Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

IL SENTIMENTO DELLA VITA

L andamento della mia vita mi insegna la sua difficoltà nel mantenere una linea precisa e rettilinea, mi fa capire la sua difficoltà nel darmi un equilibrio, affinché possa vivere senza paure, affinché possa star bene con me stessa, senza che l altro mi spaventi.
Già perché il mio malessere predominate è la paura accompagnata da un insofferenza che provo per un mondo corrotto, per quella gente disonesta, irrispettosa, indegna, che è preda dell odio e della violenza, che approva le armi e che incita a far guerra.
È uno scenario sofferente ed inquietante che mi imbarazza e mi colpisce da essere umano.
La mia mente rivendica quei sani principi che possiede ma che ormai non riscontra piu negli animi della gente, tra le vie e le piazze del mondo, sul volto di un ragazzino, sulla bocca di un adulto,negli abbracci fra gli "amici".
La paura di questo viaggio (vita) mi tormenta,
colora le mie giornate di grigio e mi allontana sempre più da quelle persone che van chiamandosi Grandi Uomini!



Share |


Racconto scritto il 29/11/2015 - 18:56
Da Vincenza Mezza
Letta n.224 volte.
Voto:
su 8 votanti


Commenti


Grazie mille!

Vincenza Mezza 01/12/2015 - 21:53

--------------------------------------

Molto toccante Vincenza. Commovente e delicato il tuo racconto. Ciao e a rileggerti.

Sabrina Marino 01/12/2015 - 00:20

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?