Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Io devo proseguire...
FRIZZI E LAZZI...
ED È SEMPRE LEI...
Sazio d'Amore...
Invincibile...
E la pioggia......
Sola cosa importante...
Nevica...
La notte mi prende p...
Odissea d'amore...
Verità Incompiuta...
Eppur mi sono scorda...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
In cerca del caribù...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...
Bava di lumaca...
Quella ragazza...
Il migliore amico de...
OTTO DICEMBRE di En...
Lupo sdentato...
Ascolta se vuoi....
Ogni fiume segue il ...
Passerà la festa...
Cappuccetto Rosso e ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



L\\\\\\\\\\\\\\\' homo mediocris

Oggiscrivo è un sito letterario. E' naturale che non siano previsti spazi per la scienza. Spero che almeno una volta faccia un' eccezione e possa inserire i dati di questo importante studio. Non sapendo dove scriverlo, ho impropriamente occupato quello riservato ai racconti.
Dopo anni e anni di appostamenti, rilevamenti, misurazioni e confronti abbiamo finalmente le risposte per poter conoscere e comprendere le abitudini di un essere che tutti conoscono ma difficile da individuare: l' homo mediocris.
Il lavoro nella sua interezza verrà pubblicato dalle più autorevoli riviste scientifiche internazionali. Qui di seguito troverete solo una breve sintesi.
Bisogna prima di tutto puntualizzare che tipologie di homo mediocris ce ne sono almeno quattro.
C'è l'uomo mediocre intelligente che prende esempio da chi ha doti e conoscenza per migliorarsi.
Vive solitamente nelle vicinanze di quelle persone dalle quali prende spunto.
C'è il mediocre furbo (o che pensa di esserlo) che individua il presunto leader (spesso per posizione, quasi mai per capacità) e lo imita e lo scopiazza.
Vive da solo nella penombra o ai margini del gruppo per non farsi individuare.
C'è il mediocre classico che non si avvede di esserlo e se ne sta beato nella sua pochezza.
Vive in gruppi numerosi gridando e sbraitando, fregandosene di chi gli sta intorno, pensando sempre di essere splendido.
C'è il mediocre stupido, anche conosciuto come homo discretus, il peggiore, che non è in grado di capire l'esempio di chi ha capacità e non riesce a scopiazzare e a individuare il leader. Tenta di uniformare tutto e tutti alla sua nullità, gettando discredito sul lavoro altrui, tra l'atro senza riuscirci quasi mai.
Di questo quarto tipo ce ne sono due varianti, entrambe molto vigliacche: la prima, vive nascosta come un topo di fogna ed esce la notte per non farsi vedere. Elabora le sue losche trame al sicuro nella sua tana e colpisce
gli altri rimanendo nascosto nell' ombra; la seconda , vive in gruppo, sorride davanti, per poi gettare fango addosso quando uno gli volta le spalle. Per concludere è stato accertato che il mediocre stupido è un individuo subdolo, bugiardo, falsamente gentile e falsamente DISCRETO.


P.S. ATTENZIONE. L'ultima creatura descritta tende ad avvicinarne altre della stessa specie per bearsi insieme della loro imbecillità.




Share |


Racconto scritto il 25/04/2015 - 01:33
Da Dario Menicucci
Letta n.571 volte.
Voto:
su 24 votanti


Commenti


Caro Dario, a me, fin dall'inizio, <discreti ed eccellente> sono apparsi subito, in tanti casi, una buffonata... poi anche, certo, segno meschino di malanimo da parte di qualcuno...Molto ho lottato infine per la serietà del Sito, del suo stile generale più che delle sue valutazioni...
Ora sono un po' stanca, a causa di tutte queste sciocchezze e concomitanti cose mie invece molto serie...Sto riposando un po' mente ed anima...cercando di ricaricarmi con motivi spirituali che siano davvero VALIDI.
Viva la Poesia della VITA! Quella VERA!
Vera

Vera Lezzi 25/04/2015 - 18:24

--------------------------------------

CONSIDERAZIONI VALIDISSIME... LIETO FINE SETTIMANA

Rocco Michele LETTINI 25/04/2015 - 13:58

--------------------------------------

A presto e buon fine settimana a tutti.
Dimenticavo......... domani non ci sarò ma lunedì invierò una poesia talmente bella che batterà il record di eccellenti dalla nascita del sito.............. naturalmente saranno tutti fasulli Dario

Dario Menicucci 25/04/2015 - 13:33

--------------------------------------

Grazie Andrea
buon fine settimana anche a te

Dario Menicucci 25/04/2015 - 13:27

--------------------------------------

Ciao Paola
il tuo commento mi ha fatto capire di aver raggiunto il mio obiettivo : aver fatto sorridere qualcuno

Dario Menicucci 25/04/2015 - 13:25

--------------------------------------

Certo, è umano sperare che il difficile parto ottenuto spremendo incessantemente le meningi possa venir apprezzato. A Livorno siete avvantaggiati dall'aria gavinosa e dai ponci der Civili
Comunque l'importante è non prendersi mai troppo sul serio, lasciando che a farsi il sangue cattivo per i voti siano coloro che si sentono "unti dal dio della poesia"
Buona fine settimana, purtroppo nuvolosa.

Andrea Guidi 25/04/2015 - 13:09

--------------------------------------

Caro Dario, hai descritto benissimo la situazione. A me, infatti, ha strappato un sorriso insieme al commento di qualcuno che solo in queste occasioni dimostra di saper commentare.

Paola Collura 25/04/2015 - 12:53

--------------------------------------

Ciao Andrea
quello che dici è vero. Per scrivere qualcosa di decente ( almeno spero ), non avendo competenze specifiche e avendo una formazione scientifica, duro molta fatica e mi impegno molto. E' chiaro che il voto positivo è gratificante: è la riprova di aver scritto qualcosa di buono. Il voto meno buono lo accetterei volentieri se fosse dato non solo per antipatia o come atto dispregiativo, magari seguito da una motivazione e da una critica costruttiva.
Dario

Dario Menicucci 25/04/2015 - 12:32

--------------------------------------

Ciao Salvatore
penso anch' io che non meriti più di tanta attenzione; comunque un po' irritante lo è.
Da buon livornese ho la tendenza a scherzare su ogni cosa. Quello che ho scritto voleva solo strappare un sorriso.
Dario

Dario Menicucci 25/04/2015 - 12:13

--------------------------------------

Mi sa che siamo un po' indietro... noto che da qualche tempo è in atto un'eccellentizzazione del sito: anche le schifezzuole vengono votate come "eccellenti", e nessuno insorge. Quindi, al di là dei bei discorsi sui voti che non interessano, direi che non piacciono i voti "negativi", mentre quelli positivi. anche immeritati, si accettano senza batter ciglio. Dunque i sedicenti poeti, che dovrebbero volare alti, oltre l'umana condizione, al di là del bene e del male, sono invece estremamente sensibili alla gratificazione legata al voto... Meditate, "poeti", meditate ...

Andrea Guidi 25/04/2015 - 12:03

--------------------------------------

Caro Dario, sono d'accordo con quanto detto da te e, in parte, dai vari commenti.
Dico soltanto, visto che il perdurare di questa storia sta divertendo soltanto qualche imbecille che magari si crede d'essere altro, che la Redazione ha gli strumenti o se non ce li ha può procurarseli, per mettere fine a questa sito-novela e al discorso delle letture. In altri siti, infatti, chi è entrato a leggere una volta, può seguitare ad entrare tutte le volte che vuole, ma non verrà più registrato.
Tanto per chiarezza, uno di quelli che, da sempre, è stato preso di mira e continua ad esserlo, sono io. Ma ho imparato che certa gente merita solo indifferenza, in risposta alle loro bassezze, sotto forma di provocazioni. Buona giornata!

Salvatore Linguanti 25/04/2015 - 11:43

--------------------------------------

Ciao Genoveffa
buongiorno e un bacio. Mi fa sempre piacere leggerti.
Dario

Dario Menicucci 25/04/2015 - 10:26

--------------------------------------

Ciao Luciano
ti ringrazio per quello che hai scritto e per essere sempre presente.
Come ho già detto non mi interessa il voto e capisco che averne molti, messi in maniera forzata, renda antipatici. Ma è impossibile gestire la cosa.
Da un punto di vista tecnologico sono equiparabile ad un uomo delle caverne. Non ho né tablet né internet sul cellulare. Quando la sera mi connetto ed entro nel sito di Oggiscrivo è sempre una sorpresa. Solo rare volte qualcuno da casa mi aggiorna sulle poesie che ho inviato. Quindi vivo la cosa in maniera molto tranquilla e fatalista.
Non ho molto tempo per commentare le opere degli altri autori anche se cerco sempre di leggerle con attenzione. Non sarei nemmeno in grado di farlo; è per questo che mi limito a scrivere, mi è piaciuta. Sono comunque d' accordo con te, che sia importante lasciare un commento e un giudizio. Mi farebbe piacere anche eventualmente critiche costruttive e consigli da chi ha le competenze.
Dario

Dario Menicucci 25/04/2015 - 10:22

--------------------------------------

Un problema a quanto pare che sconfina oltre la Cina perché anche a me pare che il problema sia interno,la pochezza umana purtroppo è incontrollabile e ancora con questo noi la stiamo nutrendo e esaltando facendo il suo gioco,non interessa nessuno ma a tutti infastidisce,non posso che darti ragione,buona giornata

genoveffa 2 frau 25/04/2015 - 09:55

--------------------------------------

Dario buon giorno. Ci sono passato anche io, come tutti, sotto la stretta del discreto ed adesso lo "sfotto'" dell'eccellente. Di quest'ultimo nessuno si lamenta forse perché si crede eccellente eppure il gioco è lo stesso. Cerchiamo di essere più partecipativi alla vita degli autori che pubblicano lasciando un commento ed un voto. Spesso questo non capita; forse invidia, forse bontà o meglio quieto vivere.A me hanno visitato la pagina ed abbassato volutamente i voti.Ma chi se ne frega. Se hai voglia di scrivere, scrivi e non badare ai voti. Fai divertire tua figlia credi a me. Tanto i voti che si vedono in giro sono tutti fasulli come le letture ; rimangono solo i giudizi, commenti che mi auguro di non leggere più come fossero poesie alla poesie e racconti ai racconti presentando un po' di protagonismo. Chi vuole commentare si limiti a farlo in maniera succinta ma indicativa ed efficace. Dario tu , come tantissimi altri in questo sito, sei un grandissimo poeta ed artista. Non cascarci

luciano rosario capaldo 25/04/2015 - 09:45

--------------------------------------

Dario non facciamoci il sangue cattivo, le belle opere saltano all'occhio cosí come quelle meno belle.Lo sa anche chi gioca a mettere scompiglio e voti o non voti letture taroccate o meno questo é un dato di fatto che non potrá cambiare pur se gioca in combriccola.Simpatica tua figlia se non altro divertendosi leggerá anche le opere. ciao a rileggerti

Claretta Frau 25/04/2015 - 09:23

--------------------------------------

Ciao Claretta
non so chi sia, nè mi interessa. Probabilmente non è uno solo, ma se lo è, ha la possibilità di votare più volte. Ho notato che è in grado anche di dare il giudizio pessimo. Non è assolutamente vero che si sia messo da parte perchè ogni volta che vengono inserite le poesie inizia la sua opera: delle volte le vota tutte altre volte è più selettivo. Con qualcuno in particolare è implacabile.
Ho una figlia di 17 anni che ha un gruppo di amici della stessa età. Capita spesso che ingaggino delle sfide a suon di voti con lui o con loro e va a finire che le mie poesie alla fine arrivino a un numero di voti assurdo. Spero solo che chi legge valuti il contenuto e non vada a vedere il resto. Ho detto più volte a mia figlia di lasciare perdere ma poi, e del resto non mi interessa, la lascio fare. Anche nell' ultima poesia che ho inviato, cinque terre, è accaduta la stessa cosa.
Ho scritto l' homo mediocris per sorriderci un po' sopra. Niente di più.
Ciao Dario

Dario Menicucci 25/04/2015 - 08:57

--------------------------------------

Mi sorge naturale una domanda.Come mai Dario hai sentito il bisogno di riportare a galla il discretomane proprio nel momento in cui non opera e sembra aver ceduto il passo al compare eccellentomane? Occasioni ne hai avute tante per esprimere il tuo disappunto. Non vedi come tutti sono contenti? Vuoi per favore illuminarci facendo chiaramente nome e cognome?

Claretta Frau 25/04/2015 - 08:26

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?