Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

19 AGOSTO ER COMPLEA...
Non ti chiedere se ...
L’uomo dovrebbe fare...
Dolcezza...
il suo nome...
Falò di pensieri...
Italia mia...
RESILIENZA...
Gli alberi intorno...
Specchio spiatore...
Illusione o realtà?...
Le mie parole sono l...
Quando arriverà il m...
La Pecora nera...
Dove nel cosmo è bui...
Tristezza per la gen...
Ne ho baciate tante ...
Nei nostri sorrisi...
SAHEL...
Contro il destino...
Sandrone...
EVOLUZIONE DELL\'AN...
Non li merito gli oc...
STRAGI...
NOARE O STAR NEGÀ...
l'attesa di guardart...
LA RAGIONE...
Estati su\' di uno s...
LA NOSTRA PROMESSA...
Dentro la scatola di...
CONQUISTA...
La fretta dei giorni...
Fila, filastrocca...
ANCHE PER UN SOLO IS...
Voglio solo la mia l...
...UN AMORE CHE È CO...
Ancora una volta...
Non è ancora quel te...
PER AMMAZZARE IL... ...
il gommone...
Fantapoesia...
Canto della cuna del...
Questa è la vita ? ...
Preghiera alla divin...
NESSUNO...
È perché non sai chi...
Mare verde...
Schizzi di luce (poe...
RICAMI DI LUNA...
Il prestigio di una ...
Nel mercato dell'int...
La mente e il cuore...
A mio favore...
Un cielo troppo gran...
Alla mia Cri...
gli elementi...
Per tutta l'eternità...
Senza armonia...
Mia Madre...
A te e a me...
LA NINNA NANNA DELLA...
Il regno animali ...
Ostetrica(C)...
PIUMA AL VENTO...
PAURA DEL SILENZI...
STELLA...
L'ignoto...blu...
Sentimenti...
Davanti a noi...
Pace a ferragosto...
SENTO LE TUE CAREZZE...
Evanescente...
Lontano...
...IL SAPORE DEL CAO...
Polvere...
La Ragazza Dai Capel...
E RITORNO AL PASS...
Stupido amore...
Le mie teorie...
La poesia non dev'es...
SENZA AMORE...
ALMENO...
BUGIARDO SORRISO...
Sorriso amaro...
Forse,ti amo....
Bang… Bang… Bang…...
Credevo. E poi......
L'aquilone...
Vien la pioggia d'ag...
L'amicizia I veri...
Cara mamma.......
IL PIANTO DELLA...
Cadice...
ARBRE MAGIQUE...
Ti ho lasciata indie...
Quieto e silenzioso...
Inutili verba...
Vivere...
Quel battito in più...
epoche...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Fazzoletti (Racconto autobiografico in siciliano)

Fici bonu stamatina che mi ni staiu annannu a travagghiari a pedi inveci che ca machina.
Sta minchia di città giá a matinata è un buddellu, poi finia che pi truvari un parcheggiu mi l'avia a vidiri cu Diu!
Tantu u postu i travagghiu è a deci minuti da me casa. Bonu!
Certu che però c'è troppu cauddu, sta estati pare che non voli finiri mai.
Pacienza!
Sugnu quasi arrivatu, attravessu i strisci pedonali e vidu a unu che mi talia vicinu u semafuru.
È un venditore ambulante ma non è u solutu marucchinu o rumenu ma pare un' italianu.
'Mbare!' mi urla e si para subitu davanti a mia.
Avia ragiuni che non è un furisteru, si tratta infatti di un catanisi.
'Mbare u vò un pacchi i fazzoletti? Un euru su regalati!'
Mu immaginava che chistu mi rumpia i scatoli, ora mu levu davanti.
'Non ne vogghiu! Non mi sebbunu!' ci dicu infastidito.
'Mbare, ti staiu dannu regalati!' insiste su speci di elementu.
Riprendo a caminari e iddu che faci? Mi staci d' arredi comu un cani i caccia.
Per forza mava a vinniri si fazzoletti maledetti comu a iddu.
'Mbari, comu non ti sebbunu? Un euru su troppu boni!' insiste con invadenza.
Mamma mia, no voli propriu capiri che mava a lassari peddiri.
'Senti, non semu in invennu, nun ci nnè raffredduri e non mi cula u nasu!' ci dicu pi tagghiari u discussu.
Iddu mi talia e mi scaccia l'occhiolino.
'Mbari, raffriduri nun ci nnè comu dici tu ma c è troppu cauddu! Si tuttu sudatu! Ma picchi non ti sciughi?' mi faci nutari.
Minchia! Veru ieni! E ora comu mi sciugu? Tuttu stu suduri me l'ha livari pi fozza, giá u me principali apriu u negoziu e non mi pozzu presentari tuttu sculatu!
Mannaggia a mia che mi scuddai i Tempu supra u tavulu da cucina.
Malidittu cauddu! Ah quantu vali u friddu!
Alla fine vinciu iddu, pigghiu un euro da sacchetta e ciù dugnu a su scattru.
Mi futtiu!!!


N.d.r. questo racconto è stato scritto in dialetto siciliano. Se lo avessi scritto in italiano, a mio avviso non avrebbe reso in egual modo.
Ho voluto cimentarmi a farlo in quanto sentivo l'esigenza di scrivere un testo "diverso". cercando nel contempo di rendere il tutto più comprensibile possibile ma se avete domande da fare su certi termini o su certe frasi, eventualmente vedrò di rispondere con molto piacere.



Share |


Racconto scritto il 09/05/2017 - 15:53
Da Giuseppe Scilipoti
Letta n.246 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Ciao Giuseppe, preferisco risponderti dal tuo racconto, così sono certa che vedrai la mia risposta. Grazie dei commenti sia ai racconti che alle poesie, che sono tutti molto appropriata. Sono contenta che tu riesci di tanto in tanto a pubblicare dei racconti, che sono sempre molto originale. Questo, nonostante in siciliano(io sono calabrese)sono riuscita a comprendere e apprezzare. Mi piacciono le opere scritte in alcuni dialetti della nostra lingua come il romanesco,il siciliano e il napoletano

Giulia Bellucci 12/05/2017 - 16:19

--------------------------------------

mai nesciri di casa senza muccaturi,ciao

andrea sergi 12/05/2017 - 11:42

--------------------------------------

Grazie Marirosa e grazie Giulia, sono felice che nonostante ho pubblicato un testo atipico scritto in siciliano si è rilevato di vostro gradimento.
Più avanti lo ripropongo ma in versione italiana.
Un abbraccio a tutte e due, siete come sempre molto care.

Giuseppe Scilipoti 12/05/2017 - 11:01

--------------------------------------

Molto divertente e originale come sempre, Giuseppe.

Giulia Bellucci 10/05/2017 - 14:07

--------------------------------------

Da pugliese, non mi è stato facile leggere il testo, però non ho avuto troppe difficoltà a capirlo. Divertente ed originale!!! complimenti e 5 *

Marirosa Tomaselli 09/05/2017 - 21:37

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?