Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Non siamo niente di ...
LA MUSA ISPIRATRICE ...
Brezza primaverile...
Sepoltura...
DOVE SEI...
L'anno nuovo...
100% cuore...
Comprensione...
LACRIME NASCOSTE...
LA MIA VITA CON LE D...
I Draghi...
PAURA...
ROSA D\\'INVERNO...
Il test...
Mare di pioggia...
Il vento mi scompigl...
Sulle rive...
Ninetta...
Il mio niente...
L’UOMO FATTO DI STRA...
Bambola di perle...
Bieca introspezione...
La società si muove ...
POETI QUESTI SC...
Rame invecchiato...
OGGI HO PIANTO...
Confessioni di un gi...
Raggi d'amore...
Ai monti...
La città d'inverno...
Tempo e dolore...
Muri immensi......
illuso...
Purtroppo o per fort...
Vento....
L'amore breve...
Stato di coraggio....
PRE ISOLA DI MARY...
Amarti...
HAIKU N.1...
FUOCO...
Lucio IL GRANDE...
Rabbrividisco...
per fortuna che ho l...
Attitudine naturale...
Poesia d'Amore...
Angeli distratti...
HO AMATO...
DEMOCRAZIA di Enio 2...
...e tutto muove...
Esecuzione Capitale...
Di più...
Pianeta...
DOLCI OCCHI TUOI...
requiem...
Prima che sia giorno...
IL PENSIERO...
Onde d\'amore...
L'ultima salita...
Rime allucinate...
Domani verrà...
Te stessa......
Resilenza...
Femme fatale...
FELINO...
Labbra Rosse...
AMICA POESIA...
Discriminazione e di...
Senza risposte...
Per mio padre...
Sotto pelle...
Non te l'ho detto e ...
Nello stagno...
A Sara......
Sto al gioco...
Gabbiani....
come si chiama l'e...
PRINCIPE E PRINCIP...
UN FIORE NELLA NEVE...
Vittoria...
Quasi......
Il nostro amore...
Nostalgia...
Mai cosí tanto ti ho...
INNAMORARSI E NON MO...
Quando...
Sarà così, un giorno...
ALLORA...
ADOLESCENZA...
ER PENNACCHIO DER ...
GIADA- Prima Parte....
Di lui...
Fiammina...
Gossip...
L'orizzonte...
Stelle sbronze...
Nel vento di una ros...
Non aspettar domani...
Insolita, affascinan...
BRICIOLE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La somiglianza

Trascorsi sono circa quarant'anni
dacché mio padre allor si dipartì
da me e dagli altri cari.


Fu tanto doloroso
che par sia stato ieri;
ed or, che sento più la sua mancanza,
vado ricomponendo nella mente
la sua fisionomia.


Mi torna chiaro il viso di mio padre,
più chiaro di quand'era ancora vivo.
Come se non l'avessi visto prima,
m'accorgo quanta sia la simiglianza
tra il mio ed il suo sguardo
e che il sorriso suo è uguale al mio.


Nel tempo che viveva
non me ne sono accorto;
ora che non c'è più,
forse rivive in me.


Chi siamo noi se non quelli che furono
e quelli che nell'avvenir saranno?
Siam fatti di materia che, nel tempo,
ritorna sempre ad essere la stessa.



Share |


Poesia scritta il 06/07/2014 - 18:25
Da Giuseppe Vita
Letta n.412 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Bellissimo potersi riconoscere nei tratti del proprio padre,questo a riprova che qualcosa di loro oggi, e domani di noi, vivrà per sempre. Bella!

Claretta Frau 07/07/2014 - 20:31

--------------------------------------

Mio padre è mancato qualche anno fa... con il passare degli anni, mi sono accorta di assomigliargli moltissimo, specie nel carrattere.
Mi hanno colpito questi versi:
Nel tempo che viveva
non me ne sono accorto;
ora che non c'è più,
forse rivive in me...
Molto bella e sentita.

Paola Collura 07/07/2014 - 00:07

--------------------------------------

L'importanza di una presenza si comprende solo con la sua assenza. Ed è un momento di verità e di crescita perché si dà il giusto valore alle persone e al loro agire che, prima avevamo dato per scontato.
Ed è anche un momento che ci mette in relazione col mistero dell'esistenza che riguarda noi stessi, come continuità con l'essere che ci ha preceduto.
Molto bella, buonanotte!

Salvatore Linguanti 06/07/2014 - 23:46

--------------------------------------

possono passare cent'anni la perdita di un padre non trova rassegnazione, condivido questi versi e mi rivedo bambina ,quando a 9 anni ho subito questa grave perdita...lirica molto intensa ben scitta per contenuto e forma...il mio elogio

Carla Composto 06/07/2014 - 21:40

--------------------------------------

Davvero molto molto apprezzata questa tua bella, intensa, condivisa poesia. Anche a me manca moltissimo mio padre e spesso penso a quanto sono simile a lui (specie nel carattere).Molto musicale e scorrevole. Bravo, Giuseppe, un caro saluto, Marina

Marina Assanti 06/07/2014 - 21:16

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?