Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Sindrome di Stendhal...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...
Riflesso d\'Argento...
In Questo Confuso An...
Il MIO NOME È LiBERT...
Canzone per un'amica...
Tutti siamo stati ba...
La stagione dell'amo...
Canto del vento sull...
Mio Padre...
Senza tempo...
Il silenzio della ne...
Un altro whiskey...
NE UCCIDE PIU LA LIN...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Criniera Dorata

Non più le limpide acque
attraversano il suo bel viso,
la signora ancestrale si è abbandonata
al vento della desolazione
che ha colpito queste terre.


Siamo in un deserto
di acqua sporca,
pieno di mercanti
che vogliono venderti
l'ultimo oggetto dei desideri,
all’amaro prezzo di strapparti il cuore
in mille frammenti
e gettarlo nelle vasche
in cui sguazzano gli stolti.


Le catene del tempo
ci imprigionano i muscoli
e spaventano il leone
che giace addormentato
sul suolo del tempio,
nessuno ha mai provato
a liberar(si)e il grande leone
dalla criniera d'oro,
poiché nessuno è a conoscenza
del suo vittorioso ruggito .


Nessuno ha mai provato
a domandarsi se,
quel suolo su cui cammina,
è il suolo della morte o della vita.



Share |


Poesia scritta il 12/08/2014 - 15:52
Da Lorenzo Arcaleni
Letta n.485 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Grazie tante Vera :)

Lorenzo Arcaleni 15/08/2014 - 15:00

--------------------------------------

Amo riconoscere sempre i miei limiti, l'unico modo efficace per crescere, in tutti i sensi: non sono riuscita a penetrare nel testo con la chiarezza necessaria per produrre un commento onesto. Un'immagine però mi era rimasta dentro: un leone che ha oramai perso tutto quanto simboleggia...Solo l'emblema di una città, o dell'intera cultura attuale?...Davvero pittorica, comunque, questa tua.

Vera Lezzi 15/08/2014 - 14:55

--------------------------------------

Hai colto Claretta, ti ringrazio

Lorenzo Arcaleni 14/08/2014 - 14:00

--------------------------------------

Forse perché dentro di noi oramai siamo già spenti e quel leone oramai è solo la brutta copia di un povero micio rassegnato.I giovani una volta avevano in mano la vita ora è la vita a stroncare l'ardire ancora prima che si desti Bravo Lorenzo!

Claretta Frau 13/08/2014 - 18:33

--------------------------------------

Ti ringrazio Genoveffa :)

Lorenzo Arcaleni 13/08/2014 - 12:17

--------------------------------------

Lirica intensa che porta a profonde riflessioni,ci sono tanti morti che camminano ma facciamo finta di non vederli il mio elogio

genoveffa 2 frau 13/08/2014 - 10:38

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?