Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'altalena

Una volta vidi un padre che spingeva sull' altalena suo figlio. Mi arrivò il freddo al cuore perché non ho mai provato l'emozione di essere spinto su un' altalena. Da mio padre. Sembra solo il movimento di due braccia ad uscire, che spingono in avanti due corde e una tavola di legno o una base di gomma dura. Sembra un gesto inusuale, che si fa solo la domenica al parco o quando si esce, ma per me questo si ripete un sacco di volte nel corso della vita, della giornata e si tramuta in ogni rimprovero, in ogni fottutissimo dialogo, in ogni consiglio, in ogni abbraccio e in ogni pacca sulla spalla. La spinta di un padre, il più delle volte, è una spinta alla vita. A voi, vostro padre, vi ha spinto con le braccia nella vita. Mio padre mi ha spinto mentre non avevo le mani ben salde sul sostegno della base di legno e sono caduto, dalla sua vita.



Share |


Racconto scritto il 14/01/2017 - 12:30
Da Pietro Ramadhi
Letta n.240 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


nn so quanto ci sia di vero
ma mi hai emozionata, Pietro

laisa azzurra 14/01/2017 - 20:28

--------------------------------------

Le parole che scrivi hanno una tale sofferenza in loro che sembrano urlare rabbia e angoscia! Hai reso molto bene purtroppo l 'immenso senso di abbandono che ti scuote.

Patrizia Bortolini 14/01/2017 - 20:26

--------------------------------------

L'assenza di un padre dalla propria vita è un buco troppo grande per non provare tristezza e piccoli gesti, visti fare da altri padri, acuiscono il dolore e infieriscono su quell'assenza.
Rialzati Pietro, fallo per te.
Ciao, Millina.

Millina Spina 14/01/2017 - 17:17

--------------------------------------

La durezza ha i suoi motivi...

Pietro Ramadhi 14/01/2017 - 13:12

--------------------------------------

BELLA MOLTO BELLA La severità verso tuo padre non la condivido 5*

GIANCARLO LUPO POETA DELL'AMO 14/01/2017 - 13:06

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?