Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
Sindrome di Stendhal...
Beatrice...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Dialogo con se stesso del Prof. Ardecandri

Stai giocando con i ricordi, come al solito perdi tempo inutilmente. Concentrati su ciò che devi fare adesso e lascia perdere il passato.-
“Facile per te esprimere opinioni gratuite, il mondo non si rivolta contro di te, quando le tue decisioni provocano dolorose reazioni sono io a subirne le conseguenze, non tu.”
Stai cercando di farmi impossessare da uno stato di rabbia che può divenir pericoloso per la tua incolumità. Ti consiglio di calmarti, oppure spegni il macchinario e cerca di sfogarti.
“Va bene accosto accanto a quella passerella, così ti getto di sotto.”
Fai pure, ma come al solito ne pagherai le conseguenze.
“Cerchiamo di chiarire una volta per tutte il nostro rapporto. Fin da quando ho iniziato a frequentare le scuole mi hai sommerso di domande, appropriandoti della mia libertà.
Sono riuscito ad avere un po' di quiete dopo che immergendomi nello studio ho dato le risposte corrette ai tuoi quesiti, ma tutto ciò è durato poco.
Giunto all’università mi hai costretto ad iscrivermi alla facoltà di scienze mentre ero un vero appassionato dell’arte.
Mi hai ossessionato per anni non con le solite domande ma bensì mi ordinavi , oramai, come ad un cameriere, di sviluppare un esperimento chimico o di rivoluzionare una teoria scientifica.”
Scusa se ti interrompo, ma quando frequentando l’università, hai ricevuto i premi per le ricerche scientifiche effettuate e hai condiviso la gioia di ciò nel letto della tua compagna Giulia non vedevi in me un’ossessione, bensì uno stimolo necessario.
Se non ricordo male facevi anche esperimenti di migrazione del pensiero da te ad altre donne, facilitandoli con la preparazione fisica. Cioè nudi entrambi e sdraiati nel letto.
“Non pensare che un piccolo merito ti scusi per tutto l’orrore che rappresenta la tua inseparabile compagnia.”
D’accordo, lasciamo perdere , però quando hai lasciato l’università per entrare a far parte del CERN non eri così arrabbiato per tutte le notti trascorse sui libri a ripassare con me gli acceleratori di particelle.
“Già facile per te dire questo, ma oramai non avevo alternativa visto che mi avevi intossicato a tal punto che come un drogato va alla ricerca della dose io miravo a dimostrare, ormai, la mia teoria scientifica.”
La tua teoria scientifica, come la chiami tu, se non ricordo male, diceva che ogni donna doveva restare infatuata da te a seguito dell’inalazione degli aromi ormonali di cui ti cospargevi. Invece ottenesti il contrario.
“Quello è un episodio da dimenticare, usai gli ormoni del sesso sbagliato.”
Già ricordo la schiera di uomini che ti seguiva!
“Una battuta d’arresto nella crescita scientifica capita a tutti”
D’accordo, capisco che ho abusato di te per ottenere i risultati sperati, però devi capire che la tua vita ha avuto, a differenza di altre, uno scopo rilevante per l’umanità.
“Bene parliamo di vita. A venticinque anni sono andato a Meyrin al CERN, sono entrato con passo lungo e disteso ed adesso dopo venti anni sono ancora qui seduto su questa poltrona, ripiegato come un foglio accartocciato, senza sentimenti ne felicità, senza amici senza una vita esterna a questi muri di ferro.”
Non essere cattivino con te, e neanche con me, io ci sono e ci sarò sempre a farti compagnia, d'altronde è per merito mio che sei riuscito a dimostrare al mondo intero l’esistenza degli universi paralleli.
“Già che bella fregatura dimostrare che esiste un’essere che ti vive dentro e pensa ciò che tu pensi ma non rimane passivamente a guardare bensì interviene inesorabile in ogni tua attività mentale privandoti della sensazione più desiderata, la solitudine.
Ma se ciò non bastasse ti imprime pensieri e ti obbliga scelte, se pur razionali, che non prescindono mai dal sentimento.”
Adesso stai veramente esagerando. Il raziocinio è l’unico potere che ha l’uomo di perpetrare la propria specie. Considera poi la scoperta che ti ho aiutato a compiere in collaborazione con Higgins, il bosone,che hanno chiamato con il suo nome per fargli uno scherzo, ha avvicinato in modo impressionante la mente umana ad una spiegazione raziocinante della vita. Il mondo vi ha applaudito per aver scoperto la particella di Dio e tu non me ne sei grato.
“Quella è stata la più grande fregatura che ho subito. Fino ad allora avevo delle speranze in una vita nell’aldilà, adesso mi hai tolto anch’essa.”
La tua vita continuerà in altri esseri viventi, il tuo essere sarà linfa per la terra che darà i suoi frutti, tu avrai finalmente la pace mentale che hai sempre agognato. Ed io con te.
Adesso dormi, che anche qui fa buio.
“Dormirei volentieri se avessi la compagnia di una essere umano, ma visto che la mia compagnia sei tu preferisco star sveglio.”
Dopo tutto ti meriti quello che chiedi, adesso chiudi gli occhi e quando li riaprirai sarai nella mia parte di universo, esso è abitato e gestito da esseri appagheranno ogni tuo desiderio.
“ Che dormita mi son fatto, e che sogno strano, questa droga che ho comprato dal Bestia è proprio tosta. Bene togliamo questi cartoni e andiamo a chiedere un po' d’elemosina. Però che pace che provo, finalmente quella voce che avevo nella testa che diceva di venire da un mondo parallelo deve aver subito un overdose. E questi appunti che ho in tasca cosa sono? Formule? Non ricordo di averle rubate a nessuno, forse sono i procedimenti per produrre delle pasticche di Ecstasy, cercherò di venderle a qualche gonzo. Ora mi leggo il giornale che hanno lasciato sulla panchina, voglio vedere se hanno arrestato qualche mio amico. Guarda qui, uno scienziato scomparso, proprio quello che mi serviva a me per fare l’LSD, visto che è esperto di mondi paralleli.”


- LA NAZIONE -
- SCOMPARSO MISTERIOSAMENTE SCIENZIATO DAL CERN DI GINEVRA. SI TEME UN RAPIMENTO ESSENDO EGLI UN IMPORTANTE RICERCATORE DELLA TEORIA DEI MONDI PARALLELI.




Share |


Racconto scritto il 21/05/2015 - 11:52
Da paolo signorini
Letta n.379 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Bel racconto,sicuramente affascinante pensare che possano esistere due mondi paralleli.

Claretta Frau 21/05/2015 - 20:43

--------------------------------------

Splendida elaborazione che mette in mostra la tua conoscenza scientifica.
Quell'uso di ormoni sbagliati è un intercalare da scompisciarsi. Avrai letto Schroedinger, Aczel, visto che discuti di mondi paralleli, di entanglement. Continua, questa è la via che mi piace percorrere. Un caro salluto. Salvo.

salvo bonafè 21/05/2015 - 18:11

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?