Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Succo d’amore...
Terreno franoso...
Ogni pensiero è un i...
Ogliastra...
un fu sfogo...
Chiedilo alla luna...
La Vita è ci......
Fatalità...
Il bimbo di Hiroshim...
A Citra...
Falce di luna e d'om...
Madonna mia !...
L' ODIO E' UNA LU...
IL TEMPO DELLE CONC...
Stelle si accendono ...
NUTRIMI...
NEL PIÙ ROSEO DEI MO...
Orizzonte...
L’EREDITA’ SPARTITA ...
Tutto era sogno...
L'arte del sorriso...
alzando gli occhi...
Tutto...
Peccato di gola...
La notte...
Viaggio dentro me st...
Tutto scorre......
Io fuggo...
STUPORE...
INGANNEVOLI APPARENZ...
E' estate e sono vec...
Malattia...
Salve, sono Lupo...
Non è da uomini......
Il cielo in una ...
Il nobile Alejandro ...
L'amico del tramonto...
CON TE PER NOI...
QUELLO CHE VORREI DI...
DIARIO DELLA PRI...
Stare tra le tue bra...
ARTE di Enio 2...
Il destino, ordine e...
Di nero vestita...
troppa tecnologia ....
Le foglie smarrite...
Avere in dote un’ind...
Scorie di città....
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Riconquistata libertà

Finalmente mia sorella è partita, e non ne sono infastidita.
Rispetto le sue buone intenzioni, ma il suo modo di attuarle mi sembra indiscreto; ero diventata quasi la sua mosca, e lei,
ragno devoto, lavorava da mattina a sera per intrappolarmi dentro la sua rete:
" Gioia, pensa alla tua anima..... bada che se fossi in peccato.... Gioia, che cosa sono pochi anni che passano presto in confronto a un'eternità di pace o di pena?".
Ma per stretta che fosse la sua rete v'era sempre qualche maglia un po' lenta da cui la mosca s'involava.
E non solo ha tentato con me, voleva persino convertire Nino, il nostro vicino di casa.
Lui se ne sbrigava esibendole complimenti sui suoi occhioni
scuri, pieni d'una divina notte e comparandoli a diamanti neri.
Mia sorella non sarebbe brutta se non avesse una carnagione cerea e non mancassero al suo viso il raggio e il fiore del sorriso.
Essa faceva finta di scandalizzarsi ai complimenti di Nino, ma sotto sotto se li assaporava, più volte l'ho sorpresa a carezzare con gli occhi quel biondino.....
Più vado avanti e più mi avvedo di quali e quante contraddizioni siano impastati gli uomini:
Nino, il sedicente apostolo del diritto naturale, pensa sul serio a prender moglie, mia sorella, quasi una santa,prova colpevoli inclinazioni verso i peccatori, il nostro Parroco di campagna che ha sempre il diavolo in bocca, non si scrupolo a pranzar con esso. Quanto al signor Sindaco predica l'altruismo, ma non ha altra regola di condotta che il proprio perfetto egoismo.
E io..... io mi rallegro di aver riconquistato la mia cara libertà, mentre in fondo al cuore bramo avidamente alle delusioni di un nuovo amore.
Ieri ho speso tutta la serata a scrivere versi, non ne avevo più composti da mesi......... Non riesco a levarmi dalla testa il mio amato. Perché lui e non un altro, altri, centomila. D'altronde dovrei saperlo, gli uomini si equivalgono, più o meno, fatti come i giunchi che si piegano a ogni vento e feriscono le mani di chi vi si aggrappa.



Share |


Racconto scritto il 19/07/2015 - 18:02
Da bruna maria talamini
Letta n.427 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


Grazie Luciano che ti sei soffermato sul mio primo racconto..... Concordo con te che in effetti anche noi donne non ci manca l'arte della "crocerossina" diciamo così. Comunque non è autobiografico, mi sono semplicemente cimentata a raccontare uno spaccato di vita per sentito dire..... Ci tengo al tuo giudizio e se è il caso ci riprovo!
Buona serata.

bruna maria talamini 20/07/2015 - 22:23

--------------------------------------

Bruna Maria , mi rallegro per la tua riconquistata libertà. Lontana dai bigotti e dagli incensi di paese,potrai adesso dedicarti a redimere qualche giunco. Perché anche io ho una idea sulle donne.
Spesso vogliono il bastardo perché poi possano redimerlo e alla fine...lasciarlo. Capita spesso.
Bel racconto comunque.

luciano rosario capaldo 20/07/2015 - 16:39

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?