Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
Sindrome di Stendhal...
Beatrice...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



MERLINO E PENNA BIANCA

MERLINO E PENNA BIANCA.....Una fiaba vera


Voglio raccontarvi una storia un poco strana, con il sentore di una fiaba, successa qualche tempo fa e che una visione o semplice coincidenza l’ha riportata alla memoria. In un freddo inverno, con abbondanti nevicate e gelate tramontane, dei piccoli passerotti facevano spola sul mio terrazzo, ampio e ben riparato, se ne stavano appollaiati in attesa di beccare i pochi granelli di miglio o semplici briciole di pane, che puntualmente ogni giorno gli posavo nella ciotola. Quando un giorno all’improvviso arrivò un grosso merlo tronfio e impettito, mettendo scompiglio e un canoro fuggi fuggi generale. La mia curiosità prese il sopravvento e dietro la tenda mi misi ad osservare, stranamente non beccava, se ne stava a sentinella senza muovere una penna….. me ne stavo per andare, quando apparve aggraziata una piccola merla e con fare civettuolo si accostò al suo bel pennuto nero. Rimasi incantata, non tanto dalla sua delicata grazia ma dalla sua livrea strana, che gli dava un’aria chic, la sua coda era diversa, con tre piume bianco latte che muoveva su e giù. Quanto è strana la natura, quando ci vuole regalare belle immagini da ammirare e quanto amore in quel quadro d’autore. Per settimane, ogni giorno si ripeteva puntualmente la scena, stessi attori stessa storia, fino all’agognata primavera, poi, come nella vita tutto cambia e tutto ritorna come prima…… ritornando gioiosi i passerotti in volo ed i merli razzolando nell’erba, zirlano felici. Spesso ho ripensato a quei momenti e mi sentivo fortunata di aver vissuto tale emozione grazie a Merlino e Penna Bianca….. e si, gli avevo dato pure un nome, lieta di avermi tanto rallegrato il cuore.
Ma ritornando a questi giorni, passeggiando con il mio Yorkino, tra i filari delle alte magnolie, allegramente razzolavano, senza timore paffutelli i neri merli, quando improvvisamente, con piccoli saltelli si avvicina un piccolo merlo con una penna bianca sulla coda, immaginate la mia sorpresa e confesso che l’emozione è stata immensa, poiché nei giorni passati pensavo che sarebbe stato bello scrivere e condividere con voi la mia emozione, ma poi mi dicevo, chi vuoi chi mi creda in questa assurda storia………..poi sempre per magia, in un pomeriggio , quando grossi e grigi nuvoloni carichi di pioggia s’apprestavano a scaricare violentemente, tanto il cielo era nero, sul mio terrazzo è arrivato il piccolo merlo con la penna bianca, che preoccupato scrutava il cielo, da non credere, chiamatela coincidenza o altro ma, non ho esitato e silenziosamente mi sono avvicinata per fotografarlo……. e condividere con voi questo piccolo miracolo, di fiaba l’emozione che mi ha meravigliata!




Share |


Racconto scritto il 28/03/2017 - 16:15
Da ANNA BAGLIONI
Letta n.209 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


La felicità è nell'apprezzare le piccole cose che la Natura ogni giorno ci fa dono nella sua semplicità. ....Grazie per avere condiviso con me questa emozione!

ANNA BAGLIONI 29/03/2017 - 11:39

--------------------------------------

Pregevole nel suo costrutto e nel sua meravigliosa tematica.
Lieta giornata.
*****

Rocco Michele LETTINI 29/03/2017 - 10:19

--------------------------------------

Un racconto meraviglioso che mi ha emozionato dall'inizio fino alla fine. Brava! Ha vissuto una bellissima emozione. Quindi per il racconto 5*.
Le auguro una buona notte

Alberto Berrone 28/03/2017 - 22:23

--------------------------------------

Delicato racconto con tanto di foto a confermarne la bellezza! Mai visto un merlo con il ciuffetto bianco! Un saluto

Ilaria Romiti 28/03/2017 - 21:55

--------------------------------------

Hai fatto benissimo a condividere le tue emozioni con noi...strana la vita e strani i suoi disegni...una bella fiaba vera...ciao Anna

Anna Rossi 28/03/2017 - 18:32

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?