Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mi sentii amato...
Le lacrime...
Barcollo...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
S.Francesco....
E' Tempo...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

LA LETTERA FORMALE

Le istruzioni sono:

Scrivi una lettera sostanzialmente delirante ma FORMALE ad un interlocutore improbabile come ad esempio al cane che sporca in casa, ai piccioni che la notte non ti lasciano dormire, ecc... in cui protesti vibratamente nella forma tipica del cittadino che si lamenta).


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~



I tuoi occhi non più azzurri

Ciao amico mio a quattro zampe , quanti anni insieme ,ti scrivo questa lettera perche' solo così il mio cuore riescea sfogare tutta la rabbia che in questianni ha accumulato. Ti premetto che ho sopportato diciamo bene perchè quando mi guardavi con quegli occhi stupendi azzurri ogni attimo di nervosismo mi passava all'istante. Ma quante ne hai combinate .Il mio adorato giardino distrutto in poco tempo ,lavoro inutile e che tristezza vedere quelle piantine che con tanto amoreattendevo che nascesse il suo fiore profumato e quante corse mi hai fatto fare per cercare di rimproverarti ,ma tu come saetta ti allontanavi ed io stanca mi arrendevo. Tu così allegra e birbante ,e che dire di quando ti lasciavo in casa ,quelle sedie disstrutte quel tavolo rosicchiato.Non mi hai dato pace.Non parliamo poi di quando in un giorno di primavera è apparso in giardino un gattino tenero simpaticissimo e tu con i tuoi denti aguzzi l'avevi preso al collo ed io con le miei grida disperate affinchè lasciassi quel dolce esserino con l'unica colpa di essere capitato nel posto sbagliato .Penso che le mie grida abbiano quasi sorpassato ogni limite ma non potevo permettere che tu dessi fine alla sua esistenza. Spesso mi sono lamentata con in famiglia per te che ne combinavi di tutti i colori e che dire di quando in una domenica di agosto con uno strattone ti sei liberata dal guinzaglio e tu disubbidiente correvi senza regole ,macchine che ti sfioravano e noi che ti rincorrevamo affinchè riuscissimo a prenderti .Abbiamo fatto chilometri ma ti ricordo a piedi nudi nell'asfalto bollente con il risultato di bruciature di .secondo grado.E' vero ne hai combinate, ma ora nel vederti così sofferente per la malattia che ti ha colpito, nel vedere i tuoi occhi non più azzurri perchè l'oscurità ha preso il soppravvento mi si stringe il cuore ,tu haschy bellissima e' straordinaria. Nessun lamento , ci aspetti con tanto amore e attendi alla sera che io ti faccia la punturina per cercare di alleviare le tue sofferenze. e basta un minimo gesto ,una carezza che la tua gioia va alle stelle . Che sciocca che sono stata per ogni arrabbiatura nei tuoi riguardi .Ciao dolce amica a quatro zampe di sempre possa il tuo cammino continuare ancora per molto tempo e quella luce che ora non intravedi possa tu un giorno ritrovarla nei cieli. Ti voglio bene, e perdona il mio sfogo.



Share |


Scrittura creativa scritta il 19/01/2012 - 15:16
Da RITA ANGELINI
Letta n.562 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?