Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il cielo in una ...
Il nobile Alejandro ...
L'amico del tramonto...
CON TE PER NOI...
QUELLO CHE VORREI DI...
DIARIO DELLA PRI...
Stare tra le tue bra...
ARTE di Enio 2...
Il destino, ordine e...
Di nero vestita...
troppa tecnologia ....
Le foglie smarrite...
Avere in dote un’ind...
Scorie di città....
L'Airone sul filo...
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...
Il giardino di famig...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

LA STATUA

Le istruzioni sono:

Immagina il monologo di una statua in una gelida sera d'inverno, alternando contenuti contrastanti: la vita e le imprese della persona rappresentata, le lamentele per la dura vita della statua, i ricordi di quando era ancora un masso, l'insofferenza per l'attuale esposizione, l'invettiva contro i vandali (mi hanno scritto sulla pancia "forza Milan"), ecc...


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Io Garibaldi

Un freddo terrificante mi rende ancor piu' immobile di come sono.Io una statua all'apparenza insignificante ma con dietro una storia grande da raccontare. Quando ero ancora un masso me ne stavo tranquillo lungo le rive del fiume, come era bello sentire il fruscio delle acque che delicatamente mi accarezzavano, ma una mattina in modo brusco senza pietà mi portarono via e mi misero dentro uno scantinato. Com'ero triste chiuso in una cantina al buio ,nessuno mi considerava e per tanto tempo sono stato lontano dallo sguardo altrui. Un giorno se ben ricordo attirai l'attenzione di alcuni lavoratori ,nell'immediatezza ebbi un po' paura ma poi devo essere sincero fui contento che finalmente uscivo da quell'angolo buio e desolante. Mai avrei immaginato però di rappresentare un giorno un personaggio cosi' importante ,io Garibaldi, ancora oggi mi emoziono quando penso a lui che con entusiasmo e sacrificio parti' da Quarto presso Genova con mille uomini e si imbarco' per liberare l'Italia prima sbarcò in Sicilia poi a poco a poco sbarco' in tutta l'Italia fino a lIberararla.Che uomo straordinario grazie a lui un Italia libera e indipendente.Che rappresento Garibaldi ora è da tantissimi anni e di ciò ne vado fiero ma voglio confessarvi che da un po'tempo soffro tantissimo ,questa italia di cui io rappresento il personaggio piu' importante non la riconosco piu. Prima mi coccolavano mi lucidavano mi rendevano bella a ogni evento storico,ora sono stato abbandonato e vi dirò di più schermito con scritte che rovinanano la mia reputazione .che disastro quando soffro ,è vero sono solo una statua ma il mio cuore di fronte a tutto ciò piange dal dolore e quasi sembra di rincarnarmi in Garibaldi per gridare tutta la rabbia. Poco tempo fa'sono venuti a lustrarmi di nuovo in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia,mi sono sentito di nuovo fiero , finalmente sarei stato al centro delll'attenzione di tutti ma poi mi sono chiesto perché solo ora e non sempre perchè non mi coccolano più spesso è vero sono solo una statua ma quanti ricordi belli e brutti che io rappresento e quindi vorrei tanto che tutti coloro che passano di quì capissero che se anche sono sempre immobile al freddo e al gelo rappresento Garibaldi e vi pare poco, fatevi l'esame di coscienza sempre se ne avete una e gridiamo w l'italia con onore e senza paura.



Share |


Scrittura creativa scritta il 25/12/2011 - 18:48
Da RITA ANGELINI
Letta n.769 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?