Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Raul...
Ai posteri...
...ma le gambe ?...
Come quando piove...
AD ALDO MINIUSSI (+2...
Per la felicità?...
Confini e certezze...
A te. A me....
Cocci... d'Eternità....
Paralisi....
UN CORIANDOLO DI CAR...
LO SFRATTO...
Addio Divano...
Un solo pedone...
GLI OCCHI DEL F...
A piedi nudi...
A piedi nudi...
Un Sole stanco, un C...
AMICA PER SEMPRE...
Volare nel cielo del...
POMERIGGIO A VILLA B...
E' amore...
FINALMENTE DONNA...
VIBRANO I RICORDI...
Il cerchio della vit...
SFUMATURE...
Amici miei...
Quest\'amore...
ARTE INFINITISAMENTI...
comprenderesti quan...
Sconfessare sempre i...
Mirando le stelle....
Ho bisogno di parole...
Chi sei?...
CUORE NOMADE...
SABATO DIVERTENTE...
Primo binario...
Ogni giorno......
Tempo Antico...
DISTANZE (filo…sof...
Il silenzio è la vit...
Riflessi dimenticati...
NON HO MAI SEDOTTO L...
Melodia della malinc...
Più sento e più pens...
Niente e così sia...
Oggi...
Un pezzo di me....
LA BARCA DOPO UNA CE...
La libertà di scrive...
Stella Luminosa...
Il primo incontro...
Sarà neve...
Dille ch'è suo...
Scritture del cielo...
Bacio in Metrò...
Ghirlanda di mani...
La Furba Nana di Bre...
Sul cuore bianco...
Nuvole...
Isola amara...
IL SAPORE PERDUTO...
L' ECLISSI DI ...
FIGLI...
Il Caso di Gianni Is...
La tua pelle II...
Pioggia...
Un prete anarchico...
Gli occhi di una mad...
Sfida all'ultimo ban...
L'ispirazione...
senza aprire gli occ...
L\'intimità di picco...
La camicia rossa...
Corri tu...
Soliloquio d'inverno...
LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...
Le mie mani...
L'indefinito...
AMICIZIA 2...
e tu...
Buon trapasso...
Solitudine...
Nuove fioriture...
Solitari casali....
Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...
RISVEGLIO...
D'improvviso...
É...
Lucchetti che nascon...
RIFUGIO E' IL VERSO...
S‘è fatta una certa....
Se si è amati si toc...
La pace dei sensi...
Tempo al tempo...
L'amore vince...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il Prete

Cari fedeli in questo momento di mas s sich ima devovichc one preghi mgh hho”
Questo singhiozzo non ci voleva!
“ Cantichamo le loidich al Sighichgnore Dio nostrich”
Così non posso andare avanti, facciamoli cantare sperando che mi passi.
Propio adesso mi doveva capitare,non posso nemmeno andare a bere un sorso d’acqua.
Cristo aiutami tu, fa che finisca la santa messa.
“Avvvicinatichevi fratelli, per ricevere la Santa coooich muione.”
Di sicuro è il papa che mi mette alla prova, l’altro giorno quando ha detto : Sono un cristiano a singhiozzo o sono un cristiano sempre! Si riferiva a me. Tanto lo so lui vede tutto e quando non lo vede c’è sempre qualcuno che gli riferisce.
“Andatiche in pac..ich la messa è finichta..”
Lo sapevo che non dovevo arrendermi al peccato, anche se ho fatto penitenza probabilmente non è bastata. Dovrò pregare molto e chiedere perdono per quello che ho fatto.
Ti giuro che non accadrà più, perdonami e fa che passi questo maledetto singhiozzo.
“Padre alcuni fedeli vorrebbero avere udienza con lei. Sono in sagrestia che la attendono”
“Benedettich figliolo nocino posso riceverlich ho il sighiciozzo….”
“Dicono che è urgente padre, si tratta del maresciallo e suo figlio!”
“Digli di aspettarmi che vaichdo a bere un poiché d’acquaich!”
“Buon giorno padre”
“buon giornich Marescialloich!”
“vedo che ha il singhiozzo, pensi che propio stamani leggevo su Famiglia Cristiana un motto di Papa Bergoglio che riguardava il singhiozzo, come diceva??? ah! Sono un cristiano a singhiozzo o sono un cristiano sempre? Lei che ne pensa?”
“Penso che è meglic o vedercich un’altra volticih ! arrivederci h “
Cristo santo fammi la grazia ti scongiuro, ti giuro che non lo farò più e dirò dieci rosari a voce alta, ma fammi passare questa pena.
Lo sapevo che è peccato fare queste cose ma mi sono lasciato andare alla materiale passione umana senza pensare alla missione a cui ho devoluto la mia esistenza.
Il risultato ottenuto, poi mi aveva messo sull’avviso che non era cosa buona e giusta.
Perdonami mio Signore.


Credo che ormai non mi resti altra possibilità che andarmi a confessare da Don Girolamo alla chiesa dei Salesiani.



“Buon gihcorno Don Gih olamo ho bisognich di confessarmich!”
“Bene che peccati hai commesso ?”
“Sonoich andato alla partitich di pallone a vedere il Livorno ed ho Chiesto un micolich che vincesse!”
“Oh! hai fatto un peccato gravissimo ed oltre a ciò non sei stato ascoltato, anzi il Livorno ha perso quattro a zero forse per colpa tua…..Pensa se lo venisse a sapere il Vescovo che è un tifoso sfegatato.Bene ti assolvo in forma dubitativa Padre Pisano! Per penitenza canta dieci volte l’inno del Pisa!”




Share |


Racconto scritto il 22/04/2015 - 15:53
Da paolo signorini
Letta n.394 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Spassosissimo il tuo racconto. Fuori dalle solite trame, un prete. Bravo, molto piaciuto. Ciao...

Gio Vigi 24/04/2015 - 15:45

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?