Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Viaggio dentro me st...
Io fuggo...
STUPORE...
INGANNEVOLI APPARENZ...
E' estate e sono vec...
Malattia...
Salve, sono Lupo...
Non è da uomini......
Il cielo in una ...
Il nobile Alejandro ...
L'amico del tramonto...
CON TE PER NOI...
QUELLO CHE VORREI DI...
DIARIO DELLA PRI...
Stare tra le tue bra...
ARTE di Enio 2...
Il destino, ordine e...
Di nero vestita...
troppa tecnologia ....
Le foglie smarrite...
Avere in dote un’ind...
Scorie di città....
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

PUNTI DI VISTA

Le istruzioni sono:

Ricavate dal racconto tradizionale di Cappuccetto Rosso un racconto secondo il punto di vista di uno dei seguenti quattro personaggi coinvolti:

Il lupo cattivo
La nonna
Il cacciatore
Cappuccetto Rosso

Scrivete il racconto in prima persona singolare (io) ed in modo umoristico ...ad esempio la nonna si fa le canne, il lupo è vegetariano, il cacciatore si è montato la testa perchè è stato sull'isola dei famosi, tanto per dirne qualcuna



~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Kaori la rossa

-A ma’ 'ndo sta er cappottino rosso?-
-Pure stasera devi uscì?-
-Sì ma’…me tocca fa n'antra vorta cappuccetto rosso!-
-Ma pure ieri sera sei uscita pe’ fa cenerentola…
-Sì, ma lo sai che quella che me sta più antipatica è proprio quella rimbambita de cappuccetto rosso. Mo’ stasera me tocca fa come ar solito la finta tonta che nun se sa orientà, che se perde nel bosco, e pare che nun lo sa che ce sta sempre er lupo affamato nei dintorni!!!….Ma poi, dico io, perché er lupo se deve annà a magnà a nonna vecchia….nun je bastava er bocconcino tenero de cappuccetto rosso…così finiva subbito sto tormentone...boh…chi e capisce ste favole….Armeno cenerentola se sistema cor principe… ma cappuccetto rosso…e dai ma’…nun se po’ proprio sentì!-
-Ma lo sai che ai bambini piace…loro non si stancano mai di sentire quelle frasi sempre uguali….che occhi grandi che hai….che bocca grande che hai…-
-Che du cojoni grandi che m’hanno fatto….scusa ma’…ma me so proprio rotta de anna’ tutte e sere dentro agli occhietti semichiusi de li pupi che nun se addormentano fino a che 'a madre nun finisce de raccontà. Tutte e sere sto lavoro….Stasera però je combino qualche scherzetto….Dentro a fantasia de Kevin, quello che abbita ar terzo piano, je ce schiaffo ‘na variante….tanto 'a madre è mezza rimbambita a quell'ora e nun se ne accorge...Quello è svejo e già sa come funziona er monno! Stasera nun me la metto sta cavolo de mantellina rossa…Me presento co’ gli stivali rossi, a mini rossa e er top rosso….L’ho visto ieri che se guardava i cartoni su you tube e, quanno cor ditino ha sbajato e ha cliccato su e cantanti giapponesi, è rimasto incantato da quella coi capelli rossi che sembrava n’arbero de Natale ma je piaceva…avoja che je piaceva…C’ha quattro anni ma già capisce, quello….-
-Fa come te pare tesò…de lavoro questo hai trovato: entrà nella fantasia de li pupetti de sto palazzo quanno 'a mamma cerca de falli addormentà…ce ne hai solo sette…t’è annata bene…tra un po’ Ridge scade che se sta a fa' grande…te ne rimangono sei! ‘O sai che la pigrizia generata dalle tecnologie j’ha distrutto la fantasia a sti giovinetti…stamo nel 2050 …er governo ha detto che dovemo lavorà pe ridajela…Come dice o slogan? Potere alla fantasia…o a fantasia al potere…boh…un facsimile-
-A ma’ pure tu te ce metti…va bene tutto, ma a me cappuccetto rosso nun me piace! Stasera dentro ar cervello de Kevin divento Kaori la rossa …e ar lupo je faccio 'no scherzetto…je ammollo subito ‘na mossa de karatè e 'o stendo, così Kevin se passa a serata co' Kaori a magnasse tutto er cestino de 'a nonna!-
-E ‘a nonna?-
-'A nonna aspetta er cacciatore …vedrai che va a finì che se sistema pure lei…Famme andà a vestì che stasera faccio tardi ma’!-



Share |


Scrittura creativa scritta il 12/12/2017 - 18:47
Da SILVIA OVIS
Letta n.203 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Grazie margherita per l'apprezzamento!

SILVIA OVIS 13/12/2017 - 23:47

--------------------------------------

Straordinaria!!!
La più bella scrittura creativa che ho letto fino adesso ahahahhahahha mi hai fatto ridere di gusto con Kaori la rossa!

margherita pisano 13/12/2017 - 21:58

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?