Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Troppe - D

Addolorato per l'andirivieni, in un androne, di adamitici domestici di Dakar, mi addentrai in diaboliche diatribe con un dotto docente autodidatta,
adducendo datati documenti dettati da diligenti dirigenti di Dublino, dirottati su un dirigibile diretto a Dubai da deprecabili pasdaran di Dacca.
Dunque mi adoperai a dirigere con dovere un dipartimento nel distretto di Durban, dolendomi di deplorevoli decreti di dubbio diritto, dopo una discreta disamina dei documenti.
Decisi dunque di dedicarmi alla difesa di docili dame di Damasco dedite a indubbi lavori domestici, dimenticando che, la domenica, dovevo dirimere una disputa tra dodici diabetici di Dobbiaco e diciotto dializzati di Dresda drammaticamente indeboliti dalla dieta. Dopodiche' indirizzai
una domanda di dimissioni, adottando un dispositivo col display, adducendo una indecente discriminazione circa le demenziali direttive decisionali decise da debosciati direttori dipartimentali dediti al doping.
Poi, tra indefessi addestratori di delfini di Indianapolis e indolenti degustatori di datteri del Darfur , dimentichi di divini drammi dannunziani,
mi abbandonai ad una dolce danza con una baiadera di nome Deborah, debitamente addestrata a Dogali, dicendo dunque addio ad ogni dispiacere e debolezza.
Oh perdinci, perdindirindina!
Dobrii vecer!



Share |


Racconto scritto il 01/05/2016 - 08:04
Da Ferruccio Frontini
Letta n.179 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Decisamente divertente... davvero!

Giuseppe Novellino 01/05/2016 - 19:22

--------------------------------------

Simpaticissimo e divertentissimo. Amo l'originalità figlia della creatività e qui tu ce ne dai un bell'esempio. Io però ti dico Dobryj djen per tutto il giorno
Un abbraccio Ferruccio
Nadia
5*

Nadia Sonzini 01/05/2016 - 12:16

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?