Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ad Elisa...
Scarabocchi sul tavo...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...
Il giardino di famig...
...vedi tesoro mio, ...
La madre di tutti...
AMORE AMORE... AMORE...
Tre Hayku per Sun La...
Il disegno di coppia...
Lei era vento!...
Par di vederti...
Intorno ai girasoli...
Aurelia...
In flessuosa danza...
Judo...
In quei giorni...
Notte d'estate...
Emozione pura...
Momenti...
A ricordo di un amic...
SILENZIO TOMBALE...
Piu del cielo Più d...
destino...
Il mio primo passo d...
C'è un limite...
Baldanza....
La bella rosa...
UNA NUOVA STORIA...
la domenica...
TU...
Tra vermiglio cammin...
PURA PASSIONE...
Il mago di Froc...
Rosa in russo...
Abissi...
DISASTRI 20\\ 04\...
Regalami un sorruso...
Chissà pirchì...
L'Arte ci permette,d...
Insalata...
memorie di sartoria...
L'alzabandiera...
Sulla strada di casa...
Idilliache visioni...
Nella polvere dei so...
Haiku 2...
Superlativo...
Tempesta...
COME LA LUNA...
Non è la verità che ...
Mestiere...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Lu chiantu nueshtru

Ci nui pinzamu a tuttu cuddu chiantu
ca n'hamu fattu ti quann'hamu natu,
sintimu comu ci no' nn'è bashtatu
e ni mittimu a chianci', comu 'ncantu.


Lu chiantu, ca èti 'n attu sacrusantu,
faci sfucà' lu cori 'nduluratu
ca, sulamenti quannu s'è binchjatu,
senti ca s'è risullivatu tantu.


Pi cuiddi ca hannu ddivintatu vecchj
è ccosa ca ti tantu tiempu sannu
e ca purtroppu s'hava suppurtà'


Lu chiantu nueshtru no' nci spiccia ma'.
Ni faci cumpagnìa fign'a quannu,
pi ssempri, no' ssi gghiùtunu li uecchj.


Traduzione:
Il pianto nostro


Se noi pensiamo a tutto quel pianto
che abbiam versato da quando siam nati,
sentiamo come se non ci è bastato
e ci mettiamo a piangere, come incanto.


Il pianto, che è un atto sacrosanto,
fa sfogare il cuore addolorato
che, solamente quando s'è saziato,
sente che s'è risollevato tanto.


Per quelli che son diventati vecchi
è cosa che da tanto tempo sanno
e che purtroppo si deve sopportar.


Il pianto nostro non finisce mai.
Ci fa compagnia fino a quando,
per sempre, non si chiudono gli occhi.


Nota: Sonetto classico in vernacolo sanvitese
con relativa traduzione. Schema rimico:
ABBA/ABBA, CDE/EDC.



Share |


Poesia scritta il 07/05/2014 - 12:42
Da Giuseppe Vita
Letta n.387 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?