Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
E' Tempo...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



L\\\'UPUPA

“Hai notato il nuovo proprietario del giardino?
Esordisce mia moglie… Poi sbotta: “questa casa sembra un rifugio per uccelli… Corvi, gazze, merli, passeri, e anche le rondini adesso che cercano di nidificare sotto il cornicione!”
Lei è piuttosto fobica per i volatili in genere… ed essendo una maniaca per le pulizie è infastidita dalle tracce che lasciano sulla ringhiera e sul terrazzo.
“Ma adesso c’è un altro uccello, con un lungo becco, e la cresta… che s’aggira in giardino sai dirmi cos’è?”
“Sarà una beccaccia” gli ho risposto… così di primo acchito… ma le beccacce non hanno la cresta. E poi… è un uccello troppo appariscente, variopinto, e quel ciuffo allungato all’indietro… che d’improvviso s’apre a ventaglio.
- No! Non è una beccaccia… e non credo sia una varietà di piccione, anche se le dimensioni sono quelle.
- Oh, santo Internet ! Finalmente ho scoperto che si tratta dell’UPUPA!!
- che stranezza… è l’upupa davvero!
- È carina l’upupa…
- La leggenda vuole che l’upupa sia l’uccello del malaugurio. Ha una ghiandola che secerne delle sostanze di odore sgradevole, per difendersi.


Ma no! Non credo sia di malaugurio la presenza di questa splendida creatura.


Il suo, è il canto del crepuscolo, che suona come un “up up up”, soffice e malinconico… e io non so fare a meno d’emozionarmi… ogni volta che la vedo.




Share |


Racconto scritto il 05/06/2016 - 11:41
Da Francesco Gentile
Letta n.333 volte.
Voto:
su 8 votanti


Commenti


Mi era sfuggito! racconto delizioso...

patrizia brogi 08/06/2016 - 13:37

--------------------------------------

Un sentito grazie... per aver letto e apprezzato questo raccontino. Ciao

Francesco Gentile 08/06/2016 - 13:26

--------------------------------------

Molto piaciuto, davvero bravo. Complimenti!!!

MARIA ANGELA CAROSIA 07/06/2016 - 16:04

--------------------------------------

I Piccioni è vero sono tanti e sporcano parecchio, anzi troppo Ma un Upupa solo solo,che può fa'... vuoi mettere la sua bellezza il suo canto,la sua crestina ed il piumaggio a paragone di una "sporcizietta" ogni tanto? E poi nessun animale porta sfortuna a meno che non si tratti di finire tra le fauci di una affamata tigre Io voto in favore dell'Upupa A parte gli scherzi... è un brano piacevolissimo da leggere scritto con la tua solita bravura.

Carla Davì 07/06/2016 - 15:44

--------------------------------------

Delicatissimo racconto che riscatta da ingiusta diffamazione un uccello graziosissimo e dalle abitudini solari e diurne.Sono però in sintonia con tua moglie in merito alla pulizia.Ho apprezzato la trascrizione della poesia di Montale.Complimenti per tutto .5*

Rosa Chiarini 07/06/2016 - 14:05

--------------------------------------

Un racconto di piacevole lettura sequelato con maestria.
Lieta settimana Francesco.
*****

Rocco Michele LETTINI 06/06/2016 - 08:49

--------------------------------------

E fai bene ad emozionarti, Francesco; è quello che capita anche a me vedendo questo bellissimo volatile che da due anni, ogni primavera, viene a nidificare vicino a casa mia e si posa sui fili della luce con la sua crestina e con un vermetto sempre in bocca; bellissimo il momento che riparte in volo spiegando le due ali bianche e nere e con un andatura particolare. Non mi sembra proprio un uccello del malaugurio...anzi...ciao.

Ferruccio Frontini 06/06/2016 - 07:31

--------------------------------------

Capisco bene tua moglie Francesco...avevo i piccioni e sporcano!
Il tuo racconto è singolare e mi piace!
Mi piace comunque svegliarmi con il canto degli uccellini, amo tutti gli animali...Bravo Ciao 5*

margherita pisano 05/06/2016 - 19:35

--------------------------------------

Singolare racconto di cui ho letto con una certa ilarità mettendomi nei pensieri di tua moglie, maniaca come me.... ma adoro questi canti e credo che nessun di questi esemplari citati anche nei commenti portino sfortuna....

ANNA BAGLIONI 05/06/2016 - 18:14

--------------------------------------

BELLA UN PO DRISSACAPELLI IL SUO SUONO CHE SPANDE MA MOLTO INTERESSANTE

POETA DELL'AMORE LUPO DELL'AMI 05/06/2016 - 16:20

--------------------------------------

Bellissimo caro Francesco scritto con encomiabile maestria.

antonio girardi 05/06/2016 - 14:23

--------------------------------------

Naturalmente, non lo sapevo, di mio, me l'ha detto mio figlio...

Loris Marcato 05/06/2016 - 14:11

--------------------------------------

Bel racconto e bella l'Ùpupa. Foscolo ne I Sepolcri la citava come uccello notturno ... ove fuggìa la luna, l'ùpupa e svolazzar su per le croci sparse per la funerea... nonosyante questo è un uccello bellissimo. Ciao Francesco, buona domenica.

Loris Marcato 05/06/2016 - 14:00

--------------------------------------

Bel racconto e bella l'Ùpupa. Foscolo ne I Sepolcri la citava come uccello notturno ... ove fuggìa la luna, l'ùpupa e svolazzar su per le croci sparse per la funerea... nonosyante questo è un uccello bellissimo. Ciao Francesco, buona domenica.

Loris Marcato 05/06/2016 - 14:00

--------------------------------------

Ho capito Francesco a te da poeta sicuramente piace, ma stai attento a tua moglie: un'upupa che porta sfortuna oltre che sporcare ha vita breve!
Bella e simpaticissima
Buona domenica
Nadia
5*

Nadia Sonzini 05/06/2016 - 13:47

--------------------------------------

Upupa, ilare uccello calunniato
dai poeti, che roti la tua cresta
sopra l'aereo stollo del pollaio
e come un finto gallo giri al vento;
nunzio primaverile, upupa, come
per te il tempo s'arresta,
non muore più il Febbraio,
come tutto di fuori si protende
al muover del tuo capo,
aligero folletto, e tu lo ignori.
(Eugenio Montale)

Francesco Gentile 05/06/2016 - 13:41

--------------------------------------

Può essere Salvo... può essere. Una pupa siciliana, un po civettuola, ahahah. Messaggi subliminali, di notte... che tolgono il sonno.

Francesco Gentile 05/06/2016 - 13:35

--------------------------------------

Francesco, anche i miei sono da tre, perchè non può essere una pupa siciliana?

salvo bonafè 05/06/2016 - 12:33

--------------------------------------

Ciao salvo... Lascia stare la mia upupa per favore! Nel tuo caso dovrebbe trattarsi di una civetta, in insomma, un gufo... eehehe. L'upupa non è notturna, e canta all'imbrunire (i versi sono veloci e ravvicinati.. in serie da tre)Un abbraccio.. Ciao

Francesco Gentile 05/06/2016 - 12:29

--------------------------------------

Ciao Francesco,
io sento il suo canto ogni notte. E' un pò lugubre. Non so se sia l'upupa o il barbagianni. Non sono riuscito ad individuarlo. Mi ci sto abituando. Chissà che voglia dirmi qualcosa, magari una visita. Buona domenica. Se lo prendo gli scombino il ciuffo.

salvo bonafè 05/06/2016 - 12:22

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?