Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di lÓ della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchý scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
ChissÓ se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore Ŕ come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il vero amore

Era un affetto strano
sembrava fatto a fette.
Gli sfuggiva di mano.
Fatto di pochi fatti,
non sortiva effetti.
Offriva dei dolcetti,
ma erano amaretti!
Non sembrava affatto
che avesse dei difetti:
in apparenza amore,
anche se senza cuore.
Sembrava abituato,
ma coi piatti infetti
avvelenava i ratti.
E sotto certi aspetti
si era affezionato.
Lei lo chiamava affetto
solido e perfetto.
Frugava dappertutto,
e disfaceva tutto.
Non rifaceva il letto,
vociava in dialetto
ed era contraddetto.
Un contegno siffatto
lo chiamate affetto?
Si spogli˛ del rispetto
e le diede lo sfratto.


Share |


Poesia scritta il 06/08/2014 - 18:26
Da Ugo Mastrogiovanni
Letta n.466 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Il vero amore intendendo il contrario di quello che hai scritto, Ugo! Molto significativa e sarcastica! Piaciuta, Un saluto!

Giuseppe Vita 05/10/2014 - 13:09

--------------------------------------

io non direi proprio.... bella ugo simpatica originale... sempre un piacere leggerti

Carla Composto 10/08/2014 - 12:03

--------------------------------------

Altro che vero amore. S P L E N D I D A.
Piaciutissima, complimenti!!

Marina Assanti 07/08/2014 - 00:34

--------------------------------------

STUPENDO IL TUO RIMATO BACIATO... APPREZZATO L'INTIERO CONTENUTO BRILLANTEMENTE FORGIATO...

Rocco Michele LETTINI 06/08/2014 - 23:10

--------------------------------------

Senza rispetto, mai c'Ŕ amore...Ed il rimedio dev'essere pronto ed energico. Sempre.

Vera Lezzi 06/08/2014 - 22:59

--------------------------------------

Il dolce amaro di un sentimento in un rimato gradevole. Complimenti professore.

Antonio GARGANESE 06/08/2014 - 22:56

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?