Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Mare

Predisposte le reti
e alzati gli occhi al Cielo,
antico segno di preghiera,
il pescatore spinge
la sua barca in mare,
come carezzandola,
poi vi salta su
e s’avvia
per la sua rotta.


Restano sulla riva
le orme
dei suoi nudi piedi
conchiglie
sbiadite dal sole
e della barca
il sabbioso solco.


La bianca scia s’allontana
sempre più sfumata
e all’orizzonte lontano
dove il cielo al mar si fonde
svanisce.


Mi sibila leggero il vento
strane vecchie storie
di gente partita e mai tornata
e temo, e prego
mentre per l’aria
echeggia
il verso del gabbiano.


Mare, oh mare, or egli
è nelle tue braccia!



Share |


Poesia scritta il 09/09/2014 - 18:00
Da Mario Bruno Ciancia
Letta n.578 volte.
Voto:
su 10 votanti


Commenti


Hai dipinto la partenza, Mario, ma del ritorno non si sa alcunché. Tutto alla clemenza del mare! Poesia molto sentita e ben scritta. Un saluto!

Giuseppe Vita 23/09/2014 - 17:05

--------------------------------------

Questa la metto tra le mie preferite.
Immagini e poesia si intrecciano alla perfezione e, in questo caso, leggendo di mare non posso rimanere impassibile.
Congratulazioni, è meravigliosa.
Ciao
Aurelia

Aurelio Zucchi 11/09/2014 - 22:19

--------------------------------------

Complimenti è bellissima.Un caro saluto

giusy leotta 11/09/2014 - 22:15

--------------------------------------

Opera intensa ,significativa del duro e sacrificato lavoro del pescatore,senza trascurare il rischio che il mare se lo tenga per se,bravissimo MARIO BRUNO

genoveffa 2 frau 10/09/2014 - 19:54

--------------------------------------

Molto bello questo connubio tra l'uomo e il mare, ciascuno con la propria realtà; di vita per l'uomo, misteriosa per il mare.

Salvatore Linguanti 10/09/2014 - 19:51

--------------------------------------

Veramente bella.
Lasciatelo dire da chi il mare lo ha vissuto cosi come l'hai descritto. Il mio papà faceva il pescatore e quindi.... Complimenti. Ciao

Romualdo Guida 10/09/2014 - 15:51

--------------------------------------

Ricca di particolari, speranze e paure: hai descritto molto bene un mestiere che va scomparendo. Buona giornata, ciao!

Chiara B. 10/09/2014 - 13:55

--------------------------------------

Splendida. Molto apprezzata nel contenuto e nella forma.
Complimenti!!
Un saluto,
Marina

Marina Assanti 10/09/2014 - 12:20

--------------------------------------

Il mare come grande mamma...Veramente Bella Bruno.

Auro Lezzi 10/09/2014 - 12:13

--------------------------------------

Partono i pescatori verso nuove pesche... Miracolose? Ho pensato ad un metafora... il nostro trapasso verso l'immenso Eden... IL MIO ELOGIO MARIO - FELICE GIORNATA

Rocco Michele LETTINI 10/09/2014 - 07:45

--------------------------------------

Ciao Mario,hai descritto benissimo la partenza dei pescatori,un lavoro molto difficile e sacrificato...un saluto

Anna Rossi 10/09/2014 - 05:04

--------------------------------------

Immagini vivide e poeticamente descrittive.
Bella e piaciuta, tanto.
Grazie Mario.

Giuseppe Aiello 09/09/2014 - 23:48

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?