Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
NIPOTI...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Mi hai detto... ( Po...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...
Riflesso d\'Argento...
In Questo Confuso An...
Il MIO NOME È LiBERT...
Canzone per un'amica...
Tutti siamo stati ba...
La stagione dell'amo...
Canto del vento sull...
Mio Padre...
Senza tempo...
Il silenzio della ne...
Un altro whiskey...
NE UCCIDE PIU LA LIN...
La montagna...
SERA D'OTTOBRE...
Roma...
Il nonno...
Can'e gatto...
Tutto passa...
Game over...
Scrittura come cura...
DOLCI CAREZZE...
Occhi...
LEGGEREZZA...
TRA LUCE // E // OS...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

SENTIMENTO

Le istruzioni sono:

Pensare a uno di questi sentimenti: odio, rabbia, invidia, gelosia, indifferenza, noia, orgoglio, vergogna, amarezza, tristezza e rimorso. Scrivere quindi un racconto ispirato a tale sentimento senza mai dirlo. Alla fine, tra parentesi, precisare il sentimento al quale ci si è ispirati.


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~



la voglia di ricominciare

passeggiare sul lungomare di Senigallia ,mi aiuta a rilassarmi. Qui l’atmosfera è decisamente soft, proprio come la sabbia della mitica “spiaggia di velluto”, quattordici chilometri di arenile su cui sventola l’ambita Bandiera Blu, garanzia di qualità delle acque.

Al mattino tempo permettendo, mi piace camminare sulla sabbia fino a stancarmi, per poi sedermi su una panchina e guardo la rotonda che sta completamente sul mare. Chi sa! se proprio da questa panchina Fred Bongusto fu ispirato a scrivere la famosa canzone: “una rotonda sul mare”. Certo che se questa panchina potesse parlare, quante storie avrebbe da raccontare.


Spesso scrivo le mie sensazioni, proprio da questa panchina. Anche perché di prima mattina il lungomare e deserto, l’unico rumore che senti e solo lo sciabordio delle onde che arriva a l'orecchio, come una carezza. Una tranquillità che presto si trasformo in uno spavento! dalla rotonda: una donna si butta giù In mare.


Subito! senza perdere tempo mi sono lanciato in suo soccorso. Nuotai più veloce possibile ma! con i vestiti era molto faticoso, quando arrivai da lei! non mi sembrava che volesse veramente annegare. Andava su e giù: con la bocca chiusa.


la afferrai per i capelli e lo tirata su! Era cosciente, gli dissi che volevo aiutarla, e di non oppormi resistenza, si lascio andare. con un braccio,sotto le sue ascelle ho nuotato fino a riva. Sulla spiaggia non cera anima viva! Io, volevo portarla in ospedale, ma lei non ha voluto. Dopo qualche minuto che si era tranquillizzata, con dolcezza gli ho chiesto se aveva voglia di parlarne... la su reazione? mi ha mandato a quel paese! Lo lasciata sfogare, poi ha continuato a parlare con più rispetto dicendo:
“perché non mi hai lasciato al mio destino? La vita per me, non ha più senso ormai… ho perso l’uomo della mia vita… le cose che più amo! È tutto per causa mia! Se stavo più attenta alla guida quella notte! Lui sarebbe ancora vivo! Il rimorso mi lacera la mente! Io, da quella notte...sono morta insieme a lui. Ho cercato di farmi forza in tanti modi… ma non riesco a abituarmi a una vita senza lui”.
Hai dei figli?
“Si, due, ma non vivono in Italia, dopo il funerale sono ripartiti”.
Ti piace il paese dove vivono i tuoi figli?
“poco importa se mi piace o meno il paese! Il problema è che loro non mi vogliono più parlare! Capisci” ?
Mi dispiace veramente! Anch'io, ho un figlio che non vedo da anni… ma non per questo rinuncio alla vita! Guarda quanta forza ce in quel fiore! Che è spuntato dall'asfalto, lui cerca il sole! sa che dona energia… questo ci ricorda che la vita è un dono di Dio, per ciò... non buttare via la tua vita, soffocando il fiore che è dentro di te... Dio è il tuo sole non scordarlo mai. La vita che ce in te è un dono stupendo non buttarti via. Io, non so i problemi che hai con i tuoi figli… ma di una cosa puoi essere certa: tu sei la loro madre! I momenti di rabbia… capita a tutti! Quante cose si dicono senza pensarci... complice è l’orgoglio che che rovina tutto. Vedrai che si aggiusta tutto… serve solo avere pazienza e la voglia di ricominciare.


Dopo aver parlato ancora per un po, ci siamo scambiati i numeri di telefono con una promessa: lei doveva impegnarsi per farsi aiutare ad acquistare fiduccia in se stessa. Io, promisi che l'avrei aiutata, nel caso che lei stava di nuovo male… che poteva contare su di me anche per sentire una voce amica. Da quella volta ci siamo sentiti quattro volte, sembrava che aveva acquistato fiducia in se stessa, ma qualcosa sarà successo dopo! Perché mentre ero ricoverato per un mio problema, lei mi chiamo! Io, non potevo muovermi dal letto! Di conseguenza non potevo ne rispondere, tanto meno chiamare al telefono.


Solo la mattina seguente quando arrivo la mia compagna, vidi il suo messaggio... cercava aiuto! Diceva che era disperata, la chiamai subito, ma niente... per giorni ho provato a chiamare, senza risposta. Provo un senso di rimorso, per non essere stato d'aiuto nel momento che lei ne aveva bisogno. Non so più niente di lei... spero solo che vive tranquilla.
(rimorso)




Share |


Scrittura creativa scritta il 14/06/2016 - 21:10
Da donato mineccia
Letta n.279 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Bravo Donato.un racconto che sa emozionare.
Tanta umanità nelle tue parole,non devi avere nessun rimorso, buona serata

Febronia Zuccarello 17/06/2016 - 17:10

--------------------------------------

Un racconto che mi ha commosso profondamente Donato e mi da ancora una volta la misura del tuo grande cuore...per ciò niente rimorso, credo che tu con un gesto e delle parole di conforto abbia fatto davvero tanto...Un abbraccio 5*

margherita pisano 15/06/2016 - 20:48

--------------------------------------


Nadia Sonzini 15/06/2016 - 20:23

--------------------------------------

Grazie a te Nadia, per la tua amorevole costanza, e per la brava persona che sei. Meriteresti un premio simpatia, penso che anche gli altri autori sono dello stesso parere. Ti abbraccio

donato mineccia 15/06/2016 - 20:10

--------------------------------------

Buona serata Lupo, grazie per essere passato

donato mineccia 15/06/2016 - 20:04

--------------------------------------

Grazie Anna per essere passata a salutarmi, un abbraccio

donato mineccia 15/06/2016 - 20:02

--------------------------------------

Grazie Alberto Berrone, purtroppo e tutto vero. In questo sito siamo tutti amici, ci diamo del tu, chiamandoci per nome, se sei d'accordo! possiamo darci del tu. Un caro saluto

donato mineccia 15/06/2016 - 19:59

--------------------------------------

Un bellissimo racconto pieno di umanità e significativo. Lei, Donato, è un eroe perché ha salvato la vita altrui. O quello che voleva raccontare è una semplice metafora? Comunque voto 5. Tanti saluti da parte mia

Alberto Berrone 15/06/2016 - 19:34

--------------------------------------

Un racconto che sicuramente è un insieme di buoni sentimenti...scritto bene.Sono d'accordo con Nadia non hai nulla da rimproverarti...hai fatto quello che potevi. CIAO

Anna Rossi 15/06/2016 - 14:32

--------------------------------------

MOLTO BELLO SCORREVOLE BEN COMPOSTO IL TUO RACCONTO, TROVO UMANITà NELLE TUE PAROLE 5*

POETA DELL'AMORE LUPO DELL'AMI 15/06/2016 - 12:48

--------------------------------------

5*

Nadia Sonzini 15/06/2016 - 07:41

--------------------------------------

Racconto molto bello per la sua profonda umanità ed il bel messaggio che trasmette. Non devi sentirti nessun rimorso, tu hai fatto tutto quello che potevi. Ti capisco comunque perché una cosa analoga capitò anche a me anni fa.
Un grosso abbraccio e grazie per averlo pubblicato
Lieta giornata
Nadia

Nadia Sonzini 15/06/2016 - 07:40

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?