Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Quei due che non era...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
Oltre...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...
Bava di lumaca...
Quella ragazza...
Il migliore amico de...
OTTO DICEMBRE di En...
Lupo sdentato...
Ascolta se vuoi....
Ogni fiume segue il ...
Passerà la festa...
Cappuccetto Rosso e ...
La bocca di un crate...
Un angelo senza nome...
Un altro giorno...
Tu vai, io sono qui...
Solamente felicità...
In Do maggiore...
AD ALDO MINIUSSI, CA...
Tornando a casa...
Solitudine...
UN LUPO NON TRO...
e dimenticare...
Imparare dalla sempl...
Ah, l'amour......
O il babbo...?...
L' Ancora Di Salvezz...
La retta via...
L'oscuro contadino (...
Sangue e Jack Daniel...
Calessi...
La pulizia...
Mareggiata...
Tu vali...
Che te credi...
FALLIMENTO...
Il mondo......
MARY E IL LUPO...
Datemi un verso...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Potrò dire male di te

Sei come un demone imprigionato nel corpo della mia musa. Ispiri le mie poesie, illudi la mia musica, incanti il mio cuore, ma rifiuti il nome che ti ho regalato. Hai specchiato i tuoi occhi con un manto d'acqua come argento, e lasci che veda l'amore che si riflette senza casa. Sei l'odio che provo senza volerlo nel tuo corpo perfetto, e la bramosia delle mie labbra. Mi costerai infiniti anni nell'inferno dei lussuriosi. Ho tappezzato la stanza del diavolo delle peggiori intenzioni, e ad ognuna ho prestato una tua smorfia.
Mi accompagno da mesi solo con le preghiere per il tuo bene, che rappresentano l'unico momento in cui mi permetto di pensare a te. L'ansia e la paura che tu, preziosa e trasparente, stia piano diventando traslucida e brillante, per riflettere l'emozione.
Vedere ancora la profondità della tua anima giocosa, e nel profondo vedere ancora gioia, solo gioia. felicità. tranquillità. finezza. Purezza lontana dalle ombre dei problemi che ti crei.
Pregai, per illuminare un istante infinito, perché faccia sparire le ombre, e lasciasse solo lacrime nere, fluttuare nel vuoto.



Share |


Racconto scritto il 07/05/2017 - 01:51
Da Luca Agosto
Letta n.173 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Musa ispiratrice e insieme donna con le sue ombre, e tante preghiere per portarla alla retta via. Complimenti sentiti.

Paolo Ciraolo 07/05/2017 - 08:55

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?