Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Decoupage...
QUANTI PERCHE'...
Evanescenza...
Le piccole anime...
Ti cercherò...
Senza via d'uscita...
TROPPE NOEMI...
Rondini...
Solstizio d'estate...
inquietudini le mie ...
Dolcemente ti dirò...
INFERNO ROSSO...
Quando guardi il cie...
Campidano...
lei temeva il buio...
Un esempio da... non...
Domani è un altro gi...
C'è chi dipinge la ...
Non hanno età...
PIOVE SUR BAGNATO (...
Dolce Carezza...
Spensieratezza...
Come un subacqueo...
HAIKU...
E' oggi il giorno mi...
Sconosciuto...
Dietro i tuoi occhi...
Aquila...
Curriculum Vitae...
Il treno...
Vestiti...
SARO' DI TE...
Risveglio...
VIAGGI DIVERSI...
Cavalco le onde dell...
Alba marina...
L'ira di Lorenza...
La lettera...
Padre Vostro...
A Nòtt...
Quel sussurro...
Quel sorriso...
Nuovi aquiloni...
Le magiche lucciole ...
Quel taxi...
Si può dire grazie s...
L'amante...
Il morso della taran...
L' INFELICITA' SI...
Buon compleanno...
E' nella supponenza,...
La prima estate al m...
Faccia da Cereali...
LIBERTA'...
Falsi d'autore...
Arrivi tu...
Nostalgia amara...
Chiamatemi Aquila...
I bisbigli del cuore...
SEI NELLE MIE MANCAN...
LA LOTTA DEL SOLE di...
Periferie...
Francisca...
Un dolce per te...
Mizzeca!...
Figlia mia...
NA SERA DORCE DE PER...
Due cuori e un'anima...
SHOPPING...
Una mano che mi rega...
Riflessi di seduzion...
L\'attimo!...
FEDELE SPECCHIO DEL ...
Poetic forms...
Suadente e nostalgic...
ACCENDI I TUOI SOGNI...
MONOLOGO A ME ...
L'oracolo...
caparbiamente sorda...
Fuggire...
Nell'orto...
Giugno......
Il pianeta dell'Amor...
LEGGENDA PERSONALE...
LI SOGNI di Enio 2...
Un folletto bizzarro...
con gli occhi chiusi...
LE ROSE ROSSE SUL SU...
amami...
Dannarsi l’anima cre...
Dolore sulla notte...
Con una stretta di m...
primaverile tempo...
Haiku A casa...
AMARTI...
Non c 'è scappatoia....
Penso al destino...
SCIARADA...
Tra le rive delle no...
Un'ambizione che spa...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

* LA MATTINATA **

La mattinata
fa la giornata
era un detto
di era passata.


Quando si andava
a piedi o a cavallo
a zappava,in campagna
da mane a sera
a pane e formaggio
o olive e cipolla.


Per amor di quella
spiga di grano
da raccogliere
e portare ai granai
da trasformare
in pane e da portare
in tavola
per tutta la famiglia
allora sfamare.


La mattinata,allora,
faceva la giornata...
e i lavoratori in corsa
sia all'andata
che al ritorno


per tornare
ad abbracciare
la famiglia,
allora grande,
con nonni,moglie
e figli- tanti.


In tempi,or passati
il padre era il padrone,
" si diceva" ma più volte
era un povero servitore


a lavorare
da mane a sera
senza veder mai
né una festa
o né una primavera.


---------------------
// PERDONO //
Poesia
di Aldo MESSINA.
^^^^^^^^^^
Non c'è perdono
per chi nella notte
ti entra in casa
e ti brucia nel letto
e poi ancora
ti colpisce a botte
per completare
il delitto perfetto.


E come niente fosse
van tranquilli
a festeggiare
in tanti la bravata
per dire agli inquirenti
"eravamo brilli"
in quel momento
che tutto bruciava.


A questi orrori,
minorenni o no,
io non darei
il carcere a vita
per esser noi
a lavorar per loro
ma pagarli con la
stessa moneta.


Festeggiarli in piazza
a fiamma accesa,
come avveniva,
un dì, in tempi lontani
per dar l'esempio
a quella infame offesa
e fargli spegnere
il fuoco con le mani.



Share |


Poesia scritta il 18/02/2014 - 19:08
Da Aldo Messina
Letta n.333 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?