Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

C'era una volta la m...
Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Er monsignore Krysztof Charamsa

Un santo prete polacco,
pe' grazia de Dio diventato papa,
da solo 'n regime infernale ha distrutto.

Satanasso mo' se sta a vendica'
e 'n artro prete polacco sta a utilizzà
pe' creà 'na chiesa tutta sua,
nun casta e santa
come quella fondata dar Nazzareno,
suo nemico giurato, ma 'n gran bordello
dove nun c'è nè più Legge nè Morale,
dove li preti sua nun assolveno da li peccati
ma te li fanno fa' in gran quantità.


E sti preti so' pure "gran teologi "
(sì ma de satanasso)
e se li stai a senti'
te porteno diritti all'inferno
perchè so' ministri der serpente
che ce vole schiavi suoi pe' l'eternità.


Me sorge 'n dubbio:ma 'sti sapientoni
l'hanno letta la Bibbia?
Se l'hanno letta, me spiegassero
perché allora Domine Iddio ,
che cià creati maschi e femmine,
fece piove foco su Sodoma e Gomorra.


Caro monsignore,t'è annata male.
Volevi fa er modernista,ma er piede
in due scarpe nun lo poi tenè:
o sei ministro de Cristo o de quell'altro.
La parola de Dio nessuno la può cambiare.
Chi lo fa dalla Chiesa de Cristo
deve smammà e andà finalmente a lavorà.


Ora,monsignò, portati con te chi t'ha appoggiato
e t'ha permesso d'arrivà dove sei arrivato.
Nun te rimpiangeremo.
Promesso!
Annate a lavorà
e nun sporcate più la Chiesa Santa
fondata dar Fijo de Dio
che in voi ha avuto fiducia.


Noi semo de Cristo che cià pagati a caro prezzo.
Ma come Giuda voi l'avete tradito.
Che ce state a fa' ner gregge santo?
Voi siete lupi,
v'avemo sgamato,
e noi fedeli nun ve volemo.
Co' pastori come voi è mejo pascolarsi da soli!


Io che te so' amica, ma per davvero,
e per te prego,te dico:
"Converti ar Vangelo, quello de Cristo
de cui ciai pure er nome."
Krysztof, Cristoforo, dovresti portà Cristo,
ma tu che porti?
Porti te stesso e er peccato tuo
che è contro natura ed è sacrilegio,
perché sei prete.


Rinuncia ar peccato,
prima che per te sia troppo tardi.
Perché voi diventà per forza
porchetta de lucifero?


Torna ad esse’ de Gesù che puro per te è morto
e che t’aspetta a braccia aperte per donarti la felicità che solo chi ama Dio sa ‘ndo sta!




Share |


Racconto scritto il 04/10/2015 - 20:05
Da Antonella Marinucci
Letta n.269 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?