Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mio......
Se...
LUCE CHE MI TOCCA...
Sera...
A Firenze...
Al pianoforte...
Sbrigati ad amare...
Foglia d'autunno...
PRIMAVERA D'AUTUNNO...
Time out...
CANTO D'AMORE...
Questa fu missione d...
C'era una volta la m...
Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Compagni di viaggio

La stessa luna.
Lo stesso cielo.
E noi così diversi
ma così eguali,
divisi solo da una riga
che demarca l’orizzonte.


Una forbice alata
picchia sul globo.
Ritaglia il destino
e ... dimezza le distanze.


E ancora noi in ginocchio.
Noi - le mani sporche
di terra e di sangue.
Noi - ad aprire un varco
tra polvere e memoria -
e - incerottare il cuore.


Noi più forti
Fra le macerie ancora fumanti
che stemperiamo un nuovo colore.
E - compagni di viaggio
suddiviso il bagaglio
insieme -
riprendiamo il cammino. ---------------------------------------------------


Dedicata alla tragedia dell'undici settembre.



Share |


Poesia scritta il 11/09/2014 - 12:15
Da Claretta Frau
Letta n.459 volte.
Voto:
su 11 votanti


Commenti


Chiaramente le donne così come gli uomini tutti, dobbiamo essere dignitosi, il mio non voleva essere un attacco personale a te come uomo perché non ti conosco e non mi permetto, ma al fatto che la violenza venga giustificata con il dire che è stata provocata. La violenza è violenza punto e basta. Non ci sono mezze misure. Se mi viene detto di buttarmi dalla finestra mica sono scema e mi butto. Quindi a quei cari uomini che sbandierano falsi pretesti mi sento di dire che sono solo delle mezze tacche e in un rapporto normale a due non valgono a niente. Si sente parlare di violenze anche su donne di settanta, ottant’anni perciò come si può ancora parlare di provocazione? Nelle carceri si usa violentare gli uomini secondo te hanno provocato? O non è nient’altro che un istinto bestiale e represso che un uomo non sa tenere a freno?

Claretta Frau 14/09/2014 - 20:31

--------------------------------------

ciao Claretta , siamo appunto compagni di viaggio , in qst bel sito di poesie, x quanto riguarda l'aforisma , avete mica interpretato male come al solito il mio pensiero? rileggi bene cosa ho scritto: gli stupratori vanno puniti ,ma anche le DONNE, devono cmq essere dignitose
io donne dignitose e composte ne conosco tante, e sicuramente rischiano meno, poi capite come volete , GENO compresa , ciao

salvatore alvaro 14/09/2014 - 18:19

--------------------------------------

Per non dimenticare! La tua esigenza di richiamare alla mente quella tragedia umana si veste di originalità e garbo nel rievocarla.
Ciao
Aurelio

Aurelio Zucchi 13/09/2014 - 18:59

--------------------------------------

Grazie a tutti per gli splendidi commenti. Claretta

Claretta Frau 13/09/2014 - 18:56

--------------------------------------

Versi morbidi come il suono di un flauto e profondi come l’orizzonte. Un’opera in cui si manifesta l’interesse forte per l’umanità dolente dei nostri giorni. Un messaggio di grande intensità lirica.

Ugo Mastrogiovanni 13/09/2014 - 17:51

--------------------------------------

Una tragedia che ha diviso la storia in un PRIMA e DOPO quel maledetto giorno.
Molto intense e sentite le parole incisive e condivise di questa tua dedica. Brava!!!
Un caro saluto, a rileggerti, Marina

Marina Assanti 12/09/2014 - 17:29

--------------------------------------

Indimenticabile quell'11 settembre 2001... Purtroppo, nonostante tutte le guerre e le tragedie del passato, l'uomo non ha imparato ancora niente... Buona giornata Claretta, e buon fine settimana!

Chiara B. 12/09/2014 - 11:06

--------------------------------------

Una triste giornata che niente potrà mai cancellare,splendida dedica CLARETTA

genoveffa 2 frau 11/09/2014 - 21:46

--------------------------------------

Grazie ragazzi,tragedie così non devono ripetersi.Sarebbe bello se potessimo realmente unirci nel mondo e formare le maglie di una forte catena di pace e giustizia.

Claretta Frau 11/09/2014 - 21:36

--------------------------------------

SUBLIME IL TITOLO... CONSIDEREVOLE IL CONTENUTO... UNA PROFONDA SEQUELA... FELICE SERATA

Rocco Michele LETTINI 11/09/2014 - 21:25

--------------------------------------

Bravissima Claretta. Hai fatto bene a pubblicarla, per non dimenticare la tragedia dell'undici Settembre...
Ottima dedica.

Paola Collura 11/09/2014 - 20:47

--------------------------------------

In effetti, siamo tutti compagni di uno stesso viaggio e condividiamo le stesse cose, anche se alcuni ritengono di essere diversi e di stare al di fuori di questa realtà. Neanche chi ha più degli altri può chiamarsi fuori da questa realtà.
Bellissima poesia!

Salvatore Linguanti 11/09/2014 - 20:23

--------------------------------------

Un piccolo inno cara Claretta!

Auro Lezzi 11/09/2014 - 18:58

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?