Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
NOCTUA PRONUBA...
Barcollo...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
S.Francesco....
E' Tempo...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Catena arruginita

Mio padre
era
il terzo
di sette fratelli.


Fratelli
son stati
fino
a lo giorno
prima
del matrimonio.


Poi,
le mogli
cattive,
perfide,
crudeli,
pian piano,
li han fatti
disconoscere.


Da li sette fratelli
nacquero
una ventina di figli.


Cugini
che tanto s’ignorano,
che poco si parlano,
che poco si cercano,
per la lontananza,
per il carattere,
perché i genitori
“loro”
non li han
fatti incontrare.


Da questi
venti cugini
son nati
altri bambini.


E’ inutile parlare…
il sangue
scorre
in rii diversi.


Del cognome?
Solo
uno scorrere anagrafico!



Share |


Poesia scritta il 15/07/2014 - 09:34
Da Rocco Michele LETTINI
Letta n.552 volte.
Voto:
su 13 votanti


Commenti


Vera purtoppo. Comunque molto intensa davvero. Ciao carissimo Rocco

MARIA ANGELA CAROSIA 14/07/2015 - 14:14

--------------------------------------

Catene cosi arrugginite se ne trovano tante in giro,l'egoismo ,l'invidia e l'interesse prevale in quasi la totalità dei casi,complimenti hai ben dipinto una triste realtà,bravo ROCCO

genoveffa 2 frau 23/09/2014 - 17:18

--------------------------------------

Estremamente interessante il tuo scritto. La disgregazione delle famiglie (per come una volta si intendeva la parola famiglie) che si trascina di generazione in generazione.
In comune resta un cognome...
Ciao
Aurelio

Aurelio Zucchi 23/09/2014 - 16:32

--------------------------------------

Sì, le pecche ereditarie esistono, ma la nostra essenza è quella che la natura ci dà e che noi manipoliamo. Una volta che ci si allontana dalla famiglia d'origine tutto si scombussola, ma noi restiamo sempre quelli che siamo, Rocco! Molto piaciuta la tua osservazione, Un saluto!

Giuseppe Vita 23/09/2014 - 16:28

--------------------------------------

I dettami della prima parte di quest'opera mi vedono fortunato, ma io ero il più piccolo di noi tre e sono rimasto il fratellino fino alla lo scomparsa. La seconda parte combacia con l'iter della mia parentela...Rocco, mi fa piacere che ci sei anche tu in oggiscrivo. Salutoni.

Ugo Mastrogiovanni 24/07/2014 - 14:17

--------------------------------------

Condivido le parole di Salvatore. Succede, e succede molto spesso, ormai. E alla fine ci si rende conto che contano davvero i legami affettivi, e non solo le parentele di sangue. Bella la poesia, bravo! Serena giornata, Marina

Marina Assanti 22/07/2014 - 10:57

--------------------------------------

Mi sono ritrovata a pensare alla famiglia di mio padre. Tristemente.... Bella poesia.

Selena T. 17/07/2014 - 10:14

--------------------------------------

Ottima poesia che racconta una realtà...Purtroppo accade, forse è accaduto sempre, ma oggi ancor più si ha la percezione di quanto poco contino i legami familiari e l'armonia, la sicurezza che la famiglia un tempo donava.

lidia filippi 17/07/2014 - 10:03

--------------------------------------

triste realtà parentale,molte volte le famiglie son divise causa acredine fra persone,intensa poesia,bravo rocco

loretta margherita citarei 16/07/2014 - 06:36

--------------------------------------

Caro Rocco, succede anche nelle migliori famiglie!
Del resto non è il sangue che conta, ma ciò che si costruisce e che tiene uniti. Pregevole pensiero.

Salvatore Linguanti 15/07/2014 - 20:22

--------------------------------------

Molto bella!!

Ayesha Catalano 15/07/2014 - 20:04

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?