Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Decoupage...
QUANTI PERCHE'...
Evanescenza...
Le piccole anime...
Ti cercherò...
Senza via d'uscita...
TROPPE NOEMI...
Rondini...
Solstizio d'estate...
inquietudini le mie ...
Dolcemente ti dirò...
INFERNO ROSSO...
Quando guardi il cie...
Campidano...
lei temeva il buio...
Un esempio da... non...
Domani è un altro gi...
C'è chi dipinge la ...
Non hanno età...
PIOVE SUR BAGNATO (...
Dolce Carezza...
Spensieratezza...
Come un subacqueo...
HAIKU...
E' oggi il giorno mi...
Sconosciuto...
Dietro i tuoi occhi...
Aquila...
Curriculum Vitae...
Il treno...
Vestiti...
SARO' DI TE...
Risveglio...
VIAGGI DIVERSI...
Cavalco le onde dell...
Alba marina...
L'ira di Lorenza...
La lettera...
Padre Vostro...
A Nòtt...
Quel sussurro...
Quel sorriso...
Nuovi aquiloni...
Le magiche lucciole ...
Quel taxi...
Si può dire grazie s...
L'amante...
Il morso della taran...
L' INFELICITA' SI...
Buon compleanno...
E' nella supponenza,...
La prima estate al m...
Faccia da Cereali...
LIBERTA'...
Falsi d'autore...
Arrivi tu...
Nostalgia amara...
Chiamatemi Aquila...
I bisbigli del cuore...
SEI NELLE MIE MANCAN...
LA LOTTA DEL SOLE di...
Periferie...
Francisca...
Un dolce per te...
Mizzeca!...
Figlia mia...
NA SERA DORCE DE PER...
Due cuori e un'anima...
SHOPPING...
Una mano che mi rega...
Riflessi di seduzion...
L\'attimo!...
FEDELE SPECCHIO DEL ...
Poetic forms...
Suadente e nostalgic...
ACCENDI I TUOI SOGNI...
MONOLOGO A ME ...
L'oracolo...
caparbiamente sorda...
Fuggire...
Nell'orto...
Giugno......
Il pianeta dell'Amor...
LEGGENDA PERSONALE...
LI SOGNI di Enio 2...
Un folletto bizzarro...
con gli occhi chiusi...
LE ROSE ROSSE SUL SU...
amami...
Dannarsi l’anima cre...
Dolore sulla notte...
Con una stretta di m...
primaverile tempo...
Haiku A casa...
AMARTI...
Non c 'è scappatoia....
Penso al destino...
SCIARADA...
Tra le rive delle no...
Un'ambizione che spa...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il bar del Sesto Senso

Al bar del Sesto senso ci vai
quando hai litigato con la solitudine
e fatto pace con la rabbia.


Il padrone non si vede mai,
ma dicono che sia in viaggio, forse nel deserto
a comprarsi un’altra moglie
e che presto tornerà.


Ogni volta che entro chiedo di Giovanna,
quella bionda con la voglia di fragola sulla guancia,
ma lei se n’è andata solo un momento prima,
un momento prima che io entrassi,
così, mi dicono sempre.


Al tavolo vicino alla finestra
c’è un vecchio negro che arrotola sigari cubani.
Li offre a chi gli racconta una storia che già non conosca,
poi ti sorride con il suo dente d’oro,
scuote la testa e riprende il lavoro.


In piedi il professore legge il giornale di ieri,
dice che così ha il tempo
per prepararsi alle disgrazie di oggi.
Ride di gusto la portiera
che da anni gli fa gli occhi dolci
e che a volte gli nasconde il giornale per dispetto.


E c’è sempre una puttana, ha occhi così teneri
che non riesco a fissarla senza tremare,
a pensarci qualcuno dice che si chiama Maddalena.
L’ubriaco le guarda i seni,
si fruga nelle tasche
e poi piange chiamando la moglie per nome.


Il cameriere mi conosce,
lo sa che prendo caffè freddo con vaniglia
e sa anche che non voglio zucchero.
Non voglio niente che addolcisca i ricordi.
E poi
E poi
E poi, dal bar del Sesto Senso te ne vai
quando hai litigato con la rabbia
e hai fatto pace con la solitudine.



Share |


Poesia scritta il 13/07/2014 - 18:11
Da floriano fila
Letta n.337 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Sembra di vivere una atmosfera un po'retrò in questa bella poesia che affronta il tema della solitudine.Una storia in mezzo a tante storie di solitudine e vita. Molto bella!

Claretta Frau 13/07/2014 - 19:24

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?