Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La partita di pallon...
Ci sei!...
IL PRESENTE...
Foglia frale Ness...
La comparsa...
LENTEZZA...
La Scatola Laccata, ...
Come soltanto nei so...
ACINO ACERBO...
Il dolce vento dell\...
Un'altra dimensione...
Ti amo e soffro...
...ISTANTE DI PURA F...
CON TE NELL/INFINITO...
Tra vortici di stell...
Un metro di neve bia...
Quell'alone cupo e f...
Poco a poco...
ER LIMONE PAZZO...
Portatore di pietre...
afferra quella nuvol...
D'azzurro e sale...
Rimorso...
il gigante nano. ...
la rosa...
In certi momenti la ...
È bello vivere da il...
la luna dall'alto.....
Non voglio sognare p...
le cose semprici...
DESTINI INCROCIATI (...
E la Luna parló al ...
Ho visto una stella...
Mi piace tutto di te...
Il nulla...
La tua assenza mi ha...
Il Pavone vanitoso...
Maria grazie di esis...
amo la pioggia...
Al cimitero dei carr...
Settembre...
MAROTTA: Family Beac...
Spesso ogni piccola ...
UCCELLI di MALO AUGU...
IL MISTERO DELL\\'EM...
Notturno n.4...
NOI LA VITA...
Agrigento e la Festa...
Piccola cosa...
Il Nero...
Gioventù...
IL MIO AVATAR...
E tacque attorno a n...
FIORI D'ARANCIO...
A ME STESSO...
LA PENDOLA...
Di notte...
Vorrei essere......
Io...
Brezza...
Svegliati è tardi......
Qualcosa che non va...
19 AGOSTO ER COMPLEA...
Non ti chiedere se ...
L’uomo dovrebbe fare...
Dolcezza...
il suo nome...
Falò di pensieri...
Italia mia...
RESILIENZA...
Gli alberi intorno...
Specchio spiatore...
Illusione o realtà?...
Le mie parole sono l...
Quando arriverà il m...
La Pecora nera...
Dove nel cosmo è bui...
Tristezza per la gen...
Ne ho baciate tante ...
Nei nostri sorrisi...
SAHEL...
Contro il destino...
Sandrone...
EVOLUZIONE DELL\'AN...
Non li merito gli oc...
STRAGI...
NOARE O STAR NEGÀ...
l'attesa di guardart...
LA RAGIONE...
Estati su\' di uno s...
LA NOSTRA PROMESSA...
Dentro la scatola di...
CONQUISTA...
La fretta dei giorni...
Fila, filastrocca...
ANCHE PER UN SOLO IS...
Voglio solo la mia l...
...UN AMORE CHE È CO...
Ancora una volta...
Non è ancora quel te...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

INCIPIT

Le istruzioni sono:

Scrivi un racconto che inizi così:
D'accordo, ti racconterò la storia della mia vita, come tu desideri ....


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Lo scheletro e lo zombie

"D'accordo, ti racconterò la storia della mia vita, come tu desideri ...."
Si sentii un vivace “Evvai!” ma l’entusiasmo fu smorzato da un cenno di mano.
“A patto che inizi tu per primo, va bene?”, propose George lo zombie.
“Meglio di no! Non ho niente da raccontare, la mia vita a differenza della tua, non è stata particolarmente eccitante!”, gli rispose un po’ deluso Maxwell lo scheletro. Quest’ultimo si guardò intorno e cominciò a cimentarsi con qualche blando e limitatissimo esercizio di stretching.
“Sono proprio contento che siamo usciti dalle nostre tombe, fa bene ogni tanto sgranchirsi un po' le ossa!”, soggiunse ridendo della sua stessa battuta.
Era una notte particolarmente rigida al cimitero di Hallow, un guardiano dormiva saporitamente in guardiola vicino ad una stufetta elettrica, al contrario di due stravaganti figure che non sapevano come ammazzare il tempo.
Gli altri defunti restarono tappati dentro, difatti per non correre il rischio di essere scoperti dai viventi, secondo un sistema di turnazioni, si era deciso all’unanimità che ci si poteva uscire nelle ore più buie ma non più di due ex persone alla volta e lontano dal signor Addams, il guardiano.
Ovviamente la questione si limitava solo per coloro che potevano reggersi in piedi.
Lo zombie si appoggiò con molta disinvoltura vicino ad una lapide, quella dell’odioso signor Parker, in vita suo vicino di casa e da morto paradossalmente suo vicino di fossa.
“Se il cranio non mi inganna, la Bibbia dice: “Ricordati uomo, che polvere sei e polvere ritornerai.” Purtroppo, se non prima passiamo all’ultimo stadio, siamo costretti a rimanere qui e tu mio caro George, ne avrai ancora per tantissimo tempo in quanto sei più giovane di me!”, gli ricordò con tono canzonatorio.
“Porca miseria, lo so! Non me lo ricordare! Una volta deceduto ero arciconvinto che sarei finito all’istante nell’altro mondo ma l’Angelo della Morte mi avvertii fin da subito di questa emh…disposizione!”, gli disse con un velo di tristezza.
“Ops, scusa se te l’ho ricordato! Anch’io ci sono passato, come tutti del resto e sarebbe stato meglio farsi cremare, a quest’ora eravamo polvere già da un pezzo. Pazienza, ormai è inutile piangere sul latte versato ma almeno raccontami la tua storia, sennò va a finire che moriremo di noia!”, insistette con simpatia lo scheletrico amico.
“Buona questa! Ah ah ah ah ah ah!”
Il cadavere rise di gusto con tanto di occhiolino, anche se si rilevò un eufemismo poiché dimenticò temporaneamente che gli mancava l’occhio destro e quasi tutti i denti.
Per qualche strano motivo, la vista era perfettamente funzionante, anche per Maxwell che a posto degli occhi aveva due fori scavati e profondi.
Ad un certo punto in lontananza, i due si accorsero della presenza di qualcuno.
Vicino al cimitero, c’era un bellissimo parco che seppur tutte le notti veniva illuminato dai tanti lampioni presenti, solitamente non si aggirava anima viva.
George cominciò ad esaltarsi.
“Guarda Maxwell! Un vivente con un cane al guinzaglio!”, agitando più volte l’indice putrefatto per dare più enfasi alle sue parole.
“Ah si? Salutameli!”, gli fece notare freddamente l’altro, limitandosi inoltre ad alzare le ossa (quelle che una volta erano le spalle) con indifferenza.
“Ascolta caro amico ossuto, io avrei un po’ di fame, ho un buco allo stomaco, mi aiuteresti a…”, non ebbe tempo di terminare la frase che fu subito interrotto.
“Ma neanche morto! In primis siamo barcollanti e soprattutto lenti come lumache, quell’uomo ci scapperebbe con facilità. Seconda cosa a mio avviso il tuo problema non è la fame, fidati!”, gli espose e col chiaro intento di farlo desistere dai suoi propositi.
“Se non è appetito, cosa potrebbe essere?”, domandò titubante.
«Tempo fa mi accennasti di un tizio, che ti uccise a distanza ravvicinata sparandoti in pancia con un fucile a pallettoni, ecco perché hai quella sensazione!”, esprimendo convinto la sua teoria.
Lo zombie abbassò lo sguardo e tastò con la mano fradicia il grosso buco che aveva nello stomaco.
“Per di più, non lo sai che i cani vanno matti per le ossa? Poco ma sicuro che quell’animale mi concerebbe per le feste!“, gli disse ancora facendogli anche intuire che non lo avrebbe assolutamente spalleggiato.
“Ho capito l’antifona, lasciamo perdere!”, tagliò corto con rassegnazione.
Restarono in silenzio ad osservare l’uomo con il suo cane fino a quando sparirono dal loro campo visivo.
Inaspettatamente cominciò a piovere, all’inizio lievemente, poi sempre più forte e infine maniera scrosciante e impetuosa.
“Ehi Mister Posa l’Osso odio la pioggia e credo di non essere il solo! Non credi che sarebbe meglio ritornare alle nostre abitazioni?”, consigliò George.
“Uffa! Anche stasera niente storia e chissà quando usciremo di nuovo insieme!”, battendo tutto stizzito le ossa dei piedi sul terreno ormai bagnato.
“E io allora? Cosa dovrei dire che sto andando a letto a stomaco vuoto? “, lamentandosi e scuotendo la testa.
“Zombiaccio della malora, chissà perché, ma stranamente in questo cimitero hai fame solo tu”, concluse lo scheletro deridendolo apertamente.


E fu cosi che si avviarono nelle loro rispettive tombe (tra l’altro abbastanza vicine tra di loro) e prima di congedarsi si salutarono.
“Buona notte Carne Morta e sogni horror”.
“Buona notte anche a te Mucchio di Ossa e fai sogni d’argento…di Dario Argento”.
Maxwell essendo morto alla fine degli anni cinquanta non sapeva chi fosse costui, si preservò la curiosità per il prossimo incontro e infine ritornarono a mori(dormi)re.




Share |


Scrittura creativa scritta il 12/01/2017 - 13:43
Da Giuseppe Scilipoti
Letta n.266 volte.
Voto:
su 10 votanti


Commenti


Grazie Marirosa per il tuo sostegno e che ti piace ciò che scrivo.Sei sempre molto gentile nonchè sincera, e credimi: poco non è. Un abbraccio e ti auguro buon pomeriggio

Giuseppe Scilipoti 18/01/2017 - 15:11

--------------------------------------

Il titolo mi aveva incuriosito, molto, visto il tema della scrittura di questo mese, e devo dire che non sono rimasta per nulla delusa!!! Molto bello!!! 5*

Marirosa Tomaselli 18/01/2017 - 11:54

--------------------------------------

Vi ringrazio sentitamente a tutti, per avermi letto e per i vostri commenti a dir poco gentili. Se non fosse stato per l'INCIPIT questo racconto non sarebbe mai nato. Mi sono divertito molto a scriverlo quanto voi vi siete divertiti a leggerlo. Sono felice perchè è la mia prima partecipazione in un ambito come questo in quanto i miei racconti non hanno mai partecipato a nessun Contest o comunque in nessun laboratorio di scrittura creativa. Chissà magari ripeterò l'esperienza. Grazie di cuore!

Giuseppe Scilipoti 13/01/2017 - 21:14

--------------------------------------

bello bello bello
strepitoso!!!!!!!!!
bravissimooooooo

laisa azzurra 13/01/2017 - 12:15

--------------------------------------

bel racconto, molto divertente

black shadow 13/01/2017 - 11:07

--------------------------------------

Bel racconto, particolare e diverso nella trama. Un misto di horror ed ironia.

Patrizia Bortolini 12/01/2017 - 23:42

--------------------------------------

Divertente ed originale come scrittura creativa...credo la più bella per ora.
Complimenti...ho riso tanto! 5*

margherita pisano 12/01/2017 - 22:39

--------------------------------------

Molto originale, ben esposto e divertente.

Giulia Bellucci 12/01/2017 - 20:56

--------------------------------------

Molto originale, ben esposto e divertente.

Giulia Bellucci 12/01/2017 - 20:56

--------------------------------------

Molto originale, ben esposto e divertente.

Giulia Bellucci 12/01/2017 - 20:56

--------------------------------------

Complimenti.

Giulia Bellucci 12/01/2017 - 20:54

--------------------------------------

Un piacevole seguitato letterario.
Lieta serata, Giuseppe.
*****

Rocco Michele LETTINI 12/01/2017 - 20:08

--------------------------------------

Davvero bella e divertente! 5*

Francesca B 12/01/2017 - 16:43

--------------------------------------

molto simpatica

GIANCARLO LUPO POETA DELL'AMO 12/01/2017 - 16:19

--------------------------------------

Caro Giuseppe, mi sono appena iscritto e questa è la prima opera che leggo! Debbo dire che mi è piaciuta tantissimo e che sei un mero talento di scrittore! I miei rispetti!

Sir Morris 12/01/2017 - 15:33

--------------------------------------

Divertentissima... ma dai confessa, stai guardando pure tu la serie Zombie su SKY??? Cmq le ***** sono tutte meritate!

ANNA BAGLIONI 12/01/2017 - 15:29

--------------------------------------

Caro Giuseppe, mi sono appena scritto e questa è la prima opera che leggo! Debbo dire che mi è piaciuta tantissimo e che sei un mero talento di scrittore! I miei rispetti!

Morris Gambrin 12/01/2017 - 15:28

--------------------------------------

Bravo, mi hai veramente fatto sbellicare da "morire"....ahahahah. C'è tanta stoffa in te. Ciao

Francesco Scolaro 12/01/2017 - 15:03

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?