Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Succo d’amore...
Terreno franoso...
Ogni pensiero è un i...
Ogliastra...
un fu sfogo...
Chiedilo alla luna...
La Vita è ci......
Fatalità...
Il bimbo di Hiroshim...
A Citra...
Falce di luna e d'om...
Madonna mia !...
L' ODIO E' UNA LU...
IL TEMPO DELLE CONC...
Stelle si accendono ...
NUTRIMI...
NEL PIÙ ROSEO DEI MO...
Orizzonte...
L’EREDITA’ SPARTITA ...
Tutto era sogno...
L'arte del sorriso...
alzando gli occhi...
Tutto...
Peccato di gola...
La notte...
Viaggio dentro me st...
Tutto scorre......
Io fuggo...
STUPORE...
INGANNEVOLI APPARENZ...
E' estate e sono vec...
Malattia...
Salve, sono Lupo...
Non è da uomini......
Il cielo in una ...
Il nobile Alejandro ...
L'amico del tramonto...
CON TE PER NOI...
QUELLO CHE VORREI DI...
DIARIO DELLA PRI...
Stare tra le tue bra...
ARTE di Enio 2...
Il destino, ordine e...
Di nero vestita...
troppa tecnologia ....
Le foglie smarrite...
Avere in dote un’ind...
Scorie di città....
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Auguri Senatore Razzi.

Erano le 02:04 di notte quando con gli occhi rossi e pesanti ero disteso sul divano. La tv era accesa e preso da un istinto maledetto di saltare da un canale all'altro decisi di fermare su LA7, discutevano delle unioni civili due sconosciuti che rappresentavano le parti opposte, il pro elencava dati statistici, a detta sua, che affermavano il 6% di "felicità" in più rispetto ai figli nati da rapporti etero, naturalmente il rappresentante dei "no" era contario ma ciò che mi colpì fu l'accanimento del pro rispetto al pacato contrario, quasi mi sembrò strafatto di coca. Poco dopo la presentatrice presentò ironicamente il complenno del Senatore Antonio Razzi. Cazzo.
"Unioni civili? Meglio due mamme che due papà." Affermazione posta come titolo del servizio del sesantottesimo compleanno della terza commissione permanente (Affari esteri, emigrazione) e membro della Commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza ex commissione cultura. Era lì, contento che soffiava le candeline abbracciato a trans e gay, nulla contro di loro però hanno perso un pò di dignità. Alla domanda dell'intervistatrice cosa fossero le step child adoption, iniziò a blaterare dicendo cose come:"Mah. Io penso che se un bambino deve cresciere e vedere due persone dello stesso sesso...è meglio che vede due femmine, capisce la figura della mamma ma se vede due due maschi si domanda dov'è la mamma?". Che gran Senatore che si paga. Una Senatore che per Berlusconi farebbe qualunque cosa, anche buttarsi sotto un treno, pronto anche a votare Totò Riina se glielo avesse chiesto, tanto per citarvi le sue parole.
Lui, uomo d'un pezzo molto prima delle sue parole denunciò pubblicamente una compravendita di voti *Si, sto citando wikipedia*, gli fu proposto governo, rielezione, pagamento del mutuo e lui denuncia, ha le palle! Poco dopo all'avvicinarsi della votazione alla mozione di sfiducia fece il voltagabbana e votò contro, cioé a favore del Premier. Poi si venne a sapere che si salvò per pochi voti ed il Senatore per un milione ha salvato Berlusconi altrimenti per colpa di dieci giorni non avrebbe preso la pensione. Senso di nausea ecco cosa provai. Potrei continuarti a parlare di lui ma non lo voglio più fare, il senso di disgusto mi è rimasto in gola. Io non sono un cazzo di nessuno, lo so, ma non posso credere che i motivi di rivoluzione come questi ci prendino i soldi dai conti in banca, le tasche, i portafogli e anche sotto la mattonella da sotto il naso. Non posso crederci.
Io potrei continuare ma se realmente vuoi vai su internet ed informati, cazzo fallo e indignati poi fallo leggere, ma non questo scritto, le informazioni, le verità che ora conosci, Razzi è solo una sorta di capro espiatore per far scattare una scintilla nel tuo fegato che ti faccia rigurgitare odio nei confronti della schiavitù mentale a cui siamo educati.
"Quando la tirannia è legge la rivoluzione è un ordine" solo per citare Residente dei Calle 13.



Share |


Racconto scritto il 24/02/2016 - 03:04
Da Patrick Zanto
Letta n.102 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?