Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Vivere......
IL CAMPANILE...
Le mie impronte sull...
Solitudine...
Il bullo...
Fai brillare la tua ...
TORMENTO OSCURO...
RICORDI...
Settembre è vicino...
SABBIE IMMOBILI...
Impressioni sul fini...
Veni-vidi-vici...
DESTINI INCROCIATI (...
Fiore malevolo...
autostrade...
L'inizio dei 20 anni...
Non pensare...
Una piuma...
Nausea...
Ad Amatrice...
Mi sei apparsa...
Haiku PERDERSI...
LANGUIDAMENTE........
Libera nos a malo...
Il Gallo mattiniero...
EMANUELLE - sera (le...
L\\\'amore taciuto...
Le ali tarpate...
Il pescatore...
La Volpe Notturna....
SOLO TU PER SEMPRE...
Italia mia (C)...
Parole disorientate...
NERONE er bullo ...
Poeta...
CERCAMI SOTTO LA PEL...
Ora ricordo...
UNA VOLONTARIA...
Terra di Sicilia...
Non aver fretta di m...
La partita di pallon...
Ci sei!...
IL PRESENTE...
Foglia frale Ness...
La comparsa...
LENTEZZA...
La Scatola Laccata, ...
Come soltanto nei so...
ACINO ACERBO...
Il dolce vento dell\...
Un'altra dimensione...
Ti amo e soffro...
...ISTANTE DI PURA F...
CON TE NELL/INFINITO...
Tra vortici di stell...
Un metro di neve bia...
Quell'alone cupo e f...
Poco a poco...
ER LIMONE PAZZO...
Portatore di pietre...
afferra quella nuvol...
D'azzurro e sale...
Rimorso...
il gigante nano. ...
la rosa...
In certi momenti la ...
È bello vivere da il...
la luna dall'alto.....
Non voglio sognare p...
Cesare chi è ?...
le cose semprici...
DESTINI INCROCIATI (...
E la Luna parló al ...
Ho visto una stella...
Mi piace tutto di te...
Il nulla...
La tua assenza mi ha...
Il Pavone vanitoso...
Maria grazie di esis...
amo la pioggia...
Al cimitero dei carr...
Settembre...
MAROTTA: Family Beac...
Spesso ogni piccola ...
UCCELLI di MALO AUGU...
IL MISTERO DELL\\'EM...
Notturno n.4...
NOI LA VITA...
Agrigento e la Festa...
Piccola cosa...
Il Nero...
Gioventù...
IL MIO AVATAR...
E tacque attorno a n...
FIORI D'ARANCIO...
A ME STESSO...
LA PENDOLA...
Di notte...
Vorrei essere......
Io...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'osteria del tempo che passa

C’è sempre un vagabondo
all’osteria del tempo che passa
che inventa storie d’amore per chi le vuole sentire,
che racconta storie d’amore per chi ha bisogno d’amare.
In cambio chiede solo un uovo sodo e un sorso di vino.


Lui racconta di Valeria ogni sera sullo scoglio
a dipingere le nuvole a forma di vela,
ad aspettare una bottiglia di vetro
con dentro una poesia e il suo nome,
con dentro quel richiamo di vento
per i suoi occhi da sempre in tempesta.


Racconta del vento di pianura
innamorato dei lunghi capelli di Carina
e della gelosia delle foglie,
dell’invidia del sole
e di quell’uomo che l’aspettava ogni notte
con gli occhi bruciati da pensieri proibiti.


Racconta di Amanda, dell’azzurro ghiacciato dei suoi occhi
e dell’impronta d’argento che lascia sul cuore.
Lui racconta di Amanda,
l’ultima strega del mondo
e del suo gatto nero che mangiava le stelle.


Racconta degli amori che durano un bacio,
racconta a braccio e a memoria,
la figlia del padrone l’ascolta in punta di dita,
non ha ancora sedici anni,
ma ha i capelli lunghi e lo sguardo lontano
e forse
e forse anche lei è un po’ innamorata.


In bocca ha cento nomi di donna,
ma si capisce che è solo di una che parla,
ma si capisce che è sempre quella che sogna
e la lacrima che striscia sul tavolo
è un’altro nome in attesa del suo vestito sposa,
mentre gli alberi del giardino aspettano la luna
per sollevarle la gonna
e il fantasma del prete ride in disparte
fumando l’ultima sigaretta del giorno.


All’osteria del tempo che passa
c’è sempre un vagabondo
che inventa storie d’amore per chi le vuole sentire,
che racconta storie d’amore per chi ha bisogno d’amare.
Ah, dimenticavo signori,
la storia di oggi, questa storia
vi costa un uovo e un bicchiere di rosso,
perché dimenticavo di dirvi
che quel vagabondo…
quel vagabondo sono io.



Share |


Poesia scritta il 08/09/2014 - 15:30
Da floriano fila
Letta n.365 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


C’è la storia di una vita, ed è una vita che mi ha fatto venire i lacrimoni agli occhi. Grande carica emotiva e descrittiva le parole hanno preso forma. E io ero là a offrirti un uovo sodo e a brindare con te.

Claretta Frau 09/09/2014 - 15:47

--------------------------------------

mi piace l'atmosfera, bravo!

Cheta La Notte 09/09/2014 - 01:32

--------------------------------------

complimenti potrebbe essere il testo per una canzone,vagabondo sei stato bravo,a rileggerti presto FLORIANO

genoveffa 2 frau 08/09/2014 - 22:36

--------------------------------------

Tutta bella, in particolare i primi cinque versi. Complimenti!
Ciao
Aurelio

Aurelio Zucchi 08/09/2014 - 19:04

--------------------------------------

DELIZIOSA. Altre parole sarebbero sprecate...E dire che di solito scrivo tanto...Ma anch'io mi beo talora a contemplare con l'anima...e basta.
Vera

Vera Lezzi 08/09/2014 - 16:28

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?