Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
Sindrome di Stendhal...
Beatrice...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Potrò dire male di te

Sei come un demone imprigionato nel corpo della mia musa. Ispiri le mie poesie, illudi la mia musica, incanti il mio cuore, ma rifiuti il nome che ti ho regalato. Hai specchiato i tuoi occhi con un manto d'acqua come argento, e lasci che veda l'amore che si riflette senza casa. Sei l'odio che provo senza volerlo nel tuo corpo perfetto, e la bramosia delle mie labbra. Mi costerai infiniti anni nell'inferno dei lussuriosi. Ho tappezzato la stanza del diavolo delle peggiori intenzioni, e ad ognuna ho prestato una tua smorfia.
Mi accompagno da mesi solo con le preghiere per il tuo bene, che rappresentano l'unico momento in cui mi permetto di pensare a te. L'ansia e la paura che tu, preziosa e trasparente, stia piano diventando traslucida e brillante, per riflettere l'emozione.
Vedere ancora la profondità della tua anima giocosa, e nel profondo vedere ancora gioia, solo gioia. felicità. tranquillità. finezza. Purezza lontana dalle ombre dei problemi che ti crei.
Pregai, per illuminare un istante infinito, perché faccia sparire le ombre, e lasciasse solo lacrime nere, fluttuare nel vuoto.



Share |


Racconto scritto il 07/05/2017 - 01:51
Da Luca Agosto
Letta n.161 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Musa ispiratrice e insieme donna con le sue ombre, e tante preghiere per portarla alla retta via. Complimenti sentiti.

Paolo Ciraolo 07/05/2017 - 08:55

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?