Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
S.Francesco....
E' Tempo...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

ESERCIZIO DI CONCISIVITA'

Le istruzioni sono:

Scrivi un mini racconto (100 parole o quasi) di genere "fantasy" che parta da questo incipit "Mi vidi riflesso sullo specchio dell'acqua".


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~



UNA VOGLIA IMPROVVISA

Una voglia improvvisa, oggi, m’ha vinto. Lontani tratturi ho attraversato. Melanconico, ho arrestato i passi. Il vecchio ruscello m’ha chiamato. L’adorato ruscello m’ha detto:
“Perché non ti fermi a guardare? Perché non resti un pochino? Sporcizie, barattoli arrugginiti, secchi rametti, monti di plastica, cartacce mi passano, mi soffocano. Al mare, sconsolato, li accompagno. S’è persa l’igiene?”.
Una, due, mille stille solcano il mio viso.
Ho pensato a quando mi rispecchiavo nel limpido suo scorrere. Solo qualche petalo gli traversava.
E piango, piango amaramente mentre mi allontano. Un passato che non ritroverò. Un presente che… penso ancora piangerò!



Share |


Scrittura creativa scritta il 19/08/2015 - 17:21
Da Rocco Michele LETTINI
Letta n.682 volte.
Voto:
su 34 votanti


Commenti


Mentre guardi il vecchio ruscello, pensi a tanto tempo fa, quando era limpido e pulito, un piacere per gli occhi...
Oggi piangi, nel vederlo cosí inquinato, specchio dell'animo umano, che ha lasciato per via la purezza...
Molto profondo Rocco

Maria Rosa Schiano 05/09/2015 - 01:07

--------------------------------------

Fa riflettere molto bella

barbara lai 26/08/2015 - 14:07

--------------------------------------

La pazzia umana che lascia prevalere gli interessi immediati al bene comune ed al futuro dei nostri figli.

Nicola Lo Conte 22/08/2015 - 16:38

--------------------------------------

Ottima riflessione per denunciare il degrado di cui ormai siamo responsabili, rischiamo di subirne le gravi conseguenze...complimenti, sempre bravissimo...ciao Michele

daniela dessì 21/08/2015 - 02:32

--------------------------------------

Ottima riflessione per denunciare il degrado di cui ormai siamo responsabili, rischiamo di subirne le gravi conseguenze...complimenti, sempre bravissimo...ciao Michele

daniela dessì 21/08/2015 - 02:30

--------------------------------------

DA FACEBOOK:

Stel Samo
20 agosto alle ore 17:03

Stupendo racconto che ho molto apprezzato per la tua sensibilità! Hai dato voce al ruscello, che se davvero potesse parlare, direbbe esattamente quelle cose! È inconcepibile e vergognoso, che l'uomo possa ridurre la natura in questo stato. Quanti hanno la sensibilità di capire? Pochi, a giudicare dalle condizioni in cui versa il nostro pianeta! Bravo Rocco e buona serata a te!


Rocco Michele LETTINI 20/08/2015 - 20:12

--------------------------------------

Ottime e giuste riflessioni su di un mondo che ormai sta distruggendo solo se stesso. Triste pensare a quel ruscello che raccoglie nel suo percorso ogni tipo di spazzatura, da portare a quel mare che limpido più non è! Bravo, come sempre.

Arcangelo Galante 20/08/2015 - 18:23

--------------------------------------

DA FACEBOOK:

Silvana Ghisafi - E come quel ruscello soffocato ed ormai morente mille altri ve ne sono... Noi cosí abbiamo rovinato la NATURA !! Bellissimo e vero il tuo scritto Michele ! D.i piangere hai ragione! Grazie di cuore. Buona giornata <!


Rocco Michele LETTINI 20/08/2015 - 15:04

--------------------------------------

Un'amara e triste realtà,rimata con abilità.Bravo Rocco.

Eugenia Toschi 20/08/2015 - 14:50

--------------------------------------

Carissimo Rocco Michele, complimenti, bravissimo come sempre. Un tema molto attuale che fa molto riflettere... Ti auguro una buona e serena giornata. DtB!

Gaetano Lo Iacono 20/08/2015 - 14:38

--------------------------------------

Eccellente Rocco sia per il tema trattato che per la gradevole lettura. I miei complimenti. Ciaooooooooooo

Anna Rossi 20/08/2015 - 12:03

--------------------------------------

DA FACEBOOK:

Salvo Ragonesi
20 agosto alle ore 9:17

lo scorrere del tempo ha sporcato anche lo scorrere del fiume immaginario o vero.in questo putridume umano .Buona giormata cari amici...


Rocco Michele LETTINI 20/08/2015 - 09:21

--------------------------------------

Il ruscello chiede acque cristalline e sorgenti pulite, chiede di sfociare a mare limpido..racconto incantevole e profondo
complimenti sentiti Rocco

Paolo Ciraolo 20/08/2015 - 08:54

--------------------------------------

DA FACEBOOK:

Capitanucci Vincenzo
20 agosto alle ore 7:55

abbiamo intasato il nostro eterno ruscello... solo un gesto nuovo... creativo...potrà farlo tornare alla sua sorgente... marina... bellissimo Michele ... votato a 5 stelle... igiene-gene...


Rocco Michele LETTINI 20/08/2015 - 08:19

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?