Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Sindrome di Stendhal...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...
Riflesso d\'Argento...
In Questo Confuso An...
Il MIO NOME È LiBERT...
Canzone per un'amica...
Tutti siamo stati ba...
La stagione dell'amo...
Canto del vento sull...
Mio Padre...
Senza tempo...
Il silenzio della ne...
Un altro whiskey...
NE UCCIDE PIU LA LIN...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

LA MEMORIA

Le istruzioni sono:

Prendi un oggetto vecchio di famiglia e su di esso scrivi una storia.


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

LA BOMBONIERA

Piove, quando piove un velo leggero impalpabile di malinconia avvolge tutto il mio corpo, così spinta da questa strana sensazione cerco di mettere un pò di ordine nei cassetti della mia stanza. Ma, non ho fatto i conti con l'apatia che si impadronisce come un ladro di tutto il mio essere privandomi di quel briciolo di volontà rimasta.
Con uno sforzo supremo mi scrollo di dosso queste amare sensazioni e ritorno alla realtà.Mamma mia quanta roba da buttare qui il disordine regna sovrano, non sò neanche da che parte cominciare.Rassegnata faccio il punto della situazione, fogli, foglietti, scontrini, orecchini e braccialetti, sembra un bazar; quasi mi diverto a passare in rassegna l'intero contenuto.
Lì in un angolo del cassetto, quasi dimenticata una piccola bomboniera,la rigiro tra le mani, un tuffo al cuore quando leggo:"50 anni insieme", l'anniversario di matrimonio dei miei genitori.Per un istante avvolta da una nuvola il tempo magicamente torna indietro regalandomi attimi di pura felicità.
Era una splendida giornata di ottobre, il sole con il suo calore ci avvolgeva e noi grati, gioiosi ricambiavamo con risate e vecchie rimembranze. Inizia la cerimonia, lo scambio degli anelli, il viso estasiato dei miei genitori emozionati come due bambini che elargivano sorrisi a tutti i presenti. Poi la foto di famiglia, un bel gruppo non c'è che dire,loro nel mezzo sorridenti, orgogliosi di mostrare a tutti la loro incontenibile felicità contornati da figli, nipoti e parenti.
Infine tutti quanti a festeggiare al ristorante, tu papà quel giorno avevi bevuto un pò troppo sparandone delle belle, ma che importa 50 anni di matrimonio si festeggiano una volta soltanto nella vita, e di questo ne eri pienamente consapevole!!
Scossa da un fremito improvviso stringo a me quella piccola bomboniera custode di un piccolo ritaglio della mia vita.
Per un momento ho la sensazione di stringerti, di sentire il tuo profumo papà, purtroppo la malattia ti ha portato via, ma non riuscirà mai a cancellare i momenti più belli trascorsi con te e la vita che mi hai regalato. Grazie papà.



Share |


Scrittura creativa scritta il 03/02/2012 - 13:03
Da MARIA MADDALENA SCANNELLA
Letta n.592 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?