Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mare verde...
Schizzi di luce (poe...
RICAMI DI LUNA...
Il prestigio di una ...
Nel mercato dell'int...
La mente e il cuore...
Cartagine...
A mio favore...
Un cielo troppo gran...
Alla mia Cri...
gli elementi...
Per tutta l'eternità...
Senza armonia...
Mia Madre...
A te e a me...
LA NINNA NANNA DELLA...
Il regno animali ...
Ostetrica(C)...
PIUMA AL VENTO...
PAURA DEL SILENZI...
STELLA...
L'ignoto...blu...
Sentimenti...
Davanti a noi...
Pace a ferragosto...
SENTO LE TUE CAREZZE...
Evanescente...
Lontano...
...IL SAPORE DEL CAO...
Polvere...
La Ragazza Dai Capel...
E RITORNO AL PASS...
Stupido amore...
Le mie teorie...
La poesia non dev'es...
SENZA AMORE...
ALMENO...
BUGIARDO SORRISO...
Sorriso amaro...
Forse,ti amo....
Bang… Bang… Bang…...
Credevo. E poi......
L'aquilone...
Vien la pioggia d'ag...
L'amicizia I veri...
Cara mamma.......
IL PIANTO DELLA...
Cadice...
ARBRE MAGIQUE...
Ti ho lasciata indie...
Quieto e silenzioso...
Inutili verba...
Vivere...
Quel battito in più...
epoche...
Il punto...
L'odore della Notte...
La MIA STELLA...
Il nodo dell'anima...
La Colonia...
Corro da lei...
SOGNO O ILLUSIONE?...
L'attore...
La missione...
Arijane....
ROMA, CHE T’HANNO FA...
IL RESPIRO DEL MARE...
L'amore che non vive...
Stai con me...
Anna Sorridi...
HAIKU nr. 18...
Bimbo bello...
...QUESTA BELLA ROVI...
Nessuna notizia da D...
Ridere...
La felicità è un'ill...
Nel nuovo sereno...
IL QUARTO ANNIVERSAR...
Vola... Aquila Reale...
Non siamo niente...
Pensieri d\'estate...
La rosa...
Una notte in aeropor...
Vorrei tu fossi qui...
celate in uno scrign...
NONNO RACCONTAMI...
Tediosa....
Diceva mio Padre ......
La tremenda profezia...
voglia in cerca di l...
Datemi una stella...
Le tue lunghissime c...
ESTATE BRUCIANTE...
L 'isola...
Filastrocca d'amore...
Chi sei?...
Diamante...
Il lamento dei poeti...
Troppe-D 2...
amor sofferto...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Dolente fanciullezza

Qual ombra evanescente
che viene dal passato
il volto d'un bambino
m'appare un po' sfocato.


Mi si fa più vicino
e sembra un fanciulletto
che si muove carponi,
ma non vedo il suo aspetto.


Son forti sensazioni
che mi fan ritornare
a tempi assai lontani
tanto ardui a ricordare.


Senza far sforzi vani,
or vedo in quel fanciullo
me stesso, quando allora
tutto era sol trastullo.


E mi ricordo ancora
la mamma che cantava
piacevoli canzoni
mentre s'affaccendava;


ed io che, ginocchioni,
in casa scorrazzavo,
senza avere pensieri,
ero lì che giocavo.


Sembrano esser non veri
quei tempi assai remoti
che danno nostalgia
restando, in parte, ignoti;


però, comunque sia,
fan parte di noi stessi;
anche se son lontani
ci restan sempre impressi.


Qual sogni quasi arcani
tornano alla memoria
lenendo la tristezza
e son la nostra storia.


"O dolce fanciullezza,
per me ora sei dolente,
ché ormai sei già passata
e mi ritorni in mente!".



Share |


Poesia scritta il 23/04/2014 - 11:03
Da Giuseppe Vita
Letta n.393 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Rime scorrevoli e naturali, complimenti.

Dario Senalio 27/04/2014 - 19:16

--------------------------------------

Ciao. Mi è particolarmente piaciuta complimenti. Passa anche da me se hai tempo son curioso di vedere che ne pensi delle mie poesie dato che potremmo avere elementi in comune e altri radicalmente differenti. Complimenti ancora, bravo! Continua così. :)

Gaio Cincinnato 25/04/2014 - 20:21

--------------------------------------

semplicemente bella!!

Rosa celata 24/04/2014 - 23:58

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?