Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
Autunno...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
NIPOTI...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Mi hai detto... ( Po...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...
Riflesso d\'Argento...
In Questo Confuso An...
Il MIO NOME È LiBERT...
Canzone per un'amica...
Tutti siamo stati ba...
La stagione dell'amo...
Canto del vento sull...
Mio Padre...
Senza tempo...
Il silenzio della ne...
Un altro whiskey...
NE UCCIDE PIU LA LIN...
La montagna...
SERA D'OTTOBRE...
Roma...
Il nonno...
Can'e gatto...
Tutto passa...
Game over...
Scrittura come cura...
DOLCI CAREZZE...
Occhi...
LEGGEREZZA...
TRA LUCE // E // OS...
Forse i codici della...
Il richiamo del vent...
Le sirene di Ulisse...
Quel giorno...
CARO PAPÀ E CARA MAM...
Dieci minuti al gior...
La Coccinella sfortu...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Andrès suona la fisarmonica

Andrès suona la fisarmonica sul metrò,
perché a casa ha una gatta con un occhio solo che aspetta,
ma nessuno gli crede
e pochi lo stanno a sentire.


Andrès suona valzer ungheresi
tra un telefonino che urla,
una risata sboccata
e quel dolore che gli è restato alla pelle attaccato.


Andrès scrive ancora favole con gli occhi
per quel suo amore che troppo presto ha imparato la vita,
per quel suo amore troppo presto fuggito,
ma lui ancora suonando lo cerca,
ma lui ancora suonando lo chiama.


La gente lo guarda e gira la testa,
la gente lo vede e fa finta di niente.
Solo una ragazza tormentata da un sogno
gli lascia una moneta per tutto il giorno che duri.


Andrès non chiede nulla,
continua a suonare i suoi valzer ungheresi
perché a casa ha una gatta che aspetta,
una gatta sul davanzale che ascolta
e che a volte piange dall’unico occhio che ha.



Share |


Poesia scritta il 01/10/2014 - 16:36
Da floriano fila
Letta n.716 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


Poeta Floriano,
buongiorno!
Come si può fare,per trovarla nella lista contatti di questo sito,ai fini della messaggistica personale?

Maria Valentina Mancosu 04/10/2014 - 15:23

--------------------------------------

Molto intensa per emotività e coinvolgimento.
Ciao
Romualdo

Romualdo Guida 02/10/2014 - 18:09

--------------------------------------

Molto apprezzata, commovente e vera.

Ugo Mastrogiovanni 02/10/2014 - 11:18

--------------------------------------

Opera musicale,intensa
piaciuta e commovente
complimenti Floriano
un saluto,buona giornata

genoveffa 2 frau 02/10/2014 - 07:45

--------------------------------------

Veramente coinvolgente Floriano..."Fila" come un jet dritto al cielo del cuore...Una poesia che ho letto più di una volta e mi ha commosso.

Auro Lezzi 02/10/2014 - 07:28

--------------------------------------

VERSI CHE TOCCANO PER QUESTI SUONATORI DI STRADA CHE COMMUOVONO, CHE LASCIANO NOTE ALLEGRE... PER QUALCHE SPICCIOLO... PER QUALCHE ELOGIO... E PER CERTI DEI DISTURBI (I SENZA CUORE DI SEMPRE)...

Rocco Michele LETTINI 02/10/2014 - 04:50

--------------------------------------

COMMOVENTISSIMA. Di una tenerezza e tristezza immense. GRAZIE! Vera

Vera Lezzi 02/10/2014 - 01:42

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?