Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...
Le mie mani...
L'indefinito...
SCRIVO PER TE...
AMICIZIA 2...
e tu...
Buon trapasso...
Solitudine...
Nuove fioriture...
Solitari casali....
Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...
RISVEGLIO...
D'improvviso...
É...
Lucchetti che nascon...
RIFUGIO E' IL VERSO...
S‘è fatta una certa....
Se si è amati si toc...
La pace dei sensi...
Flussi di coscienza...
Tempo al tempo...
L'amore vince...
È nel mai ©...
Neve...
Non leggo Racconti...
Haiku Emozione...
E il treno arrivò...
nelle giornate di pi...
Solca i mari...
SCENA INVERNALE...
Disilluso...
POETI DELL' AMOR...
Quel rio argentato...
ETA' CHE VA...
Il dispiacere è al...
PICCOLO GRANDE BOSS...
Perdere niente...
Lacrime...
Una strana partita a...
Poesia, essenza linf...
Nel mondo c'è molto ...
La luce nei tuoi occ...
Il Papa nero....
A mia figlia...
Notte...
Eccentrico silenzio...
Domenica di pioggia...
Riflessioni...
Sadness....
Mostro implacabile...
L'armonia delle brac...
La magia delle mani...
IL PARADISO...
Echi lontani...
vortice...
Solo....
Il mio mare...
Leggere è come aprir...
E' vita vera...
Piccole azioni corag...
IL MAESTRO...
Silenzio......
Valori...
Cicatrici...
An electric air from...
ER BACICCIA (la bann...
Tanka...
Il corpo racconta...
Non ricordo...
Le Fiamme del Peccat...
Rivoluzione...
La mia odissea...
Con la forza dei ram...
SIMPATICA SORPRESA...
Deriva delle anime...
Vaso...
Dimenticarsi...
Naufrago...
Amore...
Odore di uno spettro...
IL GERME DELLA ...
Sceriffo...
Le note del tempo...
Il caro estinto...
La felicità...
L'assente...
ALLA GUIDA DELLA VIT...
ossuta resilienza...
Eppur sorridi...
Orme future...
Deluso...
Nel fruscio della vi...
Occhi chiusi...
Le mie gambe...
Miraggio di una infa...
UN RESPIRO....

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



De Profundis

Si posa l'upupa
sul ramo del vento.
La poesia nasce naturalmente
come i petali intorno al loro fiore.
Si tinge di rosso
il sudario dell'amore.
Le sue piume non si staccheranno
prima del tramonto.


E' lento l'incedere delle ore solitarie.
Sui passi della sera
cadranno le gocce di rugiada.
Il volto di un fauno
dietro l'acqua di una cascata.
Lo stagno più non ode,
il mio lamento.


Vivrei del succo di ogni verso scritto.
Di un canto che ha baciato
le tue labbra innamorate.
Le fiabe sono ormai vuote
dell'incanto delle fate.
Dove dormirà la luna
andrà la mia anima,
sola.


Lacrima di diamante,
il suo occhio prega.
Dalla ciglia si stacca
ma non vuol cadere.
Erano dolci le stelle
nelle silenziose sere.
Sulla pietra ho lasciato
un'impronta senza colore.


Non è stato il vecchio gufo
nè un letto di viole.
Non erano rose ma spine
a trafiggere i miei giorni.
I passeri volavan via,
tra nuvole e stormi.
Le foglie cadute si sono scelte
un velo da indossare.


Come il giallo nell'azzurro
ed il rosa nel bianco puro.
Il verde della speranza,
seguito dall'arancio.
Sono stato bambino, poi un angelo,
appeso ad un gancio.
Mentre la pioggia dissetava la mia anima.
arida delle tue carezze...


nella stanza delle farfalle
ho spento la mia candela.
@Gianny Mirra



Share |


Poesia scritta il 07/02/2014 - 13:27
Da Gianny Mirra
Letta n.356 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


mi ha toccato profondamente quando ho letto il titolo mi é venuto in mente oscar Wilde, che io amo, bellissima lirica in una chiusa magistrale

Carla Composto 12/07/2014 - 10:18

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?