Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ancora......
Emozioni...
I RICORDI RESTANO...
Nun so romano...
Mentre le mani...
LUCCIOLE IN TERRA ...
Ancora domani...
superbia...
tempesta dentro...
TEMPESTA DI FINE AUT...
ASPETTANDO IL T...
La farfalla...
...te ne vai, con la...
Io devo proseguire...
FRIZZI E LAZZI...
Sazio d'Amore...
Invincibile...
Sola cosa importante...
Nevica...
La notte mi prende p...
Odissea d'amore...
Verità Incompiuta...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

LA TRAMA

Le istruzioni sono:

Sviluppa una trama che abbia come base i seguenti 5 elementi fondamentali di una trama: chi? Un impiegato annoiato, scontento del proprio lavoro; cosa? viene messo in cassa integrazione; dove? In una grande città del nord; quando? ai giorni nostri; perché? Per la crisi economica. Su queste basi prova a dare una svolta alla narrazione magari creando una storia parallela di una ragazza che si trova nelle stesse condizioni (per attirare l’attenzione del lettore il protagonista incontrerà molte difficoltà ma, alla fine, dovrà pure individuare nuove prospettive di vita …. la svolta potrebbe essere una vincita, l’incontro con una persona importante … e magari c’è il condimento dell’amore…)


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~



LA TONNARA

Come ogni lunedi, di ogni settimana Marcello si alzo’ fece colazione e usci di casa per recarsi al lavoro
Tutti i giorni la stessa vita, stesso percorso, da Pavia fino a Rogoredo in treno, stesse facce stessi discorsi e poi di corsa giu per le scale per salire sulla metro di Milano in direzione di Assago.
Eh gia ! bisognava arrivare puntuali per le 8,30 in quel noioso ufficio di quella squallida azienda dove Marcello aveva trovato un posto di contabile nell’uff. ragioneria.
Era cosi che aveva cominciato, era stato assunto per sostituire una maternita’ che poi non rientro’ piu e quindi fu assunto definitivamente a tempo indeterminato.
Un bel successo direte voi, di questi tempi tra l’altro ,ma in verita’ Marcello era li solo per far contenti i suoi genitori, per non pesare sulle loro spalle, per essere indipendente e forse anche per accontentare Anna (la sua ragazza) segretaria presso uno studio commercialista di Milano, che sognava un matrimonio una vita quieta e serena con il suo Marcello.
Ma nel suo subconscio Marcello non era contento, lui voleva di piu,voleva essere padrone della sua vita e finire di rendere conto di ogni minima scemenza ad un capo ufficio anziano e bigotto prossimo alla pensione.
Proprio per questo si era iscritto ad un corso di vela che frequentava ogni fine settimana al porto di Marina di Varazze in Liguria, Anna non era molto felice ma sopportava di suo buon grado per far contento Marcello
Proprio alla scuola nautica il nostro protagonista conobbe un’anziano avvocato di Torino
-anche lei appassionato di vela?chiese Marcello al suo compagno di banco
-mah! Non saprei dirle giovanotto, vorrei fare qualcosa di nuovo,il mare mi appassiona e poi fare questo corso mi rilassa.Il corso duro’ circa 4 mesi con uscite in barca ed esame finale alla capitaneria di porto di Genova dove Marcello ed il suo amico avvocato presero la tanto agognata patente nautica.
-una bella soddisfazione vero giovanotto?
-direi di si
- cosa vorrebbe fare ora chiese l’avvocato
-non so rispose Marcello, riprendo a lavorare a Milano, il mio sogno sarebbe vivere sul mare
Ma come si fa? Ci vogliono i soldi per aprire un’attivita’, comprare una barca ,purtroppo il mio restera’ solo un sogno
-mai dire mai replico’ l’avvocato, scambiamoci i numeri di cellulare cosi ci teniamo in contatto
-molto volentieri rispose Marcello salutando poi con una stretta di mano l’avvocato.
I mesi passarono, l’inverno era arrivato anche a Milano con la nebbia ,la pioggia ,il freddo che certo non incoraggiavano molto l’umore di Marcello che sognava il mare,tra l’altro aveva parlato dei suoi progetti ad Anna, la quale non si era mostrata per nulla entusiasta all’idea di cambiare vita e trasferirsi da Milano.
Le cose pero’ cambiarono improvvisamente,l’azienda in cui Marcello lavorava, anche per colpa della crisi economica in corso, aveva perso diverse commesse all’estero per cui la proprieta’ aveva deciso un drastico taglio al personale e Marcello come tanti altri suoi colleghi venne messo in cassa integrazione per un periodo di 12 mesi prima del licenziamento.
Furono mesi difficili, lavoro non se ne trovava ed anche i rapporti con Anna si stavano guastando gradatamente a causa della sua insofferenza nei confronti di Marcello accusato ingiustamente di non darsi troppo da fare per trovare un nuovo impiego
L’anno passo’ velocemente, Marcello non era ancora riuscito a trovare un lavoro decente, solo incarichi temporanei di qualche mese, inoltre Anna era diventata davvero intrattabile tanto che i due decisero di
Prendersi una pausa di riflessione. stanco e sfiduciato Marcello non sapeva piu dove sbattere la testa,fu allora che un giorno ricevette una telefonata, una telefonata che gli avrebbe cambiato la vita, ma lui
Ancora non lo sapeva.
-Pronto? Marcello?
-si, chi parla?
-Marcello buongiorno sono io l’avvocato Magni? Ti ricordi? Abbiamo fatto il corso di vela insieme
.ma si! Certo certo mi ricordo, buongiorno avvocato come sta?
-bene grazie e tu?
-insomma non molto bene, ho perso il lavoro, mi hanno licenziato e non riesco a trovare nulla di definitivo
-mi spiace, ma forse posso aiutarti forse ti ho chiamato al momento giusto
-in che senso avvocato non capisco
-ricordo che alla fine del corso di vela dicesti che volevi vivere sul mare, avere un’attivita’ tua
Sei ancora della stessa opinione?
-si certo sarebbe fantastico, ma dove trovo i soldi
-per questo non ti devi preoccupare,ti aspetto domani mattina verso le 11 a Torino nel mio studio
Andiamo a pranzo e ti spiego tutto, naturalmente sei mio ospite
-grazie avvocato domani sono da lei , l’indirizzo e’ sempre quello?
-si certo a domani ciao Marcello
-a domani avvocato
L’indomani mattina Marcello prese il Freccia Rossa per Torino delle 6,45 voleva essere sicuro di arrivare puntuale, arrivo’ a Torino con largo anticipo tanto che decise di percorrere il viale del centro citta’ a piedi, arrivando allo studio dell’avvocato Magni con 15 minuti di anticipo.
La segretaria dell’avvocato fece accomodare Marcello in sala d’attesa ma quasi subito usci dalla porta del suo ufficio l’avvocato
-carissimo ben arrivato, vedo che sei puntualissimo
-buongiorno avvocato, si in effetti sono in anticipo non volevo correre il rischio di arrivare tardi
Magni sorrise, - dai presto andiamo il ristorante ci aspetta, e’ qui in centro, vedrai ti piacera’ sicuramente cucinano cose ottime e intanto parliamo del mio progetto.
Il pranzo fu davvero squisito , dopo il dolce i due avventori si accomodarono nella sala del caffe’ e l’avvocato illustro’ il suo progetto a Marcello
-Conosci la zona di Capo Passero?
- mi pare sia in Sicilia rispose Marcello
-esatto provincia di Ragusa esattamente
-ma non capisco??
-la Regione Sicilia mette in vendita la vecchia tonnara adiacente al faro, io ho deciso di comperarla, ristrutturarla e farne un albergo-ristorante e ricordandomi del tuo desiderio, ho deciso di offrirti la possibilita di vivere sul mare con una attivita tutta tua diventando mio socio, allora accetti?
Marcello non sapeva cosa dire, ma avvocato dove prendo i soldi per essere suo socio?
-ai soldi non ci pensare, quelli li metto io, tu ci metti il lavoro, del resto io con lo studio qui a Torino non posso muovermi, vorra’ dire che quando vado in ferie, vengo giu da te in albergo va bene?
- avvocato non so cosa dire, lei e’ un angelo perche’fa questo per me?
-e’ presto detto, vedi Marcello io e mia moglie purtroppo non abbiamo avuto figli e quando abbiamo cercato di adottarne uno ci hanno detto che eravamo troppo vecchi. quando ormai eravamo rassegnati, ho conosciuto te, sei un bravo ragazzo, io le persone le conosco al volo, i tuoi genitori devono essere orgogliosi di te, e allora ne ho parlato con mia moglie e alla fine abbiamo deciso di essere diciamo adottati da te in qualita’ di zii acquisiti sei d’accordo?
-grazie avvocato lei e’ davvero una grande persona
I due si salutarono poi nel primo pomeriggio, e Marcello fece ritorno a Milano . sul treno ripenso’ alle parole dell’avvocato Magni ed ebbe ferma in lui la convinzione di aver incontrato un angelo.
Nei mesi a seguire Marcello si trasferi’ a Capo Passero, per seguire i lavori di ristrutturazione della tonnara.
I lavori proseguirono velocemente e l’anno successivo per Pasqua ci fu l’inaugurazione e fu subito il tutto esaurito per le prenotazioni
Anna non segui Marcello, nel frattempo conobbe e si sposo’ con un suo collega, mentre Marcello in Sicilia
Non trovo’ solo il lavoro tanto desiderato ma anche l’amore,conobbe infatti una bellissima ragazza Rosaria
Diplomata alla scuola alberghiera siciliana che aiuto’ Marcello nella conduzione dell’albergo
I due si sposarono felicemente dopo due anni e naturalmente l’avvocato Magni e sua moglie furono i testimoni di nozze.



Share |


Scrittura creativa scritta il 10/07/2015 - 00:28
Da MAURO MONTALTO
Letta n.580 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


Mauro complimenti per il meritato riconoscimento. Buona giornata

Milly Barattieri 11/08/2015 - 11:43

--------------------------------------

Mai rinunciare ai propri sogni!! A volte il destino ci dà una mano per realizzarli, Complimenti per il tuo riconoscimento, buona giornata!

Chiara B. 10/08/2015 - 10:19

--------------------------------------

Scritto in modo chiaro scorrevole e soprattutto con una bella trama. Complimenti Mauro per la vittoria. Ciao

Anna Rossi 10/08/2015 - 05:01

--------------------------------------

Un racconto piaciuto nello svolgimento dei fatti, descritti con coinvolgimento emotivo dall'autore che ha saputo trasmettere riflessioni davvero intense. Complimenti per il riconoscimento, gentile Mauro Montalto!

Arcangelo Galante 09/08/2015 - 20:05

--------------------------------------

Complimenti,una bella storia ricca di sentimenti di generosità di cui il mondo fortunatamente è ancora pieno!Meritevole del primo posto mensile!

Papavero nel vento ... 09/08/2015 - 18:23

--------------------------------------

Felicitazioni... per l'encomio mensile. Auguri.

Rocco Michele LETTINI 09/08/2015 - 15:02

--------------------------------------

Scritto molto bene,la storia è bella anche se un po' da fiction televisiva,ma sempre meglio sperare e impegnarsi che deprimersi.E poi è un momento che abbiamo bisogno di storie a lieto fine!!Ciao Mauro

Luciano Guidotti 10/07/2015 - 12:17

--------------------------------------

Mai disperare. Nella vita le situazioni si possono capovolgere e questa è la morale. In quanto al testo ho gradito la lunghezza, la freschezza, sobrio e ben scritto con tratti di assoluta dolcezza paterna molto riflessivi.
Ciao Mauro.

luciano rosario capaldo 10/07/2015 - 11:03

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?