Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mare verde...
Schizzi di luce (poe...
RICAMI DI LUNA...
Il prestigio di una ...
Nel mercato dell'int...
La mente e il cuore...
Cartagine...
A mio favore...
Un cielo troppo gran...
Alla mia Cri...
gli elementi...
Per tutta l'eternità...
Senza armonia...
Mia Madre...
A te e a me...
LA NINNA NANNA DELLA...
Il regno animali ...
Ostetrica(C)...
PIUMA AL VENTO...
PAURA DEL SILENZI...
STELLA...
L'ignoto...blu...
Sentimenti...
Davanti a noi...
Pace a ferragosto...
SENTO LE TUE CAREZZE...
Evanescente...
Lontano...
...IL SAPORE DEL CAO...
Polvere...
La Ragazza Dai Capel...
E RITORNO AL PASS...
Stupido amore...
Le mie teorie...
La poesia non dev'es...
SENZA AMORE...
ALMENO...
BUGIARDO SORRISO...
Sorriso amaro...
Forse,ti amo....
Bang… Bang… Bang…...
Credevo. E poi......
L'aquilone...
Vien la pioggia d'ag...
L'amicizia I veri...
Cara mamma.......
IL PIANTO DELLA...
Cadice...
ARBRE MAGIQUE...
Ti ho lasciata indie...
Quieto e silenzioso...
Inutili verba...
Vivere...
Quel battito in più...
epoche...
Il punto...
L'odore della Notte...
La MIA STELLA...
Il nodo dell'anima...
La Colonia...
Corro da lei...
SOGNO O ILLUSIONE?...
L'attore...
La missione...
Arijane....
ROMA, CHE T’HANNO FA...
IL RESPIRO DEL MARE...
L'amore che non vive...
Stai con me...
Anna Sorridi...
HAIKU nr. 18...
Bimbo bello...
...QUESTA BELLA ROVI...
Nessuna notizia da D...
Ridere...
La felicità è un'ill...
Nel nuovo sereno...
IL QUARTO ANNIVERSAR...
Vola... Aquila Reale...
Non siamo niente...
Pensieri d\'estate...
La rosa...
Una notte in aeropor...
Vorrei tu fossi qui...
celate in uno scrign...
NONNO RACCONTAMI...
Tediosa....
Diceva mio Padre ......
La tremenda profezia...
voglia in cerca di l...
Datemi una stella...
Le tue lunghissime c...
ESTATE BRUCIANTE...
L 'isola...
Filastrocca d'amore...
Chi sei?...
Diamante...
Il lamento dei poeti...
Troppe-D 2...
amor sofferto...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Tempesta Ardente nella Brace

Mille sogni cadano
nella brace ardente,
piccole mani
si tendono al cielo.


Quali alberi affondano
le radici nella terra?
Inutili lamenti
di vetri appannati.


Sesto senso
all'apertura delle catene,
ferri che toccano
le corde della vita, annaspano,
tremori profondi nell'abisso.


Quanti occhi vagano
per il sentiero, d'argento lunare,
tonfo sordo nel teatro dell'angelo,
eccoli finalmente ansimare
per la vincita del bottino d'oro.


Alla fine della lama
non vi è che una punta affilata,
il saggio la cura
e la ripone nel fodero,
il pazzo non ne conosce l'utilizzo
se non per uccidere.
Ma i venti adesso riposano
dal lungo sonno, le barche ormeggiate
nei loro pensieri
si lasciano cullare,
come da sempre,
nel moto impetuoso della tempesta.



Share |


Poesia scritta il 04/10/2014 - 17:45
Da Lorenzo Arcaleni
Letta n.482 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Grazie mille a tutti

Lorenzo Arcaleni 06/10/2014 - 10:03

--------------------------------------

Splendida composizione. Da conservare la quarta strofa nella quale raccolgo il messaggio dell'autore.
Ciao
Aurelio

Aurelio Zucchi 05/10/2014 - 19:16

--------------------------------------

La poesia che osserva... Eccezionale Lorenzo...

Rocco Michele LETTINI 05/10/2014 - 12:14

--------------------------------------

Grazie Morris :)

Lorenzo Arcaleni 05/10/2014 - 11:01

--------------------------------------

Ottime potenzialità applicate con discernimento!

Morris Gambrin 05/10/2014 - 10:37

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?