Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

IL TEMPO DELLE CONC...
Stelle si accendono ...
NUTRIMI...
Orizzonte...
L’EREDITA’ SPARTITA ...
Tutto era sogno...
L'arte del sorriso...
alzando gli occhi...
Tutto...
Peccato di gola...
La notte...
Viaggio dentro me st...
Tutto scorre......
Io fuggo...
STUPORE...
INGANNEVOLI APPARENZ...
E' estate e sono vec...
Malattia...
Salve, sono Lupo...
Non è da uomini......
Il cielo in una ...
Il nobile Alejandro ...
L'amico del tramonto...
CON TE PER NOI...
QUELLO CHE VORREI DI...
DIARIO DELLA PRI...
Stare tra le tue bra...
ARTE di Enio 2...
Il destino, ordine e...
Di nero vestita...
troppa tecnologia ....
Le foglie smarrite...
Avere in dote un’ind...
Scorie di città....
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'incontro

Aveva bisogno di rivederlo.
Rivederlo per sfuggire al pericolo incombente della mitizzazione.
I ricordi, con il tempo, hanno la tendenza a distorcere la realtà, conferendole un’aura dorata e mendace di bellezza e poesia.
Aveva bisogno di rivederlo per farlo nuovamente concreto. Concreto quindi uomo. Quindi fallace, meschino, piccolo.
E infatti era lui, con la sua voce come il cigolio di una porta, le sue infinite scuse, i suoi goffi tentativi i giustificare se stesso, la sua imperterrita scalata sui vetri.
Stanco, asciutto, scarno, senza odore, con i capelli in disordine e lo sguardo inconsistente: un uccellino stropicciato.
Non le sembrava neanche lontanamente bello come le appariva solo qualche mese prima.
Lo ascoltava, e provava affetto e compassione come si provano affetto e compassione per un bambino isolato che non sa come funziona il mondo, o meglio che si è creato un mondo solo suo, che si racconta una favola cercando di crederci profondamente, che se la canta e se la suona nello sforzo grottesco di difendere il proprio castello di fronte all’evidenza lampante dei fatti.
Un bambino bugiardo, totalmente sconnesso dalla realtà e dall’altro, rispetto al quale non poteva fare altro che sentirsi superiore, e dunque avvertire un moto di compatimento, e dunque di perdono, e dunque, in qualche modo, di amore.
Stava in piedi vicino a lui, senza trucco, spettinata, con ancora il segno degli occhialini da nuoto, e non si preoccupava più di piacergli.
Niente. Non le importava più niente.
Osservava quell’uomo come se fosse una monade a se stante, un limbo lontano davanti al quale ci si può solo rassegnare.
Avrebbe voluto dirgli: “Sta’ zitto, non mi interessa. Ti voglio bene. Non ti cercherò più”.
Guardava lui, lui che era più vecchio, e lei, più giovane, si sentiva così vecchia.
Pensò a come si sentiva quando invece guardava Luca: una bambina.
Ovvero: felice.



Share |


Racconto scritto il 01/08/2017 - 12:38
Da Mariapaola Malnati
Letta n.287 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Un bel racconto, un ritratto d'uomo impietoso e realistico, si legge che è un piacere. Giulio Soro

Giulio Soro 01/08/2017 - 20:20

--------------------------------------

Descrizioni molto vive e ben scritte. Un bel racconto che si legge facilmente, in quanto scorrevole. 5*

Marirosa Tomaselli 01/08/2017 - 15:24

--------------------------------------

Descrizioni molto vive e ben scritte. Un bel racconto che si legge facilmente, in quanto scorrevole. 5*

Marirosa Tomaselli 01/08/2017 - 15:21

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?