Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Autunno...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
NIPOTI...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Mi hai detto... ( Po...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...
Riflesso d\'Argento...
In Questo Confuso An...
Il MIO NOME È LiBERT...
Canzone per un'amica...
Tutti siamo stati ba...
La stagione dell'amo...
Canto del vento sull...
Mio Padre...
Senza tempo...
Il silenzio della ne...
Un altro whiskey...
NE UCCIDE PIU LA LIN...
La montagna...
SERA D'OTTOBRE...
Roma...
Il nonno...
Can'e gatto...
Tutto passa...
Game over...
Scrittura come cura...
DOLCI CAREZZE...
Occhi...
LEGGEREZZA...
TRA LUCE // E // OS...
Forse i codici della...
Il richiamo del vent...
Le sirene di Ulisse...
Quel giorno...
CARO PAPÀ E CARA MAM...
Dieci minuti al gior...
La Coccinella sfortu...
Non so come......
Ti parlo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Pure a voi che non intendete

Pure a voi che non intendete
e non udite giungono parole
quando nel folto dei pensieri
vi ritrovo o vi riperdo
similmente ad un sole
che tra veli aerei
s'affacci o si nasconda.
Dall'assenza vi rapisco
e vi riporto alla luce
ristringo una mano che non dona
bacio un volto che non sorride
sosto davanti a una rosa appassita
che langue in un giardino chiuso.
Da voi che foste amore
e passione un giorno
fatal al cuor venne la morte!
Come, come poté accadere?
Eppur ancor se dimentico
oltrecielo vi faccio vivente
luce fiammeggiate e mi accecate
eco di altri accordi risuonate
borbottii di acque termali
riaprono memorie amene
da una tormenta nevosa vi salvo
portandovi nel caldo di un'alcova.
Qual nulla pietroso resta
il tutto che volevamo afferrare
e altro tristemente non contiene!
Non indugiate e pur in ritardo
stracciate la silloge
che con amor vi destinai
trita buttatela in una fogna:
a voi folle e torbida
di gelo intrisa niente poteva dare!
Non rispondete se vi chiamo
se non mi amate e non vi amo
più non vaneggiamo ricordi abbuiati
voi e io distanti e murati!
Tutto al fluir del tempo
si discioglie in vuoto atroce,
all'ispessimento della lama
che ci trafigge più aumenta
il grido di dolore muto
che inutile dura e si ripete
nel turbine che destini stravolge.
Sol ancor vi chiedo appena:
non mi perseguitate pure nel sogno!


Share |


Poesia scritta il 15/10/2014 - 14:29
Da Angelo Michele Cozza
Letta n.293 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?