amore è come ...
PRATO D’ATTESA...
Sensi...
Scende la sera...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Eternamente Stanco

Smarrisco pezzi di speranze
da anni disperati.
Anagrammi alcolizzati sul bordo
d'una ragione che mente a se stessa.
Quanto amore ho donato a soavi forme
che le mie mani non hanno mai spogliato.
S'arresta la corsa di un angelo troppo innamorato
e troppo colmo di veleno nelle ossa.
Frantumo parole sullo specchio di quel passato
che, stanco, ma non ancora arreso,
bussa alle porte del mio presente.
Arpa malinconica che stanca il palato,
mastico fili e corde di voce che alla rinfusa
sistemo in polverosi angoli di peccati non assolti.
E scrivo di amori lacerati dal tempo,
scrivo di me sulle rive d'un pianto
che non arresta la corsa.
Brucio i restanti fogli rigurgitando
vecchi giuramenti e promesse bastarde.
Cola l'ultimo anfratto d'inchiostro su dita testimoni
di un'irragionevole arrendevolezza
che ha toccato il fondo.
E nel pozzo di rimpianti rimbombanti
come dadi sulla scacchiera del pathos m'arrendo.
Stanco sono della mia propria forza.


Share |


Poesia scritta il 21/10/2013 - 17:05
Da Salvo Romano
Letta n.530 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Forse la vera forza sta proprio nel coraggio di arrendersi a qualcosa che ineluttabilmente sembra persa in partenza."Dopo" arriverà anche il perdono.Intensa e tormentata!!

Claretta Frau 22/10/2013 - 12:11

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?